bla bla blogger 21 maggio 2018

La community di  #adotta1blogger consiglia per questa settimana la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati” e “segnalati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura. Con questi post, condivisi dai blogger della community #adotta1blogger all’interno dell’omonimo gruppo chiuso su facebook, vogliamo contribuire nel nostro piccolo alla diffusione della conoscenza. Con il caratteristico spirito di condivisione che ci caratterizza, basato sull’approfondimento e sulla ricerca di un confronto costruttivo.

Buona lettura!

In questa rassegna si parla di privacy, advertising, crescita personale, psicologia, blogging, arte.

Privacy
GDPR, misure di sicurezza in breve , di Andreina Russo

Addio al punteggio da influencer: Klout chiude , di Diletta Parlangeli

Addio al punteggio da influencer: Klout chiude

Advertising
Campagne Facebook ads: meglio pagare per click o per impression? di Salvatore Antonio Sagliano

Campagne Facebook ads: meglio pagare per click o per impression?

Crescita personale
Lavoro, le quattro competenze che fanno la differenza e quella che non ti insegna nessuno , di Monica D’Ascenzo

Lavoro, le quattro competenze che fanno la differenza e quella che non ti insegna nessuno

Psicologia
Errare humanum est? L’errore al giorno d’oggi , di Sonia Bertinat

Errare humanum est? L’errore al giorno d’oggi

Blogging
L’ospite , di Mimma Rapicano

L’OSPITE

Arte
Il Fregio della vita: cosa esprime la raccolta delle più belle opere di Edvard Munch? di Arianna Senore

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Donatella Coda Zabetta, Francesco Guglielmino, Simone Bennati, Natalia Robusti, Paola Chiesa.

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 7 maggio 2018

La community di  #adotta1blogger consiglia per questa settimana la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati” e “segnalati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura. Con questi post, condivisi dai blogger della community #adotta1blogger all’interno dell’omonimo gruppo chiuso su facebook, vogliamo contribuire nel nostro piccolo alla diffusione della conoscenza. Con il caratteristico spirito di condivisione che ci caratterizza, basato sull’approfondimento e sulla ricerca di un confronto costruttivo.

Buona lettura!

In questa rassegna si parla di estero, privacy, marketing, lavoro, letture, archivi.

Estero
Vuoi Espatriare? Come Scegliere Un Paese in Cui Trasferirsi , di Claudia Landini

Vuoi Espatriare? Come Scegliere Un Paese in Cui Trasferirsi

Privacy
12 informazioni che dovreste eliminare dal profilo Facebook , di Sonia Montrella

Marketing
Invece di chiedere, dai. È il modo più sicuro per ricevere, anche nel Digital , di Simone Bennati

Meno contatti più risultati: il cerchio interno , di Francesco Brioweb Russo

Lavoro
Social media: ecco cosa valutano i selezionatori del personale, di Stefania Medetti

Letture
Curriculum Del Lettore, aprile 2018: tra cuore, critica e società , di Rita Fortunato

Curriculum Del Lettore, aprile 2018: tra cuore, critica e società

Archivi
Online il nuovo portale dell’archivio storico dell’Istituto Luce , di Cittadini di Twitter

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Lisa Bortolotti e Simone Bennati.

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 19 settembre 2016

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia per questa settimana la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

In questa rassegna stampa si parla di blogging, web marketing, tools, web design, cucina.

Solo d’estate e per pochi giorni, carovane di gitanti popolano i paesi più remoti d’Italia; paesi vuoti arroccati su costoni rocciosi e borghi medievali che se ne stanno come coni di sassi in cima a montagne distanti dal mondo.
Poi c’è questa donna che va al mercato. Le dicono che lì c’è la frutta buona. Non è che muoia dalla voglia, c’è caldo, c’è gente, le vecchie col carrellino e il gambaletto, i vecchi panzuti con la canotta, la sagra delle scomode verità estive, il meglio della città. Ma ama le pesche.
Come mio zio Nino che non si sedeva a tavola se una brocca fredda e colma di vino con le percoche non campeggiava vicino al suo bicchiere…
Semplicità. Questa è comunque la parola d’ordine anche se vuoi per esempio che il tuo sito funzioni. I tuoi utenti devono ‘fluttuare’ serenamente sulle tue pagine web senza perdersi, senza chiedersi mai “e ora dove devo cliccare?”
Tenendo peraltro conto che quando si decide di pubblicare una foto sul proprio sito o di condividerla tramite i social network, bisogna sempre tenere presente cosa dice la legge in materia di pubblicabilità delle foto e tutela della privacy.
Per un consulente marketing il compito più difficile è quello di vestire il proprio marchio di un valore emozionale, in grado di esercitare un’influenza nei fruitori del marchio stesso.
Ma, a volte, accadono cose strane: un sondaggio fatto su un campione di oltre 2.500 viaggiatori ha visto almeno 1 su 8 affermare di aver danneggiato un brand turistico con una recensione negativa allo scopo di ottenere ciò che volevano.

Ovvero:

Blogging, Scrittura
L’Italia ha più paesi che città. Molti di questi sono vecchi di secoli, e troppe cose intanto sono cambiate.
Post: Paesino solitario , di Eliana Petrizzi

C’è chi aspetta le pesche tutto l’anno.
Post: Tre chili di pesche, grazie , di Maddalena Capra Lebout

Webmarketing
Il valore di un marchio è costituito da 30 attributi, individuati grazie all’attento studio dell’esperienza maturata nel rapporto con i clienti.
Post: 30 attributi per costruire il valore di un marchio , di Francesco Brioweb Russo

Sulla veridicità delle recensioni su TripAdvisor e sull’onestà delle persone
Post: La minaccia delle recensioni negative in cambio di benefici , di Danilo Pontone

Tools, Tutorials
Un utile tool per censurare le foto contenenti volti, nomi, targhe e tutto ciò che non si può o non si vuole mostrare.
Post: Come censurare una foto con facepixelizer , di Simone Bennati

Web desing
Perché si preferisce un modello precostituito di sito a scapito dell’originalità?
Post: Web design, perché dire no ai siti fotocopia , di Alessandro Foffi

Cucina
La sangria napoletana, cioè il vino con le percoche, non ha niente da invidiare alla sangria vera e propria, è solo più semplice, più facile, più immediata, più “napoletana”.
Post: Sapore di mare, sapore di Sangria napoletana con vino e percoche , di Alessandra Bruni

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Luca Borghi, Chiara Bertora, Sarah Liotto, Francesco Brioweb Russo, Andrea Girardi.

a cura di Paola Chiesa

bbb1


bla bla blogger 5 settembre 2016

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia per questa settimana la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

In questa rassegna stampa si parla di blogging, marketing turistico, privacy, urbanistica, tool tecnici, cucina.

“È possibile fare il backup delle foto caricate su Instagram ?” Chiedilo a Mr Tozzo.
Per me vacanza è poter continuare a leggere indisturbata, senza limiti e senza tempo. E preparare la torta per la colazione della settimana, perché i rovi con cui combatto tutto l’anno, ad agosto mi concedono una buona quantità di more.
A proposito di combattimenti, a scopo difensivo è nata anche Venezia. Durante il Medioevo, infatti, le genti minacciate dai barbari sulla terraferma si rifugiarono su quegli isolotti di fronte alla costa edificando pian piano la città che conosciamo. Nessuno schema urbanistico geometrico, ovviamente, ma una crescita che asseconda le forme naturali del luogo.
C’è un luogo che fa affiorare i ricordi di una persona particolare, Don Roberto, che era tra i primi a farmi gli auguri per l’onomastico, dato che la canonica affacciava sul giardino di mia nonna. Per la precisione quel che affacciava era il filo da stendere di Don Roberto, con la sua serie di calzoni neri al vento.
Altro che privacy…
Del resto anche oggi le policy privacy e i termini di servizio dei siti internet sono generalmente saltati in quanto visti come un fastidio, con un sovraccarico di informazioni spesso difficili da comprendere.
Ma tu che hai un B&B o un Agriturismo, distinguiti: scatta foto del territorio, dei tuoi clienti, del tavolo della colazione con una torta speciale, gira spezzoni di video con il tuo smartphone e fai firmare un modulo privacy che li iscriva alla tua newsletter. Già, perché sei tu il cuore pulsante dell’ospitalità italiana!

Ovvero:

Scrittura, Blogging
Un racconto agostano su Don Roberto, nato in Argentina insieme a numerosi fratelli, che era stato letteralmente estratto a sorte come colui che avrebbe studiato da prete.
Post: Pantaloni neri al vento , di Chiara Bertora

Ci sono tanti modi per sentirsi in vacanza, anche a casa. Scopriamone sette insieme…
Post: 7 modi per sentirsi in vacanza , di Silvia Algerino

Marketing
Quanto è importante la comunicazione e la promozione dell’attività su Internet per un bed & breakfats o un agriturismo?
Post: Lettera estiva a un Bed&Breakfast , di Silvia Comerio

Data protection, Privacy
Una ricerca di Jonathan Obar, dell’università di York, e Anne Oeldorf-Hirsch, dell’università del Connecticut, sulle policy privacy e i termini di servizio, valuta la misura in cui gli utenti ignorano entrambe le informative quando si iscrivono ad un sito.
Post: La più grande bugia in Internet , di Bruno Saetta

Urbanistica
Come identificare e studiare le città e le geometrie che le caratterizzano con Google Maps: piante radiali, a scacchiera, curve di livello nei borghi.
Post: Le città viste dall’alto, studiare l’urbanistica con GoogleMaps , di Emanuela Pulvirenti

Cucina
Una ricetta semplice e veloce per la colazione mattutina.
Post: Ciambella con le mele variegata al cappuccino , di Alessia Pellegrini

Tools, Tutorials
Un interessante tool utilizzabile via web per fare il backup delle foto caricate su Instagram: Use Instaport.
Post: Come effettuare il backup delle foto di #Instagram , di Andrea Toxiri

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da Sonia Bertinat, Emma Frignani, Roberto Gerosa, Daniela Pellegrini, Anna Pompilio.

a cura di Paola Chiesa


Il cittadino digitale

 

Quali sono gli aspetti che caratterizzano un cittadino digitale?

Dovessi mai dire se ed in che misura mi sento una cittadina digitale, dovrei rapidamente immaginarmi nelle seguenti situazioni prima di rispondere:

  • riesco tecnicamente ad accedere a Internet?
  • ho dimestichezza con i vari device quali pc, notebook, smartphone, tablet…
  • so comunicare nei vari social network, osservando le eventuali social media policy?
  • sono in grado di migliorare la mia formazione attraverso corsi online, webinar e videoconferenze?
  • riesco ad acquistare e a vendere prodotti e servizi online attraverso l’e-commerce?
  • so adottare le minime misure necessarie ai fini della sicurezza informatica?
  • riesco a procurarmi agevolmente le informazioni sul web e sono consapevole del fatto che non tutti i contenuti online sono attendibili?
  • partecipo agevolmente a progetti di e-government e cittadinanza attiva? Firmo petizioni e rispondo a sondaggi online?
  • mi comporto in rete secondo un’etica digitale, che si esprime non solo nell’utilizzare un linguaggio ed uno stile adatto ai diversi contesti , ma anche nella consapevolezza delle potenzialità e dei rischi che la comunicazione digitale implica, per sé e per gli altri, in particolare per i minori?
  • sono conscia del fatto che la navigazione su internet e la condivisione di contenuti può comportare delle conseguenze relativamente alla protezione della privacy e del diritto d’autore?

Sicuramente le domande potrebbero continuare, ma a questo punto il dubbio che sorge è un altro: ha senso che sia io a definirmi cittadina digitale o meno? In base a quali parametri? E comunque, che cosa cambierebbe?

Parlami e dimenticherò, insegnami e ricorderò, coinvolgimi e imparerò, diceva qualcuno…

Proprio il coinvolgimento è l’ingrediente essenziale se vogliamo che il digitale abbia ripercussioni utili nella nostra vita, personale lavorativa e di cittadini. A pochi giorni dalla conclusione della consultazione pubblica per la crescita digitale predisposta dalla Presidenza del Consiglio, insieme al Ministero dello Sviluppo Economico, all’Agenzia per l’Italia digitale e all’Agenzia per la Coesione, cui abbiamo partecipato, insieme tra gli altri al Centro Studi Informatica Giuridica di Ivrea-Torino, si spera che si appronti un programma strutturato di alfabetizzazione digitale dei cittadini, degli studenti e delle imprese; il digitale non va considerato un hobby o una passione per gli entusiasti della tecnologia, così come non deve alimentare forme di volontariato, che purtroppo non aiuterebbero a considerare il digitale come strumento strategico sia per la formazione dei cittadini, più o meno giovani, sia per le imprese, sia per la Pubblica Amministrazione. La diffusione della cultura digitale tra i cittadini, così come lo sviluppo di competenze digitali nelle imprese e nella PA, può contribuire a sollecitare una domanda capace di generare un’adeguata offerta innovativa e qualificata. Ma prima ancora crea una società più consapevole, quindi critica.

Il digitale lo usi, la cultura digitale la costruisci, la cittadinanza digitale è una conquista collettiva di civiltà, che presuppone uno Stato che investa sui suoi cittadini, sulle imprese, sulla propria organizzazione.

E la strada, almeno da noi, non è proprio breve…

Paola Chiesa