bla bla blogger 20 marzo 2017

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia per questa settimana la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati” e “segnalati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura. Tali post, condivisi dai blogger della community #adotta1blogger all’interno dell’omonimo gruppo chiuso su facebook, li vogliamo mettere in comune, per contribuire nel nostro piccolo alla diffusione della conoscenza. Con il caratteristico spirito di condivisione che ci caratterizza, basato sull’approfondimento e sulla ricerca di un confronto costruttivo.

Buona lettura!

In questa rassegna stampa si parla di tools, marketing, comunicazione, campagne di condivisione, ecommerce.

Tools
Migliori plugin WordPress per Redirect 301 , di Angelo Mele

Condivisione e relazioni sui social network , di Bruna Athena

Marketing
I gironi dell’inferno del lavoro , di Francesco Brioweb Russo

Facebook: il futuro dei brand è in mano agli utenti? di Luca Marinelli

Comunicazione
La lista delle mie cazzate per non comprare , di Francesca Luciani

Campagne di condivisione
Le Pink Amazons: donne speciali? Ecco perché devi conoscerle , di Silvia Bonasegale Camnasio

eCommerce
I fattori di posizionamento di un eCommerce nel 2017, secondo Searchmetrics , di Tagliaerbe
Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Simone Bennati, Noemi Bengala, Andrea Girardi.

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 13 marzo 2017

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia per questa settimana la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati” e “segnalati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura. Tali post, condivisi dai blogger della community #adotta1blogger all’interno dell’omonimo gruppo chiuso su facebook, li vogliamo mettere in comune, per contribuire nel nostro piccolo alla diffusione della conoscenza. Con il caratteristico spirito di condivisione che ci caratterizza, basato sull’approfondimento e sulla ricerca di un confronto costruttivo.

Buona lettura!

In questa rassegna stampa si parla di mindfulness, social media, marketing, blogging, networking, moda.

Mindfulness
Multitasking e mindfulness , di Carmen Innocenti

Social media
Come utilizzare gli album di Instagram senza perdere follower , di Alessandra Gallucci

Telegram: come gestire il proprio canale con Markdown bot , di Flavius Florin Harabor

Marketing
Social Strategy per Hotel: 10 consigli di Veronica Gentili

Blogging
Abiti comodi , di Margherita Penza

Networking
Partecipare ad un evento: manuale di sopravvivenza , di Cora Francesca Sollo

Moda
Vetements, Demna Gvasalia e la moda sensitiva , di Maura Migliorini

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Eleonora Magon, Simone Bennati, Rita Fortunato, Gloria Vanni, Sara Tassara, Angela Del Giudice.

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 19 dicembre 2016

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia per questa settimana la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

In questa rassegna stampa si parla di blogging, marketing, social media, turismo, psicologia.

Il buio di quei sette chilometri conteneva la trepidazione dell’attesa della felicità di un pacco da scartare. Il pacco conteneva al contempo una sorpresa e una certezza. Non si può rimanere delusi da un regalo quando si è bambini, ogni regalo è bello solo perché lo è.
Ma ad Hamelin, nella Bungelosenstraße, cioè la via senza tamburi, è proibito danzare o suonare. La fiaba del Pifferaio Magico ci suggerisce il motivo, ma cosa dicono le fonti storiche?
Nel frattempo l’Italia digitale adotta l’engagement e lo trasforma in “coinvolgimento“. È creare relazioni basate su fiducia e rispetto, comprensione e accettazione. È mettere le basi per un progetto comune. È tempo.
A proposito di tempo, stando a quanto riscontrato da SocialBakers, l’80% delle visualizzazioni ottenute dai Facebook Instant Articles si concentra nel giorno di pubblicazione. Nei giorni immediatamente successivi si ha un vero e proprio crollo delle visualizzazioni.
Non dimentichiamoci che una strategia di marketing basata sull’ascolto del proprio pubblico, delle esigenze delle persone, è la chiave per il successo di un marchio.
Senza ignorare che esiste anche l'”effetto Carrozzone“, per cui siamo portati a fare qualcosa solo perché (tante) altre persone lo fanno, a prescindere dalle nostre convinzioni che tendiamo a ignorare o a cambiare. Questo effetto viene sfruttato molto in politica, oltre che nella vendita. Guarda caso…
Per riprenderci non resta allora che andare in Sicilia, nell’Isola di Ortigia, cuore pulsante di Siracusa, piccola gemma barocca avvolta dal fascino del mito.

Ovvero:

Blogging
Riflessioni sul Natale
Post: Il Natale nella vescicola dei dolci ricordi , di Chiara Bertora

Le radici storiche del Pifferaio Magico
Post: Dietro le quinte di “Natale ad Hamelin”: le radici storiche del Pifferaio Magico , di Celeste Sidoti

Marketing
Un caso di studio di marketing basato sui social network
Post: Marketing: fashion style , di Francesco Brioweb Russo

Come misurare il coinvolgimento dell’engagement digitale
Post: Engagement: fidanzamento o coinvolgimento? di Gloria Vanni

Social Media
Alcuni consigli per ottimizzare gli Instant Articles
Post: Facebook Instant Articles: analisi del comportamento dei lettori , di Simone Bennati

Turismo
Cosa vedere a Siracusa
Post: Siracusa e l’isola di Ortigia , di Bruna Athena

Psicologia
Automatismi che ci portano a valutare e a decidere secondo schemi che al nostro cervello risultano facili e poco impegnativi.
Post: 20 Distorsioni cognitive che influenzano le nostre scelte , di Luca Bertuccini

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Sara Tassara, Emma Frignani, Silvia Bonasegale Camnasio, Noemi Bengala, Francesco Brioweb Russo.

a cura di Paola Chiesa

bbb1


bla bla blogger 21 novembre 2016

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia per questa settimana la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

In questa rassegna stampa si parla di social media, sostenibilità, marketing, donne, blogging, arte, tools.

Una fan page su Facebook o una pagina aziendale su LinkedIn raccontano la vita dell’impresa e le sue relazioni. Condividono informazioni con i follower. Confermano la volontà dell’impresa di mettersi in gioco e di comunicare. Questo è un primo segnale di coerenza, attenzione ai dettagli e umanità.
Come gli abbracci, che fanno bene e fanno pensare pulito. Se chiudo gli occhi, sento ancora il profumo della resina, la corteccia ruvida contro le braccia, il solletico degli aghi e quel prodigio di energia che mi legava al mio pino. È (anche) in ricordo di quegli abbracci che ho deciso di regalare alberi virtuali e reali.
Ha uno sguardo vivace ed è una bellissima donna con un velo rosso in testa. La guardo e, al di là del suo sguardo distante e un po’ diffidente, mi passa in un attimo l’immagine di lei nella sua terra e immediatamente sento per la prima volta quanto possiamo “essere estranei” per alcuni genitori. Le dico che vado a vedere di persona, come sta suo figlio e se le fa piacere posso tornare a raccontarle cosa sta accadendo. Mi sorride e, per la prima volta, percepisco una vicinanza possibile.
In fondo è il nostro orientarci nelle relazioni sociali a determinarci come individui competenti per gli altri rimanendo, allo stesso tempo, fedeli a noi stessi e con la giusta autostima.
Poi c’è l’obiettivo di Steve McCurry, che nei luoghi del mondo dove la vita è più difficile ha saputo raccogliere immagini di forte impatto emotivo e indescrivibile poesia: dalle Torri Gemelle alla Guerra nel Golfo, dal conflitto in Afghanistan al Giappone dopo lo tsunami, dai bambini soldato al dolore degli ospedali in zone di guerra.
Infine un tool per riuscire ad elaborare velocemente il materiale fotografico a propria disposizione. Ricordando che, come al solito, se si vuole fare veramente la differenza, il consiglio è quello di affidarsi a dei professionisti.
Anche perché coloro che non si occupano in modo professionale di creatività, di fronte a qualcosa di distonico possono dire solo un “non mi piace”, mentre il professionista ha l’atteggiamento del “non funziona” ed è in grado di spiegarne il perché.

Ovvero:

Social Media
Lo sviluppo commerciale di un’impresa sul web si basa su una presenza solida e coerente, ma il sito web non è sufficiente
Post: Come creare una pagina aziendale su LinkedIn , di Diego Ricci

Sostenibilità
Un regalo originale? Un albero!
Post: Regalare alberi? Che idea geniale per un mondo migliore! di Gloria Vanni

Marketing
Un progetto di comunicazione è fatto di strategia, posizionamento, flussi e… creatività
Post: Lo sviluppo creativo: un approccio che deve essere professionale , di Daniela Pellegrini

Donne
L’esperienza di lasciare il proprio bambino piccolo può assumere tinte molto differenti a seconda della storia di ciascuna donna e del proprio viaggio di madre.
Post: Donne in viaggio , di Luigina Marone

Blogging
In base a cosa si misura il valore di una persona? Autostima e fiducia nelle proprie capacità sono sinonimi?
Post: Valore o autostima? Come si distinguono (o misurano) di Rita Fortunato

Arte
McCurry e la sua attività di fotoreporter impegnato “senza confini” nei luoghi del mondo dove si accendono conflitti o dove si concentra la sofferenza di popolazioni costrette a fuggire.
Post: Steve McCurry – “Senza Confini”, la mostra fotografica a Napoli , di Sara Daniele

Tools
BeFunky, interessante tool di fotoritocco online
Post: Devi modificare una foto? Prova il Photo Editor di BeFunky! di Simone Bennati

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Gloria Vanni, Silvia Bonasegale Camnasio, Loris Castagnini, Monica Simionato, Lisa Bortolotti, Rita Fortunato.

a cura di Paola Chiesa

bbb1


bla bla blogger 7 novembre 2016

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia per questa settimana la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

In questa rassegna stampa si parla di marketing, cucina, turismo, scrittura, psicologia.

I post autocelebrativi oltre ad essere inutili da un punto di vista comunicativo hanno quel sapore amaro grazie al quale riescono ad ottenere l’effetto opposto rispetto alle intenzioni di chi li pubblica. Cerchiamo piuttosto di riuscire a comunicare i punti salienti che ci hanno portato a risolvere, meglio di altri, uno specifico problema.
In fondo anche per azzeccare la ricetta della parmigiana con la zucca e le patate dobbiamo prima sbucciare, lavare e tagliare a fette sottili le patate.
Non è raro imbattersi in blog in cui è evidente la mancanza di un progetto alla base, ma tutto ruota attorno a suggestioni o ispirazioni momentanee e a pettegolezzi.
Diverso è il caso di quei travel blog, nei quali il/la blogger non legge e non si informa per niente. Anche a costo di tralasciare qualcosa, cammina per le strade di una città senza sapere esattamente dove andare, cosa e dove mangiare e cosa c’è da fotografare, per provare stupore e avere la libertà di sbagliare strada.
Se parliamo di efficacia delle immagini nei siti di cliniche e strutture veterinarie, invece, è bene sapere che non bisogna lasciare nulla al caso. Infatti, le immagini più efficaci sono quelle che rappresentano pazienti in salute, con una medicazione finita ed il proprietario sorridente. Tutto ciò trasmette fiducia e rassicura sulla competenza del medico, con conseguente soddisfazione del cliente.
Poi c’è la vita di tutti i giorni, nella quale, in misura più o meno evidente, ci ritroviamo a convivere con i nostri Mr Hyde o le nostre parti supereroi. È importante riconoscere le voci che dentro di noi parlano un’altra lingua emotiva, che incarnano ruoli ideali o deprecabili. Perché non solo integrarli ci permette di padroneggiarli meglio, ma non facendolo il rischio è quello di buttarli (proiettarli) sugli altri che diventano nemici, persecutori o oggetti di invidia.
In Dedalus, l’alter ego di James Joyce, maestro del flussi di coscienza, ci mostra come la mente, il pensiero e la coscienza eseguano dei voli. Anche queste righe saranno dei voli pindarici? Con le traiettorie, gli arresti improvvisi, le discese in picchiata e le risalite eleganti…

Ovvero:

Marketing
Come con una corretta strategia una comunicazione apparentemente inutile può trasformarsi in una vera e propria storia da raccontare, fin dal principio.
Post: Web marketing per comunicare i successi aziendali? di Raffaele Landolfi

L’importanza delle immagini in una strategia di marketing per medici
Post: L’immagine giusta? quella che emoziona anche un bambino , di Silvia Camnasio

Cucina
La ricetta della parmigiana con zucca e patate
Post: La favola di Nina che è andata in bianco ma si è rifatta con una parmigiana di zucca e patate , di Alessandra Bruni

Turismo
Creare un travel blog per far viaggiare tutti virtualmente.
Post: Creare un travel blog per viaggiare sognando , di Bruna Athena

Scrittura, Blogging
Riflessioni e considerazioni sull’opera Dedalus di James Joyce.
Post: #LetteraAlloScrittore: in volo con Dedalus e James Joyce , di Rita Fortunato

Riflessioni sul blogging.
Post: Il blog non è solo un passatempo , di Ferruccio Gianola

Psicologia
L’importanza di riconoscere le voci che dentro di noi parlano un’altra lingua emotiva, che incarnano ruoli ideali o deprecabili.
Post: Il nostro doppio nel cinema e nella vita , di Sonia Bertinat

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Sonia Bertinat, Federica Segalini, Andrea Girardi, Noemi Bengala, Nick Murdaca.

a cura di Paola Chiesa

bbb1


bla bla blogger 5 settembre 2016

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia per questa settimana la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

In questa rassegna stampa si parla di blogging, marketing turistico, privacy, urbanistica, tool tecnici, cucina.

“È possibile fare il backup delle foto caricate su Instagram ?” Chiedilo a Mr Tozzo.
Per me vacanza è poter continuare a leggere indisturbata, senza limiti e senza tempo. E preparare la torta per la colazione della settimana, perché i rovi con cui combatto tutto l’anno, ad agosto mi concedono una buona quantità di more.
A proposito di combattimenti, a scopo difensivo è nata anche Venezia. Durante il Medioevo, infatti, le genti minacciate dai barbari sulla terraferma si rifugiarono su quegli isolotti di fronte alla costa edificando pian piano la città che conosciamo. Nessuno schema urbanistico geometrico, ovviamente, ma una crescita che asseconda le forme naturali del luogo.
C’è un luogo che fa affiorare i ricordi di una persona particolare, Don Roberto, che era tra i primi a farmi gli auguri per l’onomastico, dato che la canonica affacciava sul giardino di mia nonna. Per la precisione quel che affacciava era il filo da stendere di Don Roberto, con la sua serie di calzoni neri al vento.
Altro che privacy…
Del resto anche oggi le policy privacy e i termini di servizio dei siti internet sono generalmente saltati in quanto visti come un fastidio, con un sovraccarico di informazioni spesso difficili da comprendere.
Ma tu che hai un B&B o un Agriturismo, distinguiti: scatta foto del territorio, dei tuoi clienti, del tavolo della colazione con una torta speciale, gira spezzoni di video con il tuo smartphone e fai firmare un modulo privacy che li iscriva alla tua newsletter. Già, perché sei tu il cuore pulsante dell’ospitalità italiana!

Ovvero:

Scrittura, Blogging
Un racconto agostano su Don Roberto, nato in Argentina insieme a numerosi fratelli, che era stato letteralmente estratto a sorte come colui che avrebbe studiato da prete.
Post: Pantaloni neri al vento , di Chiara Bertora

Ci sono tanti modi per sentirsi in vacanza, anche a casa. Scopriamone sette insieme…
Post: 7 modi per sentirsi in vacanza , di Silvia Algerino

Marketing
Quanto è importante la comunicazione e la promozione dell’attività su Internet per un bed & breakfats o un agriturismo?
Post: Lettera estiva a un Bed&Breakfast , di Silvia Comerio

Data protection, Privacy
Una ricerca di Jonathan Obar, dell’università di York, e Anne Oeldorf-Hirsch, dell’università del Connecticut, sulle policy privacy e i termini di servizio, valuta la misura in cui gli utenti ignorano entrambe le informative quando si iscrivono ad un sito.
Post: La più grande bugia in Internet , di Bruno Saetta

Urbanistica
Come identificare e studiare le città e le geometrie che le caratterizzano con Google Maps: piante radiali, a scacchiera, curve di livello nei borghi.
Post: Le città viste dall’alto, studiare l’urbanistica con GoogleMaps , di Emanuela Pulvirenti

Cucina
Una ricetta semplice e veloce per la colazione mattutina.
Post: Ciambella con le mele variegata al cappuccino , di Alessia Pellegrini

Tools, Tutorials
Un interessante tool utilizzabile via web per fare il backup delle foto caricate su Instagram: Use Instaport.
Post: Come effettuare il backup delle foto di #Instagram , di Andrea Toxiri

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da Sonia Bertinat, Emma Frignani, Roberto Gerosa, Daniela Pellegrini, Anna Pompilio.

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 18 luglio 2016

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia per questa settimana la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

Là c’è il mare e il posto non è male, ma… non sopporti più nulla: l’assenza di aria ti sta soffocando, il sole a picco che ti segue, quel terribile vociare di bambini che saltano a destra e sinistra, lo slalom tra la gente che gioca a volley, i castelli di sabbia che si sgretolano asciutti.
Con l’arrivo dell’estate, per moltissimi blog accadono solitamente due cose… scopriamole!
Ma… a Elli non interessava quello spazio angusto: lei sognava la Luna, così bella, rotonda, candida, distante.
Si conferma il dato di quel macro-segmento importante nel marketing turistico ma sottovalutato in fase strategica: le donne. Sono loro al centro del processo decisionale. Gli uomini, vuoi per pigrizia, vuoi per maggiore capacità di adattamento, spesso delegano a mogli e fidanzate l’organizzazione di viaggi e vacanze.
Vorrei poterti dire che ho voltato pagina, che ho detto basta, che ho chiuso per sempre con te. E con i dolci. Con la cioccolata, con la panna, con lo zucchero, con le torte, con i gelati. Ma non te lo dico, perché ti mentirei. Su tutto.
Ecco, ognuno ama partendo da un vissuto personalissimo e unico; passa per percorsi che manco ci s’immagina; ha finalità le più disparate; è per sempre o per un momento effimero oppure a intermittenza, con una oppure più persone. Ama ed è amato; o ama ma seppur respinto continua ad amare; ama e odia allo stesso tempo.
Il tempo. Una delle cose che amo di Lisbona é la percezione del tempo, di quello passato, che peró é ancora presente. Non é un ossimoro, ma é quello che ho avvertito, azzardando una mia reinterpretazione della saudade portoghese.
Questione di tempo, e Facebook rivoluzionerà le pagine aziendali che assomiglieranno sempre più ad un sito internet, per la gioia di tutti quegli imprenditori che fanno della cultura del risparmio un loro cavallo di battaglia. Ma costoro ignorano un dato oggettivo: i social possono cambiare le regole da un momento all’altro, mentre un sito internet di proprietà sarà realizzato in base alle proprie esigenze personali.
Spostiamo il focus sull’utilità di ciò che facciamo. Per esempio, il Klout Score è veramente un parametro così utile, ai fini della misurazione della propria popolarità sui social?

Ovvero:

Scrittura, Blogging
Elli dorme sola. di Emma Frignani

Il web e la ricerca della leggerezza. di Andrea Girardi

Beghine bacchettoni baciapile. di Luca Bedino

Marketing
Donne e marketing turistico. di Silvia Comerio

Come ti frego il Klout con un tweet. di Andrea Toxiri

Facebook rivoluzionerà il web design? di Angelo Cerrone

Come gestirai il tuo blog durante l’estate? di Francesco Gavello

Turismo
Lousitania Express, treno di notte da Lisbona. di Mafalda D’Alessandro

Cucina
Vorrei ma non posso e quindi posto: gelati su stecco allo yogurt e frutti di bosco. di Alessandra Bruni

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Margherita Penza, Nick Murdaca, Sonia Bertinat, Mafalda D’Alessandro, Luca Borghi, Gloria Vanni, Noemi Bengala.

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 11 aprile 2016

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia per questa settimana la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

Parlare di teoria è spesso necessario per sviscerare al meglio un argomento, una via obbligata per arricchire il proprio know how e migliorare. Ma sono necessari anche esempi pratici, per chiarire concretamente quanto detto a livello teorico. Vediamo il case study dell’ecommerce Lovethesign con protagonista Luca Argentero.
Tra teoria e pratica, AMP è una tecnologia Open Source che ha come obiettivo proporre pagine web ottimizzate per il mobile, con lo scopo di velocizzare il processo di apertura eliminando tutto quello che non serve ed è superfluo per la lettura, quindi elimina Javascript e minimalizza i CSS.
Invece SumoMe è una suite di strumenti per far crescere il traffico del tuo sito web di qualsiasi piattaforma, attraverso tre app procipali: List builder, Heat maps, Sharing bar.
Ma le porte della primavera sono state varcate già da un pezzo così come sono sbocciate, meravigliose e variegate come i fiori, le lettrici di marzo mostratesi attraverso i loro #CurriculumDelLettore. Chi ci sarà quindi nel primaverile terzetto di marzo?
Sei un viaggiatore se in paesi lontani fotografi cose che hai anche a casa tua, ma che quando sei in Italia non ti accorgi neanche della loro esistenza.
Prendi Venezia, che è a tutti gli effetti un marchio, ma non tutti sanno che è altrettanto corretto percepire lo Spritz come un marchio con una propria identità, legato però al “marchio genitore”.
Un po’ come alla Casa della Plastica dove ci sono molti giocattoli: Barbie, valigette con dentro le cose che servono per ricamare, bambolotti di diversi specie…
Ma chi riesce a trasformare i luoghi in meglio? Alcuni Travel Blogger lo fanno. Sono principi azzurri che pattugliano continuamente il mondo in cerca di Cenerentole da riabilitare e matrigne da sconfiggere.
In fondo, la veridicità delle nostre dichiarazioni è la base su cui si edifica il nostro contratto sociale, e anzi di più la nostra anteriore organizzazione relazionale. Senza quella veridicità non c’è possibilità di accordo, di patto, di organizzazione e di spartizione di compiti.

Ovvero:

Scrittura, Blogging
Passeggiata intorno alla finzione. di Costanza Jesurum

Alla Casa della Plastica. di Susanna Albini

CurriculumDelLettore: il primaverile terzetto di marzo. di Rita Fortunato

Marketing
Luca Argentero e LOVEThESIGN: scelta di un ambassador. di Matteo Pogliani

Il marketing e lo spritz, l’aperitivo con la A maiuscola di Venezia, quale lezione trarre? Ecco la risposta…  di Francesco Brioweb Russo

Turismo
Un travel blogger può cambiare il destino di un paese. di Sarita Fratini

Sei un viaggiatore se… di Marika Laurelli

Tools, Tutorials
AMP, SEO e WordPress. di Domenico Puzone

SumoMe, il set di strumenti per far crescere il traffico del tuo sito. di Bernardo Mannelli

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Primavera Contu, Sarah Liotto, Daniela Pellegrini, Silvia Camnasio, Gloria Vanni, Matteo Pogliani.

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 21 marzo 2016

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia per questa settimana la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

Il Wi-Fi, croce e delizia di Bed&Breakfast e turisti, è uno dei servizi più apprezzati di sempre. Ma occhio alle “spine”. Quando non funziona o quando è assente, piovono lamentele che rischiano di incrinare la web reputation, perché è online che il Cliente ama lamentarsi di gusto.
Lo studio delle Buyer Personas è un principio di marketing fondamentale, in alcune aziende dove sono presenti più prodotti e servizi si procede con la segmentazione di pubblico, si creano diversi gruppi di persone in base agli interessi, gusti, comportamenti e caratteristiche demografiche.
Ma troppo spesso le campagne di marketing sul web assumono i connotati di operazioni mordi-e-fuggi, e ancora più spesso accade che all’interno del piano di marketing che presiede e organizza la promozione non sia integrata una strategia di misurazione dei dati.
Peraltro lo smartphone ha rivoluzionato la comunicazione: ci informiamo, scambiamo e condividiamo contenuti, effettuiamo pagamenti e transazioni, inviamo documenti. Alla luce di questi cambiamenti diventa fondamentale intraprendere una strategia di Mobile Marketing molto accurata ed efficace.
E usare più GIF nel content marketing? Le GIF sono tendenzialmente “ipnotiche” e permettono di creare un dialogo più friendly rispetto alla semplice immagine. Sfruttando la potenza dell’effetto “ipnosi” sul lettore, una bella GIF, può avere ottime possibilità di condivisione, e maggiori possibilità di divenire virale, rispetto ad una semplice immagine.
Si sa, la bellezza è nel dettaglio. Qualunque cosa nata per scopi funzionali (come la tipografia o il computer) può avere il suo punto di forza nella precisione e nell’estetica.
Chi non vive a un livello di potenziale tale da farlo sentire bene, da farlo esprimere per quel che vorrebbe, spesso è ingabbiato in una mente che dimentica il corpo o in un corpo che dimentica la mente.
Galeotto fu un libro sui viaggi in Asia e quelle due pagine dedicate alla festa buddista più importante dell’anno in Sri Lanka: l’Esala Perahera. Tutto quello che è venuto dopo è stato costruito per essere proprio lì in quei giorni, per assistere dal vivo ad uno degli eventi più attesi dell’anno da tutto il popolo singalese.
Invece io mi sono sparata 8 anni di suore. Nell’ordine: Benedettine, Marcelline e Dorotee dove ho passato solo un anno e finalmente sono riuscita a farmi cacciare. Che se ci fosse un album delle figurine dell’ordine religioso cattolico, quello sarebbe l’unico album che avrei mai finito in vita mia.

Ovvero:

Social media
Come Creare le Buyer Personas per i Social Media. di Marina Pitzoi

Marketing
Il Wi-Fi gratuito è un Cactus! di Silvia Comerio

Marketing Analytics: definire una strategia di misurazione. di Fabio Piccigallo

Mobile Marketing: il futuro della promozione corre in mobilità. di Luca Borghi

Creazione di GIF nel content marketing. di Valentina Baldon

Psicologia, Pedagogia
D-Istruzione. di Vali Billi Morichi

Arte
Calligrafia, l’arte della bella scrittura. di Emanuela Pulvirenti

Turismo
In Sri Lanka per Esala Perahera. di Anna Zielo

Benessere, Salute
Mantenere il peso giusto con una nuova cultura corpo e mente. di Francesca Sanzo

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Valentina Baldon, Cora Francesca Sollo, Rita Fortunato, Francesco Ambrosino, Valeria Bianchi Mian, Massimo Della Penna, Luca Bedino, Gloria Vanni, Monica Simionato.

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 15 febbraio 2016

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia per questa settimana la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

Quando applichiamo le tecniche per il posizionamento nei motori di ricerca per qualsiasi produzione di contenuti, compresi i social, il nostro cervello ragiona un po’ alla Google: vede una stringa, digita delle parole, e queste corrispondono al riassunto di ciò che a lui serve. Insomma, SEO!
Se il tuo scopo è invece creare dei contenuti visual che non richiedono doti particolari, o capacità professionali specifiche, esistono diversi strumenti gratuiti che ti saranno davvero utili, tipo Pablo, Picmonkey, Riddle, Recordit, Piktochart.
Oppure devi occuparti di social media monitoring, e allora con la social app Mention puoi attivare degli alert corrispondenti a determinate parole chiave, relativamente a persone, prodotti, argomenti o marchi e di ricevere direttamente in mail tutte le citazioni che il motore della piattaforma è riuscito a rilevare.
Sai perché le Facebook ADS devono assumere un ruolo importante nella tua strategia di marketing e di comunicazione? Prenditi qualche minuto e mettiti comodo, perché ne avrai da leggere.
Tanto, tutto passa, anche i penfriends e San Valentino, ma per i whoopie pies c’è sempre tempo!
E poi, se non ci pensi, la vita ti stupisce; accade per esempio a Valleremita, nelle Marche.
Interessante come ci siano degli elementi tipici dei film di Quentin Tarantino dai quali un blogger, un web writer o un copywriter potrebbero (e dovrebbero) trarre insegnamento.
A proposito, per sviluppare lo spirito di gruppo tra gli attori, può essere utile svolgere insieme un esercizio, nel quale una persona sarà lo scultore e l’altra sarà la statua di creta.
D’altra parte, il gruppo può essere una grande risorsa, ma anche un rischio. Aiuta ad affrontare situazioni difficili, è solidale, ma può essere anche promotore di azioni criminose e violente e ideologie discriminatorie. Psychofilm è allora una rassegna che affronta il tema delle dinamiche gruppali attraverso l’uso del linguaggio cinematografico.

Ovvero:

Scrittura, Blogging
A scuola di storytelling da Quentin Tarantino. di Francesco Ambrosino

SEO
Come fare SEO con Linkedin. di Giulia Bezzi

Turismo
Se non ci pensi, succede — Valleremita/Monte Puro (Marche). di Federica Farinelli

Cucina
La lettera che non ti ho mai scritto (tanto non avresti risposto), da accompagnare con simil Whoopie pies a cuori rosa. di Alessandra Bruni

Cinema, Teatro
Esercizio: come una statua di creta. di Elisa Elena Carollo

Pedagogia, Psicologia
Rassegna Psychofilm: dinamiche di gruppo. di Laura Salvai

Tools, Tutorials
Facebook ADS: come scrivere un’inserzione efficace. di Ludovica De Luca

5 Tool gratuiti per creare i tuoi contenuti visual. di Luca Borghi

Come ho usato Mention per individuare la mia nicchia. di Maura Cannaviello

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Rita Fortunato, Fabio Piccigallo, Valentina Perucca, Andrea Girardi, Gaspare Burgio, Valeria Bianchi Mian, Francesco Ambrosino.
a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 11 gennaio 2016

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia per questa settimana la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

Il mondo è semplice, se utilizziamo come discriminante il grado di consapevolezza, ad esempio per individuare tre gruppi di utenza su facebook: il neofita, il social media manager stacanovista e il saggio. Il saggio potrebbe sembrare snob, perché ignora il 75% dei post scritti dai suoi amici. E pensare che non sta facendo altro che fare quello che una persona sana di mente dovrebbe fare: imparare a scartare e ad usare le proprie energie laddove strettamente necessario.
Cosa succederebbe se le aziende cominciassero a usare in maniera più massiccia i social come canali di customer care?
Ipotizziamo il caso che abbiate già un profilo Pinterest aperto, un po’ (tanto) disorganizzato con molte board (molte di queste inutilizzate), con tantissimi pin fuori post, molti pin doppi e con delle descrizioni incomplete. Stop! Fermati! Non pinnare più!
E’ una questione psicologica: perché funzionano tanto i coupon di sconto? Fanno scattare tre semplici “molle” in ognuno di noi, rendendosi irrinunciabili, soprattutto attraverso i social media: risparmiare denaro, risparmiare tempo, riparmiare energia mentale.
E se li comunichi via posta elettronica, ricordati che la firma email non è solo un buon promemoria sul come essere ricontattati. Se utilizzata in maniera appropriata può diventare un potente strumento di marketing.
A volte ci sono curiosità che le guide cartacee non dicono e che si possono scoprire solo avendo la fortuna di poter girare la città (ad esempio Cordoba) con una guida locale che ti racconta proprio tutto sulla sua città, che ti trasmette il suo orgoglio ed è pronta a rispondere ad ogni tua domanda.
Sarà anche una questione di empatia? Ad esempio un bambino dislessico soffre delle sue difficoltà. Soffre nel vedere che laddove lui ci impiega tanto tempo per scrivere o fare un calcolo, il suo compagno di banco ha già finito. E si scoraggia… In tal caso non basta incoraggiare il bambino dicendogli: puoi farcela, sei intelligente! La vera “medicina”  è proprio l’empatia.
E poi si sa, tutto ciò che si presenta bene ai nostri occhi, risulta molto più invitante anche da mangiare! Il cibo è una gioia non solo per il palato, ma anche per gli occhi. E quindi, cosa occorre per fotografare il cibo?
In ogni caso, condividiamoli i post! Abbiamo ottimi strumenti, tra cui la piattaforma italiana (e gratuita) Postpickr, che ci aiutano nella programmazione dei post sui vari social network, soprattutto quando si hanno molti blog da gestire e gestioni di tipo aziendale.
Perchè gli utenti leggono, vero?

Ovvero:

 Social media
Antropologia dell’utente Facebook: il neofita, l’esperto, il saggio. di Emanuela Goldoni
Il Restyling del vostro Profilo Pinterest. di Simone Milano Stricelli

Social customer care
Social Customer Care, è giunto il momento. di Federico Simonetti

Social media marketing
Il logorio cerebrale ed il social media marketing. di Alessandro Pozzetti

Turismo
Cordoba: le curiosità che non vi dirà mai nessuno… se non avrete una guida di Emanuele Ghidoni

Pedagogia, Psicologia
Empatia: la prima vera “medicina” per un bambino in difficoltà. di Rossella Grenci

Tools, Tutorials
Come fotografare il cibo: la guida completa. di Francesco Magnani
Come fare una firma email professionale in 3 passi (+ 2). di Cosimo Varricchio
Programmare i tuoi post: si o no? PostPickr alternativa vincente! di Mary Perez

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Gloria Vanni, Luca Borghi, Matteo Pogliani, Antonio Rotundo, Nicoletta Sala, Sylvia Baldessari, Alessandro Pacilli, Silvia Camnasio.

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 23 dicembre 2015

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia oggi la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

Possiamo parlare finalmente di un mercato globale digitalizzato che si regge su tre concetti:qualità dei prodotti, marketing e servizio clienti.
Non dimentichiamoci mai che la comunicazione deve sempre essere strategica per brand e aziende e non solo far parlare di sé senza uno scopo concreto. Non si vive di sola visibilità,  il fumo non basta più. Se non si è capaci lasciamo stare. È meglio.
Cosa vuole dire essere primi? Quanto vogliamo essere primi in tutto e per tutto, o ci sentiamo meglio ad essere consistenti ed interessanti per un gruppo?
La positività a tutti i costi, ci rende finti, stupidi e fragili. Deve essere il risultato di un processo interiore di consapevolezza ed accettazione di noi stessi così come siamo.
Io alla storia delle fasi che iniziano e finiscono senza lasciar traccia, non ci ho mai creduto. Ogni evento lascia un segno, una propaggine, un pezzettino, un sassolino che ci accompagna al riparo in una tasca. Ed è bello che sia lì, nella tasca dico, perché mi piace poter infilare la mano e sapere che sono io, sempre, e anche quel sassolino che mi porto dietro è parte di me.
Ricorderò sempre quando un giorno il Guerriero mi disse:  “Io e te siamo pareja, siamo uguali dentro questa relazione”.
E poi… c’è qualcosa di magico nelle biblioteche. Sono luoghi dove, non appena si entra, non si può fare a meno di ammutolire, non solo per rispettare chi vi sosta per leggere o studiare ma anche per l’immensità della cultura conservata e per come sono predisposti gli spazi.

Ovvero:

I negozi del futuro potrebbero non avere più le pareti,i manichini e le commesse. di Angelo Cerrone

La mitologia del pensiero positivo. di Carmen Innocenti

Sto attraversando la fase di attraversare una fase. di Veronica Barsotti

Più parejas, meno coppie – contro la violenza sulle donne. di Giulia Calli

Le più belle biblioteche del mondo in splendide foto. di Rita Fortunato

La finiamo con questo marketing non convenzionale improvvisato? di Matteo Pogliani

“Essere primi” è un’idea vincente? di Daniela Pellegrini

Le adozioni e segnalazioni sono state effetuate da: Delia Enigmamma, Rita Fortunato, Anna Pompilio, Andrea Toxiri, Gloria Vanni.

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 11 dicembre 2015

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia oggi la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

Come si fa a tracciare l’invio di un form in Google Tag Manager, e a convertire gli eventi tracciati in questo modo in obiettivi di conversione, pronti ad essere analizzati negli opportuni report di Google Analytics?
Quando non si ha sufficiente tempo, si possono creare delle “mini serie” di contenuti, pubblicando tanti contenuti “leggeri” e concatenati – più agili sia nella creazione che nella fruizione – invece che un solo contenuto approfondito e “risolutivo” – che però richiede tanto tempo, sia per scriverlo che per leggerlo.
Prima o poi lo darò alla stampe, può significare pure l’esatto contrario, prima o poi non lo darò alle stampe. Il significato è una variante di realizzazione dei nostri propositi, appartiene alla possibilità e non alla realtà.
Come quando ricevo l’sms serale dei miei colleghi sportivoni per annunciarmi l’appuntamento della piscina in pausa pranzo per il giorno dopo, ed entro nel panico.
Il modo più semplice per farsi notare normalmente é quello di arrivare e distruggere tutto ciò che di buono ha fatto la gestione precedente. Succede in tutti i settori, incluso ovviamente il marketing!
Cosa c’entrano i segnalibri con Napoli?
Beh, noi stessi non siamo fatti di carta? Il punto focale è se lo accettiamo o meno.

Ovvero:

Guida a Google Tag Manager – 8. Tracciare i form con gli attivatori di Modulo. di Fabio Piccigallo

Cosa pubblicare quando non hai tempo (video) di Enrica Crivello

Previsioni minacciose. di Francesco Mercadante

Orgoglio pilifero. di Erodaria

Melegatti può essere salvata mentre distrugge il suo brand? di Frank Merenda

SegnalibroDelLettore #1: i segnalibri e la città di Napoli. di Bruna Athena

Non tornerai dalla “Città di carta” di Antonella Passini

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Giulia Bezzi, Maura Cannaviello, Ilenia Dalmasso, Rita Fortunato, Micaela LeMcronache.

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 19 novembre 2015

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia oggi la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

Quel che conta per un blogger è lo scambio di informazioni e  fare propria ulteriore conoscenza. Così come un copywriter o web writer che deve scrivere per il proprio cliente s’informa, approfondisce la conoscenza su qualcosa che non è detto conosca a priori.
L’Internet Marketing Business Plan è inoltre il passo fondamentale per qualsiasi impresa che intenda presentarsi sulla rete per offrire i propri beni e servizi, indipendentemente dal modello di Business e dalle dimensioni aziendali.
Poi arriva Dan Price e si taglia lo stipendio del 90%…
Comunque non riesco a farne a meno. Ogni volta che passo in un centro commerciale devo acquistare e mangiare qualcosa di pronto. Qualcosa in grado di stuzzicare il mio appetito.
Sono gli attimi di vita delle grandi città, quelle attraversate a volte da uno strano stile durante le Fashion Week.
Ma questa è la grande favola che ci accomuna: accedere all’ignoto dentro se stessi ci conduce a fare i conti con l’altro-da-noi. Dietro l’ignoto compare la scoperta, sotto forma di nuove fratellanze.
Educare non significa inculcare ideologie e valori propri negli altri, ma aiutarli a diventare se stessi.

Ovvero:

Buccia di Banana/Si-può-fareeee! di Marina Savarese

“We (don’t?) need another hero” – c’è bisogno di accordo per creare una musica di mondi. di Valeria Bianchi Mian

Si taglia lo stipendio ma non è del Movimento Cinque Stelle, Dan Price. di Antonio Rotundo

Cinque particolari legami con il cibo. di Ferruccio Gianola

Come e perchè realizzare un Internet Marketing Business Plan. di Armando Giorgi

Chi ha paura del… l’educazione sessuale? di Sonia Bertinat

Gruppi di Facebook e Community di Google+: meglio pochi ma buoni. di Bruna Athena

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Francesco Ambrosino, Ambra Arnaldi, Sylvia Baldessari, Luca Borghi, Angelo Cerrone, Andrea Toxiri.

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 29 ottobre 2015

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia oggi la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

Di una cosa sono sempre stata convinta: so di avere una voce. Una voce mia, personale, diversa, coraggiosa. E piano piano il progetto è cresciuto. Ecco perché un’azienda in piena era web 3.0, ha bisogno della duttilità, della personalità e della freschezza di un blog. Del suo blog.
Ovvio che serve anche la presenza sui social, e qualche consiglio su un paio di plugin WordPress per G+ e Twitter potrebbe essere utile.
Fai solo attenzione a una cosa: non regalare esposizione mediatica, di nessun tipo, a chi tenta di accaparrarsela a spese tue.
Chissà se hai avuto la stessa impressione, ma la serie televisiva Breaking Bad sembra riportare, in modo straordinariamente pertinente, tutto il senso del romanzo “La metamorfosi” di Franz Kafka.
Dove si va infine? E’ il tema del tutto scorre che ritorna. Come il Danubio: un fiume, tante nazioni, una sola cultura: quella della Mitteleuropa.
Giocando con credenze popolari che non avrebbero colpito i più scettici, Stoker impianta il vampiro e le sue origini in un territorio e una storia realmente esistenti.
La vuoi una fetta di cheesecake alla zucca e cioccolato?

Ovvero:

Il blog marketing e l’amore per la scrittura. di Irene Donata Ferri

2 Plugin WordPress per G+ e Twitter. di Roberto Gerosa

Gestire il dissenso: come affrontare il “blogger contro”. di Katia Anna Calabrò

Breaking Bad è la metamorfosi di Kafka. di Rita Fortunato

La parabola di un libro-fiume: Danubio, di Claudio Magris. Martina Frassine

Dracula di Bram Stoker: una formula per l’immortalità. di Fabrizia Gagliardi

Cheesecake di Halloween. di Ambra Arnaldi

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Francesco Ambrosino, Luca Borghi, Daniela Conte, Sara Della Torre Valsassina, Emma Frignani, Roberto Gerosa, Emanuele Secco.

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 5 ottobre 2015

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia oggi la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

Signal è lo strumento che consentirà ai giornalisti di trovare su Facebook le fonti più interessanti ed autorevoli, e le news più fresche da riproporre al proprio pubblico. In una prima fase sarà utilizzabile solo negli Stati Uniti.
A volte, però, Italians do it better. Prendi il caso Vinci vs Pennetta.
Poi c’è l’accoglienza greca, quella di un popolo che, nonostante tutto, resta gioioso e legato alla propria cultura. Canti popolari, persone che danzano nei ristoranti e per la strada. Uomini e donne trasportati da una musica ora vivace, ora malinconica, rapiti da una danza senza fine. E’ Santorini, signori!
C’è chi la chiama mindfullness, uno strumento semplice ed efficace per calmare stati emotivi negativi e ritrovare l’armonia interiore.
In fondo, anche essere un buon community manager non dipende dalle tecniche apprese e nemmeno dai titoli: dipende dalla persona che sei.
Mentre invece, per invitare i visitatori del tuo sito ad iscriversi alla newsletter, devi avere un sito che offre qualcosa di utile: risposte, consigli, divertimento, informazioni che non si trovano da nessun’altra parte, o che, come le presenti tu, nessun altro sa fare.
Insomma devi avere un sito fatto da persone per le persone!

Facebook lancia Signal: fonti, trending topic e strumenti evoluti per giornalisti. di Pierluigi Vitale

Vinci vs Pennetta: quando la storia insegna. di Ilenia Dalmasso

Santorini #4: l’accoglienza della Grecia. di Bruna Athena

Mindfulness: vivere nel presente. di Claudia Porta

Quattro Chiacchiere con Daniela Patroncini, tra cuGGini e digitale. di Francesco Ambrosino

Email marketing, domande e risposte a #unnomeunsogno. di Alessandra Farabegoli

Il restyling di Subito. di Marco Stizioli

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Carlos Bellini, Sonia Calamiello, Anna Corposanto, Nick Murdaca, Natalia Robusti, Gloria Vanni.

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 18 settembre 2015

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia oggi la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

Settembre è la sua luce. È molte altre cose ma è, essenzialmente, la sua luce cristallina, definita, calda e generosa.
Va quindi celebrato con un piatto estivo che ricordi vacanze tropicali che neanche ho fatto: una bella e fresca salsa Guacamole.
Ma è anche tempo di dare una sferzata alla scrittura… e non c’è nulla di meglio di un web writing macchiato in tazzina riscaldata. Come ottenerlo? Scrivendo col metodo Moka!
Ma di cosa parlano i SEO quando parlano di SEO? Intanto cominciamo ad azzerare tutte quelle chiacchiere inutili sui famosi contenuti di valore, e preoccupiamoci di più del concetto di utilità, che al SEO Copywriting ci arriviamo…
Ci sono casi in cui è bene scordarsi dei social network.
D’altra parte anche sui social puoi riconoscere quei 10 profili di persone che sicuramente avrai incontrato nella tua carriera di marketer e sviluppatore.
E ora una domanda difficile: come disegneresti il labirinto del pavimento della Basilica di San Vitale a Ravenna?

Ovvero:

Settembre. di Martino Pietropoli

L’estate sta finendo e un anno se ne va? Salsa Guacamole per lenire le ferite. di Alessandra Bruni

Risposte dal Calamo: scrivi col Metodo Moka (Web Writing in tazzina). di Monia Papa

#SeoCamp15: scrivi per il lettore e non per i motori di ricerca. di Francesco Ambrosino

4 casi in cui è meglio scordarsi i Social Network. di Roberto Gerosa

10 persone che incontrerai nella tua attività di professionista del web (e come trattare con loro).
di Maria Cristina Pizzato

Disegna un labirinto e spiegami come hai fatto! di Emanuela Pulvirenti

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Francesco Ambrosino, Luca Borghi, Rita Fortunato, Emma Frignani, Marina Pitzoi, Anna Pompilio.

 a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 15 settembre 2015

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia oggi la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

Con Pulse ogni iscritto a Linkedin ha la possibilità di pubblicare long post proprio come in un blog personale. Ma come lo possiamo sfruttare al meglio?
Se hai un blog e vuoi sapere chi ha condiviso i tuoi post su Twitter, puoi seguire una procedura dedicata. Considera che non tutte le condivisioni avvengono tramite il pulsantino dedicato presente sul blog, e molti lo fanno manualmente, oppure tramite applicazioni di terze parti, omettendo la menzione al profilo del blog che, quindi, non ricevendo la notifica, non sarà informato dell’avvenuta condivisione.
D’altra parte, meglio non dare per scontato che tutti sappiano creare ed utilizzare al meglio l’hashtag sul social dei cinguettii…
Lo sapevi che il massaggio può essere utilizzato come pratica per ridurre e prevenire lo stress e come modalità per aiutare le persone ad ascoltarsi più a fondo e avere relazioni migliori con gli altri?
Ma accade anche che una villa confiscata alla criminalità organizzata diventi un mostro della giustizia, che rischia di diventare un monumento alle mafie, a chi non vuole che la sua ‘roba’ gli venga tolta e che vandalizza la legalità.
Dati i tempi, non è male avere qualche dritta sul marketing low cost, sostenibile.
Niente a che vedere con Expo, certo… dove si parla sicuramente di sostenibilità, ma che con il marketing low cost probabilmente ha poco a che vedere.

Ovvero:

Come iniziare a pubblicare su LinkedIn Pulse. di Mirko Saini

Essential Tips: come scoprire chi ha condiviso un tuo post su Twitter [Video Tutorial]. di Francesco
Ambrosino

Come creare e usare un hashtag perfetto? di Rosa Giuffrè

Fabrizio Buratto: l’arte del massaggio come scelta di vita. di Anna M. Corposanto

Le tante vite di una villa confiscata – Viaggio tra i beni confiscati #2. di Anna Giuffrida

Si può fare marketing efficace anche con un budget limitato? di Valentina Sala

Expo o non Expo? di Stefano Bersanetti

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Giovanni Amato, Francesco Ambrosino, Stefano Bersanetti, Roberto Gerosa, Anna Pompilio, Riccardo Russo.

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 10 settembre 2015

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia oggi la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

Forse uso il blog come catarsi perfetta delle mie illusioni e le parole sono solo i lacci con cui tengo insieme le mie folli visioni. A questo punto la scelta di chi legge è continuare o passare oltre. Proseguirà solo chi è abbastanza sconsiderato da credere che una virgola possa salvargli la vita.
Una laurea in storia dell’arte o in filosofia non ti rende di per sè più aperto e duttile di una in ingegneria o in giurisprudenza. Quasi tutto dipende solo da te. Da come studi, da chi sei, da che esperienze fai oltre agli studi universitari.
Cosa distingue un (libero) professionista da un cuGGino? In breve due cose: la competenza e la p.iva. E qui c’è dentro tutto.
Chi ha letto “Kafka sulla spiaggia” di Murakami?
Nel processo di formazione di una coppia, per usare una metafora, è come se entrambi i partner provassero a confrontare le tessere di un puzzle che ognuno custodisce nella propria valigia, con quelle dell’altro. L’incastro può dar vita ad una varietà infinita di combinazioni.
Si ma, nella coppia chi si occuperà del “decluttering”?
Si vedrà, intanto c’è un’altra coppia che sta facendo parlare di sè le cronache del marketing: Burger King e Mc Donald’s! Come finirà la Mcwhopper proposal di co-marketing per il 21 settembre 2015, Giornata Mondiale della Pace?

Ovvero:

L’originalità di un blogger è scrivere ciò che sente e ciò che vede. di Mimma Rapicano

Io, laureata in lettere stagionata e felice. di Luisa Carrada

Il libero professionista, lo zen e l’arte della sopravvivenza al cuGGino. di Daniela Patroncini

Kafka sulla spiaggia (Murakami) di Cristina Malvezzi

La Coppia. Un incastro (im)perfetto di mondi inconsci. di Annarita Arso

Decluttering efficace post vacanze: pronti a disfare la valigia? di Daniela Pellegrini

Burger King e Mc Donald: la grande abbuffata per la Pace. di Cora Francesca Sollo

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Francesco Ambrosino, Natalia Robusti, Alessia Pizzi, Allegra Miky, Emma Frignani.

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 28 luglio 2015

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia oggi la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

Perché inserire i Gruppi di Facebook in una strategia di SMM. di Francesco Ambrosino

Marketing Territoriale: le nuove frontiere arrivano dalla Svizzera. di Arianna Rossi

La lingua come caso clinico. di Francesco Mercadante

Il barbaroscope del fare anima – Sogni originali versus made in China. di Valeria Bianchi

5 cose da evitare nella progettazione di un giardino e un paio di mosse vincenti. di Anna Pompilio

La parte più difficile del viaggio di cui nessuno parla. di Gianluca Orlandi

La storia del bus scomparso, dell’andina ritrovata, dell’allegro andaluso e della pappa all’anguria. di
Alessandra Bruni

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Sonia Bertinat, Luca Borghi, Danila Ceschi, Matteo Pogliani, Anna Pompilio.

a cura di Paola Chiesa