bla bla blogger 5 dicembre 2016

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia per questa settimana la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

In questa rassegna stampa si parla di blogging, tools, personal branding, social media.

Non avevo né il carattere, né le competenze, né la maturità di nessuno di loro. Però avevo loro nella memoria e, si sa, si impara per imitazione.
Aiuto mia mamma a prepararsi per la notte, la assisto nello svestirsi e rivestirsi e respiro l’odore di quella casa che mi ricorda chi ero. Chiudo la porta, metto la catena, abbasso le persiane. Riti e gesti ereditati che si ripetono a preservare quel calore e quella sicurezza dei tempi andati.
Il momento per me più divertente: ti avvolgevi le gambe con i fogli di giornale, prima di infilare i pantaloni. E lo stesso facevi attorno al petto, prima di indossare la giacca. “Ammèn iosce!”. Fa freddo oggi.
Perché è meglio non essere troppo letterale nella scelta delle immagini per i post, e usare invece la fantasia?
Per lo stesso motivo per cui quando decido di compiere azioni, che mi portano oltre i confini della normale routine, azioni indirizzate ad un cambiamento, accadono cose, che hanno dell’incredibile.
Abituarci a riutilizzare parole all’apparenza desuete o meno comuni ci può arricchire interiormente, come accade viaggiando verso molteplici mete rispetto a soggiornare per un’intera esistenza nella stessa località balneare o montana.
Il valore educativo della bellezza e del linguaggio riesce ad essere veicolato in rete?
Nel frattempo, i dati di una ricerca che ha analizzato i profili Instagram di più di 1.400 brand, svelano quali sono i settori merceologici più attivi e seguiti su Instagram: fashion, beauty e food.

Ovvero:

Blogging
Diventare grandi affrontando le sfide
Post: La solitudine del forte , di Noemi Bengala

La sicurezza dei ricordi custoditi
Post: Spazi di memoria , di Margherita Penza

Pensieri messi nero su bianco
Post: La cosa più buona del mondo , di Rita Lopez

I risultati di un blog che crede nella bellezza del linguaggio
Post: Prosit , di Luca Bedino

Tools
L’importanza delle immagini per l’efficace diffusione di un articolo online
Post: Come scegliere le immagini del tuo blog + 14 siti di immagini gratuite da utilizzare , di Gianpaolo Antonante

Personal Branding
Alla ricerca della propria intima essenza
Post: Azioni e cambiamenti, la ricerca del Personal Branding , di Sergio Albertini

Social Media
Un report sullo stato di Instagram e le opportunità per le aziende
Post: Instagram: analisi dei settori che dominano la piattaforma , di Simone Bennati

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Angela De Giudice, Ro Meo, Anna Pompilio, Natalia Robusti, Silvia Bonasegale Camnasio.

a cura di Paola Chiesa

bbb1


bla bla blogger 27 giugno 2016

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia per questa settimana la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

Ricorda che il tuo blog non è il mondo, ne è solo una parte. Apri la porta di casa tua, del tuo ufficio, esci e vivi la tua vita appieno.
In fondo l’80% degli utenti leggerà il tuo titolo, ma solo il 20% leggerà il resto. Il punto è che bisogna colpire l’attenzione degli utenti, per poi meritarsela con un contenuto di valore.
A volte è una questione di ospitalità. Calda. Morbida. Fragrante nel dialogo, nel solleticare la curiosità.
A volte bisogna amare le parole, oltre a saperle usare, e sguazzarci come Zio Paperone nel suo deposito di dollari.
Per esempio, la parola Safari in lingua swahili vuol dire viaggio, ma non tutti sanno che il suo significato completo è viaggio lungo attorno ad un punto. Una vera e propria metafora della vita.
E penso al vecchio con il cappello, alla sua storia, al suo libro. E mi dico che forse la sua storia è composta da tutti i brani di libri che ogni pomeriggio sfoglia. Ogni giorno un libro. Ogni giorno un pezzetto di libro. Ogni giorno tante storie. Tante storie che forse formano la sua. Ogni passo, anche il più piccolo, forma una storia.
Non è una sola cosa, ma tantissime che interagiscono tra loro: biologia, diritto, rispetto. Che cos’è? L’educazione sessuale.
Mentre invece Edo è una nuova applicazione che ti spiega cosa stai mangiando: per una scelta alimentare corretta e consapevole.
Infine abbiamo la Snapchat mania. Teenagers e influecers. Addetti ai lavori e semplici curiosi. Il fantasmino che fa la linguaccia sta conquistando tutti. I soliti noti si interrogano su quali siano le potenzialità del social più cool del momento e quali mirabolanti strategie comunicative possano portare i brand a monetizzare nel minor tempo possibile.

Ovvero:

Scrittura, Blogging
Il vecchio con il cappello. di Sarah Liotto

I dieci comandamenti del blogger. di Francesco Brioweb Russo

85. Ospitalità. di Emanuele Secco

Marketing
Ciao mamma, faccio il copywriter. di Chiara Chinellato

Titoli che hanno i Titoli per intitolare! di Roberto Gerosa

Benessere
Le interviste di Ohhh – Marco Stizioli e l’educazione sessuale. di Marco Stizioli

Turismo
La metafora del viaggio. di Noemi Bengala

Tools, Tutorials
Snapchat e i divora-tempo. di Carlos Bellini

Sai cosa stai mangiando? Scoprilo con Edo! di Luca Borghi

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Leonardo Vannucci, Angelo Cerrone, Alessandra Arpi, Sonia Calamiello, Bruna Athena, Ilenia Dalmasso, Sonia Bertinat.

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 29 marzo 2016

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia per questa settimana la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

Cosa vedere a Venezia in 2 giorni? Venezia è una ma ci sono vari modi di viverla. Alla Venezia dei veneziani, sempre meno, si sovrappongono quella dei turisti organizzati e quella dei viaggiatori curiosi come me.
A proposito di viaggi, quante volte ho visto pargoli trasportati sullo scooter o in moto, in modo assolutamente incosciente e rischioso! Trasportati davanti al guidatore, oppure semplicemente parcheggiati sulla sella con i piedini penzoloni, senza nessun sostegno, se non le braccia avvinghiate alla schiena di chi guida.
E si arriva a sera… Cantare una ninna nanna al proprio bambino è una pratica molto antica che si tramanda fino ai giorni nostri. E’ un momento molto intimo nella relazione mamma bambino, lo si accompagna verso il sonno quindi verso un momento di separazione.
Da Peace&Love a Patate&Carote. Nel senso di plumcake patate e carote.
David,  invece, per mostrarsi bello com’è fino ai tempi nostri ne ha passate davvero di tutti i colori: prima ancora di essere mostrato in tutto il suo splendore dinnanzi a Palazzo Vecchio, venne preso a sassate da parte dei simpatizzanti della famiglia de’ Medici.
Ma torniamo ai giorni nostri.
Il loro intento è stato sviluppare un tool di assistenza nella gestione dei social media che offrisse un’esperienza italiana ai suoi utenti: un prodotto pensato dagli italiani per gli italiani, grazie al quale dare la possibilità a blogger, responsabili d’azienda per la gestione dei social, e freelance specializzati, di usufruire di una piattaforma e di un team di supporto e assistenza italiani. Parliamo di Postpickr, naturalmente!
LikeAlyzer è invece un tool che analizza e monitora le pagine Facebook al fine di valutarne il potenziale e l’efficacia. Oltre a dare il voto alla pagina appena analizzata, ne mette in luce i punti forti e quelli deboli, consigliando l’utente su dove e come andare ad intervenire.
Con Notegraphy poi si può rendere una frase, uno slogan, un pensiero graficamente accattivante, e condividerlo facilmente su tutti i canali social. Come funziona? E per cosa lo si può utilizzare?
Infine, seguaci fake, club segreti e compravendita di post. Sei pronto a conoscere il sommerso di Instagram?

Ovvero:

Scrittura, Blogging
Siamo esseri musicali. Il grembo materno come orchestra.  di Arianna Techel

Il tuo bambino in moto in sicurezza si può in 5 punti. di Silvia Camnasio

Social media
Instagram: Il mondo sommerso e oscuro che dovresti conoscere. di Giuliano Ambrosio

Arte
Tante disavventure per un’opera unica: il David. di Michelangelo Buonarroti

Turismo
Cosa vedere a Venezia in 2 giorni. di Gloria Vanni

Cucina
Se vi scoprite “Perfetti sconosciuti”, consolatevi con un plumcake patate e carote… di Alessandra Bruni

Tools, Tutorials
Notegraphy: cos’è e come può esserti utile. di Mauro Ronci

PostPickr: il Merlino che trasformò i clienti in brand advocates. di Angela Del Giudice

LikeAlyzer: il tool che dà il voto alla tua pagina Facebook. di Simone Bennati

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Arianna Orazi, Andrea Toxiri, Sonia Bertinat, Rita Fortunato, Andrea Girardi, Francesco Guglielmino, Marina Ravaioli, Francesco Ambrosino.

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 21 marzo 2016

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia per questa settimana la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

Il Wi-Fi, croce e delizia di Bed&Breakfast e turisti, è uno dei servizi più apprezzati di sempre. Ma occhio alle “spine”. Quando non funziona o quando è assente, piovono lamentele che rischiano di incrinare la web reputation, perché è online che il Cliente ama lamentarsi di gusto.
Lo studio delle Buyer Personas è un principio di marketing fondamentale, in alcune aziende dove sono presenti più prodotti e servizi si procede con la segmentazione di pubblico, si creano diversi gruppi di persone in base agli interessi, gusti, comportamenti e caratteristiche demografiche.
Ma troppo spesso le campagne di marketing sul web assumono i connotati di operazioni mordi-e-fuggi, e ancora più spesso accade che all’interno del piano di marketing che presiede e organizza la promozione non sia integrata una strategia di misurazione dei dati.
Peraltro lo smartphone ha rivoluzionato la comunicazione: ci informiamo, scambiamo e condividiamo contenuti, effettuiamo pagamenti e transazioni, inviamo documenti. Alla luce di questi cambiamenti diventa fondamentale intraprendere una strategia di Mobile Marketing molto accurata ed efficace.
E usare più GIF nel content marketing? Le GIF sono tendenzialmente “ipnotiche” e permettono di creare un dialogo più friendly rispetto alla semplice immagine. Sfruttando la potenza dell’effetto “ipnosi” sul lettore, una bella GIF, può avere ottime possibilità di condivisione, e maggiori possibilità di divenire virale, rispetto ad una semplice immagine.
Si sa, la bellezza è nel dettaglio. Qualunque cosa nata per scopi funzionali (come la tipografia o il computer) può avere il suo punto di forza nella precisione e nell’estetica.
Chi non vive a un livello di potenziale tale da farlo sentire bene, da farlo esprimere per quel che vorrebbe, spesso è ingabbiato in una mente che dimentica il corpo o in un corpo che dimentica la mente.
Galeotto fu un libro sui viaggi in Asia e quelle due pagine dedicate alla festa buddista più importante dell’anno in Sri Lanka: l’Esala Perahera. Tutto quello che è venuto dopo è stato costruito per essere proprio lì in quei giorni, per assistere dal vivo ad uno degli eventi più attesi dell’anno da tutto il popolo singalese.
Invece io mi sono sparata 8 anni di suore. Nell’ordine: Benedettine, Marcelline e Dorotee dove ho passato solo un anno e finalmente sono riuscita a farmi cacciare. Che se ci fosse un album delle figurine dell’ordine religioso cattolico, quello sarebbe l’unico album che avrei mai finito in vita mia.

Ovvero:

Social media
Come Creare le Buyer Personas per i Social Media. di Marina Pitzoi

Marketing
Il Wi-Fi gratuito è un Cactus! di Silvia Comerio

Marketing Analytics: definire una strategia di misurazione. di Fabio Piccigallo

Mobile Marketing: il futuro della promozione corre in mobilità. di Luca Borghi

Creazione di GIF nel content marketing. di Valentina Baldon

Psicologia, Pedagogia
D-Istruzione. di Vali Billi Morichi

Arte
Calligrafia, l’arte della bella scrittura. di Emanuela Pulvirenti

Turismo
In Sri Lanka per Esala Perahera. di Anna Zielo

Benessere, Salute
Mantenere il peso giusto con una nuova cultura corpo e mente. di Francesca Sanzo

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Valentina Baldon, Cora Francesca Sollo, Rita Fortunato, Francesco Ambrosino, Valeria Bianchi Mian, Massimo Della Penna, Luca Bedino, Gloria Vanni, Monica Simionato.

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 22 febbraio 2016

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia per questa settimana la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

Probabilmente leggiamo anche il retro delle etichette dei cibi che compriamo, quelle belle ricche che raccontano di come sia stato coltivato il grano per produrre il pancarrè di cui ci stiamo ingozzando. Perché nutrirci di storie è la nostra natura.
Puoi volare nel senso letterale del termine, teletrasportarti da un luogo all’altro, incontrare avatar di ogni parte del mondo, visitare luoghi che nella realtà neanche potresti immaginare e allo stesso tempo dare spazio alle relazioni sociali… Dove? In Second Life, con i suoi pro e contro.
Nella “first life”, invece, in seguito ai recenti aggiornamenti di Instagram, possiamo ora gestire più account, funzione tanto desiderata quanto chiacchierata in ambiente Android poiché ha causato diverse problematiche.
E in ogni caso, anche su Instagram le relazioni sono fondamentali per costruire community forti e coese; e per far ciò è necessario che un influencer abbia la capacità, la pazienza e la volontà di dialogare e/o interagire con i propri follower.
Se poi è vero che l’epoca della comunicazione scritta è giunta al capolinea e che il futuro della stessa è quasi totalmente in mano ai video, meglio utilizzare dei tool in grado di donare ai link ai video di YouTube la medesima visibilità della quale godono i video nativi di Facebook. Come YT2FB, ad esempio.
Sei mai stato alle Grotte di Pertosa-Auletta?  Rappresentano l’unico sito speleologico in Europa dove è possibile navigare un fiume sotterraneo addentrandosi verso il cuore di una montagna, una delle grandi perle del Parco Nazionale del Cilento. Sembra un viaggio in se stessi…
E poi, dalle grotte ai coworking con co-baby, spazi di conciliazione famiglia-lavoro dove prendere in affitto uno spazio di lavoro, fare quattro chiacchiere con qualcuno in pausa caffè invece che caricare la lavatrice ed avere a pochi metri il proprio bambino accudito da brave educatrici.
Non per perfezionismo, ma per procrastinare… La procrastinazione non è un male assoluto, dipende dall’uso che se ne fa. L’uso buono è quello che lascia sedimentare un progetto o un’idea prima di spedirla fuori. Aiuta a guardarla da un’angolazione diversa, spesso nuova, a cogliere dettagli che erano sfuggiti, a smussare, a limare o a dare un respiro e uno slancio alla creatività.
E per una volta consoliamoci, perché non brucerà l’ardore per l’infinito, e per l’infinito universo, concepito dall’amore di un infinito Dio, composto da mondi infiniti, infinitamente da amare.

Ovvero:

Scrittura, Blogging
Storytelling, i 7 archetipi di storie da utilizzare.  di Alessandra Arpi

A.D. 17 febbraio 1600. di Rita Lopez

Marketing
La ricerca della perfezione uccide idee e business. di Marianna Farese

Social media
Numeri o relazioni:un vero influencer cosa sceglierà? di Angelo Cerrone

Pedagogia, Psicologia
Voglio una Second Life. di Sonia Bertinat

Due co-working con co-baby a Roma e un albo illustrato. di Ilaria De Vita

Turismo
Un anno di Ulisse alle Grotte di Pertosa-Auletta. di Anna Pernice

Tools, Tutorials
Instagram. multi account, like e followers. di Francesco Effeslash

YouTube o Facebook? La comunicazione si fa video. di Simone Bennati

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Silvia Camnasio, Francesco Ambrosino, Luca Borghi, Monica D’Alessandro Pozzi, Andrea Girardi, Bruna Athena, Francesco Magnani, Sergio Consoli.

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 11 gennaio 2016

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia per questa settimana la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

Il mondo è semplice, se utilizziamo come discriminante il grado di consapevolezza, ad esempio per individuare tre gruppi di utenza su facebook: il neofita, il social media manager stacanovista e il saggio. Il saggio potrebbe sembrare snob, perché ignora il 75% dei post scritti dai suoi amici. E pensare che non sta facendo altro che fare quello che una persona sana di mente dovrebbe fare: imparare a scartare e ad usare le proprie energie laddove strettamente necessario.
Cosa succederebbe se le aziende cominciassero a usare in maniera più massiccia i social come canali di customer care?
Ipotizziamo il caso che abbiate già un profilo Pinterest aperto, un po’ (tanto) disorganizzato con molte board (molte di queste inutilizzate), con tantissimi pin fuori post, molti pin doppi e con delle descrizioni incomplete. Stop! Fermati! Non pinnare più!
E’ una questione psicologica: perché funzionano tanto i coupon di sconto? Fanno scattare tre semplici “molle” in ognuno di noi, rendendosi irrinunciabili, soprattutto attraverso i social media: risparmiare denaro, risparmiare tempo, riparmiare energia mentale.
E se li comunichi via posta elettronica, ricordati che la firma email non è solo un buon promemoria sul come essere ricontattati. Se utilizzata in maniera appropriata può diventare un potente strumento di marketing.
A volte ci sono curiosità che le guide cartacee non dicono e che si possono scoprire solo avendo la fortuna di poter girare la città (ad esempio Cordoba) con una guida locale che ti racconta proprio tutto sulla sua città, che ti trasmette il suo orgoglio ed è pronta a rispondere ad ogni tua domanda.
Sarà anche una questione di empatia? Ad esempio un bambino dislessico soffre delle sue difficoltà. Soffre nel vedere che laddove lui ci impiega tanto tempo per scrivere o fare un calcolo, il suo compagno di banco ha già finito. E si scoraggia… In tal caso non basta incoraggiare il bambino dicendogli: puoi farcela, sei intelligente! La vera “medicina”  è proprio l’empatia.
E poi si sa, tutto ciò che si presenta bene ai nostri occhi, risulta molto più invitante anche da mangiare! Il cibo è una gioia non solo per il palato, ma anche per gli occhi. E quindi, cosa occorre per fotografare il cibo?
In ogni caso, condividiamoli i post! Abbiamo ottimi strumenti, tra cui la piattaforma italiana (e gratuita) Postpickr, che ci aiutano nella programmazione dei post sui vari social network, soprattutto quando si hanno molti blog da gestire e gestioni di tipo aziendale.
Perchè gli utenti leggono, vero?

Ovvero:

 Social media
Antropologia dell’utente Facebook: il neofita, l’esperto, il saggio. di Emanuela Goldoni
Il Restyling del vostro Profilo Pinterest. di Simone Milano Stricelli

Social customer care
Social Customer Care, è giunto il momento. di Federico Simonetti

Social media marketing
Il logorio cerebrale ed il social media marketing. di Alessandro Pozzetti

Turismo
Cordoba: le curiosità che non vi dirà mai nessuno… se non avrete una guida di Emanuele Ghidoni

Pedagogia, Psicologia
Empatia: la prima vera “medicina” per un bambino in difficoltà. di Rossella Grenci

Tools, Tutorials
Come fotografare il cibo: la guida completa. di Francesco Magnani
Come fare una firma email professionale in 3 passi (+ 2). di Cosimo Varricchio
Programmare i tuoi post: si o no? PostPickr alternativa vincente! di Mary Perez

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Gloria Vanni, Luca Borghi, Matteo Pogliani, Antonio Rotundo, Nicoletta Sala, Sylvia Baldessari, Alessandro Pacilli, Silvia Camnasio.

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger e… Buon Natale!

Rassegna stampa natalizia della community #adotta1blogger

bloggeravvento

E il primo Natale di #adotta1blogger è arrivato!
Porta con sé piccoli gesti, meraviglia, voglia di afferrare la vita, paura, rispetto per le emozioni, consigli di marketing, ma anche il desiderio di un fidanzato come si deve, la capacità di accorgersi dell’altro, legami, assenze… e tempo per scoprire e riscoprire chi siamo, attraverso ciò che scriviamo e leggiamo.

Come in una staffetta, la nostra community è giunta a Natale  grazie al testimone che ci è stato consegnato dai blogger che nel mese di Dicembre, giorno dopo giorno hanno fatto capolino dalle caselle del #bloggeravvento* per donarci un loro post. Il regalo più prezioso, per una community fondata sulla condivisione della conoscenza.
Questo testimone, giunto fino a qui, è il presente che abbiamo costruito. E, come sempre, ci piace condividerlo. Godiamocelo appieno e abbiamone cura!

Buon Natale a tutti, da tutti NOI!

Come io vedo il Natale, da obbligo a festa. di Emma Frignani

Il Natale dei legami. di Carmen Innocenti

Caro Babbo Natale, la vendetta è un piatto da servire salato: struffoli cacio e pepe. di Alessandra Bruni

Happy Christmas Horror Christmas. di Cinzia Re

Il Natale del Social Media Manager. di Carlos Bellini

Natale E-commerce. di Valentina Baldon

Buon Natale, con Il Grinch. di Rita Fortunato

Noi, le non-mamme di figli erranti. di Anna Pompilio

Slow blog e l’importanza dei piccoli gesti. di Silvia Badriotto

Vita, morte e miracoli. Un racconto di Natale di Francesco Ambrosino

* Il #bloggeravvento lo puoi trovare su Twitter, cercando il medesimo hashtag. Non ti puoi sbagliare perché è una creazione di #adotta1blogger! Oppure di seguito trovi i post dei 24 blogger che hanno partecipato nel periodo 1-24 dicembre, ovvero: Miki Moz, Marina Innorta, Stefania Cunsolo, Valentina Perucca, Simone Bennati, Stefano Bersanetti, Ivana Baffi, Luca Bedino, Delia Enigmamma, Mauro Ronci, Maria Luisa Roncarolo, Sonia Calamiello, Valeria Bianchi Mian, Alessia De Bonis, Mara Roberti, Monica D’Alessandro Pozzi, Noemi Bengala, Emanuele Secco, Valentina Baldon, Sylvia Baldessari, Gloria Vanni, Natalia Robusti, Mimma Rapicano, Sonia Bertinat.

Buone feste, buona lettura e arrivederci al 2016!

Paola Chiesa

 

 

 


bla bla blogger 18 dicembre 2015

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia oggi la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

L’Inbound Marketing è un insieme di strategie focalizzate sul farsi trovare da persone interessate al nostro prodotto e servizio, attirarle verso il nostro marchio e farle diventare contatti, poi clienti e infine promotori.
Non lasciarti prendere la mano da progetti assurdi. Comincia semplicemente dall’inizio, e alla fine tornaci.
Come il mare che si adatta a ciascun limite e confine senza restarne prigioniero: trasforma solo la propria forma in un’altra forma.
Correte, bambini, sbucciatevi i ginocchi! Bucate i calzoni, graffiatevi le mani. Correte senz’altra ragione che l’urgenza di vivere. E’ la multipotenzialità, bellezza! Magnifica scoperta e quanta leggerezza nel mio saltellare qua e là tra scrittura e ospitalità, formazione e comunicazione, crescita personale e benessere, sostenibilità e cose semplici.
Guarda, a me le dichiarazioni del Ministro non sono piaciute per niente. Prima di tutto perché suppongono che i ragazzi si debbano iscrivere all’Università per trovare lavoro. No, all’Università ti iscrivi se hai voglia di studiare. Sono due cose diverse.
Pulse ha tantissimi vantaggi ma il successo di questo servizio è legato principalmente a due fattori:divulgazione dei contenuti ed insight. Ma è necessario pubblicare contenuti di qualità e pertinenti con gli interessi di chi è iscritto al network perché con i gattini, con donne in autoreggenti e con gli indovinelli non si valorizza certo la propria professione.

Ovvero:

Inbound Marketing: cos’è e come implementarla. di Marina Pitzoi

Corso sprint di scrittura creativa. di Olivia Crosio

Lasciate correre i bambini. di Maddalena

Pulse è utilissimo per il Personal branding. di Angelo Cerrone

Perché la multipotenzialità è sexy. di Gloria Vanni

Si gioca come si vive. Riflessioni sugli studi universitari. di Guido Saraceni

La voce delle conchiglie. di Natalia Robusti

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Emma Frignani, Roberto Gerosa, Carmen Innocenti, Antonio Rotundo, Raffaele De Sandro Salvati, Paola Spera.

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 16 dicembre 2015

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia oggi la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

Il segreto della fotografia è che la macchina assume il carattere e la personalità di chi la tiene in mano.
Che si decida di rimanere in commossa solitudine o di invitare qualcuno, lo stare in casa è sinonimo di immediatezza, controllo e personalizzazione: scegli tu cosa fare e cosa non, chi vedere e chi non, che cosa ‘danno al cinema’, la playlist musicale… E in questo il mondo digitale è una grande risorsa, perché porta possibilità, quantità e qualità di scelta.
Stanotte non ho chiuso occhio. L’altra sera c’è stata una scossa di terremoto, tira vento di guerra, la mia gatta mi ha tolto il saluto da ieri e mia mamma fa finta di niente. Io devo partire per l’Oman, e tutti fanno finta di niente.
Come affrontano la questione dei bimbi ammalati mandati a scuola, le mamme “possibiliste” e le mamme “senso civico”?
Lo studio deve servire per cercare delle risposte, per scoprire l’alterità, per arricchirsene, per formare il proprio senso critico.
Ma come finisce “Occhi di gatto“?
E scrivere un articolo al giorno toglie il SEO di torno?

Ovvero:

58. Personalità. di Emanuele Secco

Stare in casa is the new uscire’: dentro un trend generazionale. di Eugenio Fasulo

Come Partire per l’Oman e Fare Finta Di Niente. di Eli Sunday Siyabi

Bambini ammalati mandati a scuola. di Sabina Frauzel

Lettera aperta ai giovani universitari. di Futura Pagano

[come finisce] #OcchiDiGatto. di Miki Moz

Un articolo al giorno, toglie il Seo di torno? di Roberto Gerosa

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Noemi Bengala, Daniela Conte, Sara Della Torre Valsassina, Luana Galanti, Federico Chigbuh Gasparini, Maria Luisa Roncarolo.

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 27 novembre 2015

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia oggi la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

Come certi fenomeni in rete trovino terreno fertile per una proliferazione massiccia modello muffa a moltiplicazione rapida, rimane ancora un mistero.
Del resto anche le bufale trovano terreno fertile su Facebook perché chi lo frequenta nella maggior parte dei casi è un frescone che abbocca a tutto.
Stirling, in Scozia, è una città piccola e molto caratteristica, si gira tranquillamente tutta a piedi e non ha bisogno di molto più di un giorno per fare e vedere tutto quello che offre.
Ma anche il castello di Miramare non scherza, è un posto meraviglioso in cui si conservano gli arredi originali dei suoi proprietari e di cui sembra ancora di percepire la presenza.
Ti è mai capitato di sentirti demotivato, spossato o spesso in riserva? Come se tutto quello che fai fosse di una pesantezza che non sai spiegarti, e non vedi l’ora di trovare del tempo per startene per conto tuo?
Certo, corriamo tutti i giorni. Per andare al lavoro, per portare i bambini a scuola. E spesso corriamo anche quando non ce n’è un reale bisogno…
Ci sono momenti della vita in cui c’è bisogno di essere rassicurati. E quei momenti restano fermi e nitidi nella memoria. Dolci e confortanti.

Ovvero:

Ridondanze nel web: #escile di Marina Savarese

Bufale web: siamo proprio dei creduloni. di Andrea Toxiri

Un giorno a Stirling, Scozia, tra castelli e cimiteri. di Viaggi verde acido

Una domenica al Museo: Castello di Miramare. di Caterina Art Post

La stanchezza ti butta giù? Ti ci vuole un pieno di energia! di Nick Murdaca

Il tempo saturato: le nostre maratone quotidiane. di Sonia Bertinat

Voce del verbo rassicurare. di Margherita Penza

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Sonia Bertinat, Chiara Bertora, Luca Borghi, Alessandra Bruni, Ivana De Innocentis, Rita Fortunato.

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 26 novembre 2015

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia oggi la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

In Amazon Books, la prima libreria  “in carne e ossa” di Amazon, i volumi selezionati si baseranno sugli ordini dei clienti, sui loro giudizi e recensioni, sulla popolarità conquistata su Goodreads senza tralasciare le classifiche di vendita e le valutazioni dei curatori.
E probabilmente anche lì qualcosa sui Romanov troveremo, no?
Conosci la prima regola della satira? “Nella satira non ci sono regole!”
Tanto, vivere ti cambia di per sé la vita.
Ciò che fa la differenza è la dedizione che uno ha nei confronti del proprio progetto.
L’anno in corso io lo evidenzierei tutto, ma proprio tutto, con l’oro.
Anche se l’Ombra collettiva ci riguarda tutti, e Carl Gustav Jung per primo approfondì questo argomento addentrandosi nelle oscurità dell’inconscio.

Ovvero:

Come Amazon sceglie i testi per la sua nuova libreria, di Federica Colantoni

Romanov: fine di una dinastia, di Chiara Minutillo

55. Regole, di Emanuele Secco

Tutti pazzi per l’assassino – necrocultura e cultura della malvagità vanno a braccetto nell’immaginario contemporaneo , di Valeria Bianchi Mian

Spazi inclusi, di Eleonora Nila Viganò

Dedizione, e voglia di cambiare le cose! di Judy Blackmore

Col sole in fronte, di Wabi Sabi

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Chiara Bertora, Federica Colantoni, Anna Pompilio, Alessia Savi.

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 20 novembre 2015

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia oggi la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

Si sa che i politici italiani non sanno utilizzare Twitter.
Del resto, già grazie se hanno fatto la leva obbligatoria…
Ma se hai voglia di ridere (o piangere) dai un’occhiata al “chi sono” dei siti degli agenti immobiliari, con tanto di numero di patentino.
Anche a te vengono gli occhi a cuore quando guardi i tuoi figli?
Essere genitore ti  riavvicina molto ai tuoi istinti. Mi piace ricordarmi ogni tanto che siamo animali, pure noi. E pure i nostri piccoli.
C’è chi dice che siamo fondamentalmente scimmie, e che se si desidera arrivare alla massa è necessario parlare il loro linguaggio, indipendentemente dall’oggetto della comunicazione.
Ma c’è anche da dire che la rivoluzione del web 2.0, pur essendo un primato della comunicazione, in qualche modo, ha causato un processo di regressione psicoinguistica, un’accelerazione di ritorno al pensiero primitivo.

Ovvero:

Gasparri mi ha bloccato… ora sono nella Hall of Fame di Twitter. di Andrea Toxiri

Naja: canzoni sulla leva obbligatoria. di Sonia Calamiello

online offline. di Paola Faravelli

I want your eyes! Oh mamma quante rughe! di Arianna Techel

Dal manager alla casalinga: siamo tutti scimmie! di Simone Bennati

Tu, genitore, non scordare chi sei. di Delia Enigmamma

Disturbi da blogger. di Francesco Mercadante

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Stefano Bersanetti, Mari Cas, Daniela Conte, Sara Della Torre Valsassina, Allegra Miky.

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 19 novembre 2015

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia oggi la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

Quel che conta per un blogger è lo scambio di informazioni e  fare propria ulteriore conoscenza. Così come un copywriter o web writer che deve scrivere per il proprio cliente s’informa, approfondisce la conoscenza su qualcosa che non è detto conosca a priori.
L’Internet Marketing Business Plan è inoltre il passo fondamentale per qualsiasi impresa che intenda presentarsi sulla rete per offrire i propri beni e servizi, indipendentemente dal modello di Business e dalle dimensioni aziendali.
Poi arriva Dan Price e si taglia lo stipendio del 90%…
Comunque non riesco a farne a meno. Ogni volta che passo in un centro commerciale devo acquistare e mangiare qualcosa di pronto. Qualcosa in grado di stuzzicare il mio appetito.
Sono gli attimi di vita delle grandi città, quelle attraversate a volte da uno strano stile durante le Fashion Week.
Ma questa è la grande favola che ci accomuna: accedere all’ignoto dentro se stessi ci conduce a fare i conti con l’altro-da-noi. Dietro l’ignoto compare la scoperta, sotto forma di nuove fratellanze.
Educare non significa inculcare ideologie e valori propri negli altri, ma aiutarli a diventare se stessi.

Ovvero:

Buccia di Banana/Si-può-fareeee! di Marina Savarese

“We (don’t?) need another hero” – c’è bisogno di accordo per creare una musica di mondi. di Valeria Bianchi Mian

Si taglia lo stipendio ma non è del Movimento Cinque Stelle, Dan Price. di Antonio Rotundo

Cinque particolari legami con il cibo. di Ferruccio Gianola

Come e perchè realizzare un Internet Marketing Business Plan. di Armando Giorgi

Chi ha paura del… l’educazione sessuale? di Sonia Bertinat

Gruppi di Facebook e Community di Google+: meglio pochi ma buoni. di Bruna Athena

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Francesco Ambrosino, Ambra Arnaldi, Sylvia Baldessari, Luca Borghi, Angelo Cerrone, Andrea Toxiri.

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 18 novembre 2015

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia oggi la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

Nel Cosplay c’è un intreccio in cui cultura orientale e occidentale si specchiano, trovando le proprie similitudini. Ed è interessante provare a guardarlo da un punto di vista educativo.
Con le telecamere a 360° si può riprendere tutto quello che ci circonda, e la divisione tra il “palcoscenico”, il protagonista del filmato, e il “dietro le quinte”, non esiste più.
Così in autunno Verona è ancora più bella…
Hai presente il particolare profumo che si libera nel camminare tra le foglie di tiglio cadute?
Lo dice anche Daniel Pennac che non devi per forza leggere tutto. Un libro che troviamo brutto, che ci dà l’impressione che stiamo sprecando il nostro tempo con una lettura che non ci merita, va abbandonato!
Quali sono i motivi che ti fanno alzare dal letto la mattina? Un panino e un’aranciata? Wow! Che sfida ogni giorno!
Ti auguro invece la sensazione piacevole di lavorare con passione e adrenalina, e di arrivare in ufficio motivato e carico.

Ovvero:

Cosplay: arte ludica contemporanea – Intervista ad Anna Castelli e Don Oscarez. di Sylvia Baldessari

Come funzionano i video a 360 gradi? di Roberto Gerosa

Verona in autunno (e perché la amo). di Martina Sgorlon

Foglie di tiglio e il sole d’autunno. di Michele Fornari

Lettrice sarcastica #2: lettori bacchettoni VS lettori lussuriosi. di Bruna Athena

Cosa stai facendo? di Andrea Girardi

Caro capo, sai perché i tuoi dipendenti non sono felici? di Eufemia Scannapieco

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Sylvia Baldessari, Valeria Bianchi Mian, Marjorie Cigoli, Sara Della Torre Valsassina, Nick Murdaca, Lucrezia Stefano Travelblog.

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 16 novembre 2015

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia oggi la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

Al parco è tutto un “Vai a giocare con quel bimbo, fai amicizia” e poi tra voi non spiccicate parola.
E state su WhatsApp, quell’apostrofo verde tra il “mi fa piacere sapere che respiri ancora” e il “fanqù“.
Oramai la condivisione in tempo reale è da considerarsi il passaparola del nuovo millennio, e anche il settore ristorazione si sta adeguando. Alcuni ristoratori, oltre ai social classici, utilizzano Steller, un social nato nel 2014  per lo storytelling, adattabile molto facilmente al settore ristorazione, ma ancora poco conosciuto in Italia.
Spesso mi chiedo se ho dei punti deboli come blogger e devo confessare che sono più di uno, ma non è affatto semplice rendersene conto.
Quali differenze ci sono tra blog personale e blog aziendale, e quale strategia di blogging è utile attuare per un’azienda?
A volte, l’imprenditore ragiona con la mentalità del consumatore, giocando al risparmio. Ma non è detto che il prodotto o servizio più economico tra quelli che ci possiamo permettere, sia anche quello più adatto a farci raggiungere il successo.
E poi, non dimentichiamoci che ciò che spinge il pubblico ad ascoltare un grande affabulatore è spesso la carica di emotività che trasmette.

Ovvero:

Cose che i bambini ci direbbero volentieri, ma sono troppo educati. di Enrica Tesio

WhatsApp: guida pratica contro il fanqù terapeutico. di Anna Le Rose

Storytelling e food: si può con Steller. di Valentina Baldon

Il punto debole del vostro #blogging. di Ferruccio Gianola

Come sviluppare una strategia per un blog aziendale. di Francesco Ambrosino

La mentalità dell’imprenditore vs. la mentalità del consumatore. di Federico Chigbuh Gasparini

#MeetCoppola e le radici. di Camilla Ronzullo

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Sonia Calamiello, Silvia Ceriegi, Sara Della Torre Valsassina, Paola Forneris, Rita Fortunato, Andrea Toxiri.

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 9 novembre 2015

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia oggi la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

Quanto sono importanti le biblioteche, la lettura e l’immaginazione, in particolare per giovani e bambini?
Anche se non ci sarà mai qualcosa che scriveremo e che sarà ritenuto universalmente interessante sulle piattaforme social.
Cosa differenzia una persona che prova disagio da una persona che prova benessere psicologico?
Chissà, magari anche essere stati o meno in una città… Parigi: una città in cui vivrei. Non mi capita spesso di pensarci, ma si, in questo luogo potrei anche stabilirmi, forse per la mia anima romantica, per l’aria artistica che si respira, per la “normalità” con cui si vivono situazioni o cose che dovrebbero esser normali ovunque.
E’ fisiologico un calo in termini di visite e visualizzazioni per un blog? Si, ma a volte servono anche più lettori “multipotenzialisti”!
E poi le mamme… “Hai salutato la signora?” Questo mia mamma me lo chiede ancora adesso quando andiamo insieme da qualche parte. Ho trentacinque anni.
Io non piango, è vero, ma sono campionessa di commozione. Mi commuovo e ogni tanto, fortunatamente, qualcuno davvero bravo che mi faccia la manovra di Heimlich lo trovo e il bello è che la fa passare per un abbraccio.

Ovvero:

Neil Gaiman: “Vi spiego perché il nostro futuro dipende dalla lettura e dalla fantasia”, di Donato Samburgaro

Vuoi diventare interessante su Facebook? Mi spiace, non puoi, di Simone Bennati

Disagio vs benessere psicologico: ecco cosa fa la differenza, di Andrea Epifani

Paris: alla ricerca del gobbo di Notre Dame, di Cattura-Attimi

Ho un calo di visite al blog, come risolvo? di Rita Fortunato

Il pianto e la disostruzione della tristezza, di Enrica Tesio

Le cinque frasi che hanno segnato la mia infanzia, di Beatrina Incorporella

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Francesco Ambrosino, Sonia Bertinat, Chiara Bertora, Giulia Calli, Rita Fortunato, Allegra Micky.

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 20 ottobre 2015

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia oggi la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

Finalmente l’autunno è arrivato! E’ il minimo che si possa dire di fronte alla galleria di quadri di alcuni grandi artisti che esprimono lo spirito di questa stagione, da Van Gogh ed Egon Schiele, a Signorini, Klimt e Kandinsky.
Metto insieme quel che mi circonda. L’impiegata, il padre di famiglia, la tossicodipendente, il manager rampante, la Vita, insomma. Che termina, per forza di cose, con la Morte.
Non è una provocazione, è una scelta. Scelgo di condividere meno come e frequentare più perché e perché no!
Per scoprire anche che la morte è un passaggio, un appuntamento che tutti siamo tenuti a rispettare. E includerla nel nostro orizzonte, pensarci, forse ci aiuta a vivere con maggiore pienezza tutto quel che viene prima. Proprio grazie alla rete è possibile un confronto spesso arricchente su un tema come questo.
E puoi recuperare punti di vista diversi, compresi i tuoi che nel tempo sono mutati, e analizzarli come se fossero le revisioni dei post in WordPress.
Ma non si può neanche solo immaginare di poter recensire una persona. Darle dei voti, consigliarla o sconsigliarla agli amici… si, proprio quello che sarà possibile fare con l’app Peeple.
Quale città attira un turismo giovanile alla portata di tutti per il suo fascino da paese dei balocchi? Amsterdam! Che nonostante le balordaggini che forse i nostri amici ci hanno raccontato, è una città sicura, pulita e organizzata.

Ovvero:

Storie d’autunno: i colori più belli attraverso gli occhi dei grandi artisti. di Arianna Senore

L’anatomia della distruttività umana secondo Vera Q. di Vera Q

Meno come fare per, più perché e perché no. di Gloria Vanni

Educazione digitale: intervista al Salone del Lutto. di Sylvia Baldessari

[Help WordPress]: Come ripristinare una vecchia versione del post. di Andrea Toxiri

Peeple: la app per recensire le persone. E sei subito Dio! di Simone Bennati

Amsterdam: è solo la città degli eccessi?! di Manu Nove

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Valeria Bianchi Mian, Luca Borghi, Roberto Gerosa, Allegra Micky, Manu Nove, Emanuele Secco, Gloria Vanni.

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 2 ottobre 2015

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia oggi la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

Quando la condivisione è regina, ne deriva una straordinaria capacità di coinvolgimento.
E se è vero che il popolo è sovrano, il popolo del Web lo è ancora di più. Pensa al caso di Radio Deejay e delle polemiche nate sul web quando Linus ha presentato il nuovo palinsesto della radio!
Il tuo corpo reagisce quando cominci a pensare a un nuovo viaggio e quando finalmente l’hai prenotato, vibra, come la bacchetta di un rabdomante che ha trovato l’acqua?
O magari sei in  dolce attesa e vuoi annunciare l’arrivo di tuo figlio tramite i social. In tal caso, che tu sia o no una star americana, è bene che segua almeno qualche regola di bon ton.
A proposito, pare che non sia ancora del tutto chiaro che Linkedin non è un luogo per corteggiare belle donne o attraenti professionisti, ma è il posto perfetto per ricercare una nuova risorsa da integrare nella propria attività.
In ogni caso, lasciate in pace i ragazzi. Se sbagliano qualcosa – qualsiasi cosa – la colpa maggiore è sempre di chi non li ha saputi educare.
Hai mai assaggiato la pizza di farro “Middlesex” alle due farine?

Ovvero:

#Adotta1blogger: quando la condivisione è regina. di Ferruccio Gianola

Il caso Linus e Radio Deejay. di Andrea Toxiri

L’emozione del prossimo viaggio. di Dana Donato

Gravidanza e Facebook: le sei regole di bon ton. di Frenci Bello

Su Linkedin,il corteggiamento “amoroso” è diventato di routine? di Angelo Cerrone

Più ignoranti di una capra. di Guido Saraceni

Pizza di farro “Middlesex” alle due farine. di Sara Zelda Mazzini

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Simone Bennati, Sonia Bertinat, Giulia Bezzi, Luca Borghi, Nick Murdaca, Andrea Toxiri.

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 30 settembre 2015

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia oggi la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

E’ solo con una gestione attenta e assidua che le potenzialità dei gruppi su Facebook possono esprimersi pienamente e restituire in termini di conoscenza, visibilità e fidelizzazione.
Tutto quello che ti serve è una buona domanda e il coraggio di prendertene cura.
Quale verità? La tua, quella che ti viene facile, che ti esce naturale, il che non significa tu debba andare al lavoro in pigiama o che non debba far nulla per presentarti come si deve, ma vuol dire essere onesti. E, soprattutto, non barare. Mai.
Confrontare i risultati ottenuti da 2 blogger può essere utile ad indicarci il valore del singolo blog, ma dipende dai parametri valutati.
In ogni caso, “che ci si salvi l’anima scrivendo non è detto. Scrivi, scrivi, e già la tua anima è persa.”
Molti di noi, anche da adulti, non sono in grado di prendersi cura di se stessi, vanno costantemente alla ricerca di chi si occupi di loro, li coccoli, li vezzeggi, si assuma le loro responsabilità, risolva i loro problemi. Perché? In genere perché, non è stata offerta loro la possibilità di diventare autonomi, di camminare con le proprie gambe, molto semplicemente non è stato insegnato.
Così anche la bellezza di una foto non sta più nella capacità imperfetta di riportare un punto di vista, e non è più in un movimento accennato, nella fatica di entrare nell’inquadratura con consapevolezza, ma è nel pacchiano che ha la sua ragione: in un uso sommato di grandangoli estremi e di colori saturi.

Ovvero:

Il Gruppo facebook: un’opportunità da rivalutare. di Daniela Patroncini

Se hai vent’anni… di Francesco Margherita

Trova il tuo esempio, impara dai migliori, ma non barare. di Roberta Giulia Amidani

Paragonare blog e blogger ha senso? di Simone Bennati

47. Anima Persa. di Emanuele Secco

Apprendere dalla Vita. di Anna Fata Senigallia

Scattate fotografie orribili senza saperlo. Vi stanno ingannando… di Roberto Cotroneo

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Federico Chigbuh Gasparini, Armando Giorgi, Andrea Girardi, Nick Murdaca.

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 25 settembre 2015

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia oggi la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

Da nord a sud lo stereotipo della mamma Vip è sempre pressapoco lo stesso. Si donne, l’asilo, la scuola, le attività pomeridiane dei bambini danno ad alcune mamme grandi possibilità di mettersi in mostra. Di solito le trovi nei bar limitrofi agli asili o scuole, che sorseggiano caffè, fumano sigarette e sparlano di altre mamme.
D’altra parte siamo circondati da nuove tipologie di famiglie. Ci sono ora quelle che vengono definite allargate, con figli di precedenti matrimoni, figli acquisiti, figli non tuoi. In questi casi la regola del passo indietro può essere di aiuto, perché denota rispetto.
Hai il blocco dello scrittore? Capita, ma tu continua a scrivere!
E’ l’alchimia della vita, un’eterna danza tra solve et coagula…
E comunque, potresti creare un post fotografico per ricostruire l’avventura del tuo viaggio in Giappone.
Prova a usare gli operatori booleani e cerca, migliora le tue ricerche, insomma apriti al mondo, proprio come fai su Google quando cerchi qualcosa.
Potresti persino scoprire di avere bisogno di una  pagina facebook in più lingue…

Ovvero:

Il primo giorno di scuola è delle mamme. di Giusi Tandoi

Figli acquisiti (ereditati): la regola del passo indietro. di Daniela Pellegrini

Ho il blocco dello scrittore, come lo affronto? di Rita Fortunato

Solfo, Mercurio, coagula e dissolvi, la danza della vita. di Ciro Ferraro

Una foto al giorno per scoprire il Giappone. di Nicoletta Sala

Ricerca avanzata di Google: sfruttiamo gli operatori booelani. di Andrea Toxiri

Pagina Facebook in più lingue, come fare? di Veronica Gentili

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Francesco Ambrosino, Valeria Bianchi Mian, Federica Colantoni, Nicoletta Sala, Andrea Toxiri.

a cura di Paola Chiesa