Paola Chiesa

La mia storia, fino a qua. pa6003
3 aprile 1969. Figlia di madre artista e padre militare, incarno in un equilibrio sempre da conquistare e mai facile da mantenere fantasia e rigore, entusiasmo e pragmatismo, passione e lucidità; anche astrologicamente non mi smentisco…ariete ascendente sagittario.
Nata a Piacenza, cittadina di confine (c’è chi pensa sia in Lombardia, ma no è in Emilia-Romagna!), dopo gli studi di Giurisprudenza a Modena e Mainz  adotto Torino per amore di Spyros, un greco che riuscirà a farmi innamorare anche della capitale sabauda.
La mia naturale vocazione all’intraprendere, decisamente emiliana, mi ha portato nel tempo ad immaginare, sviluppare idee e realizzare servizi informatici legati allo sviluppo di siti web, all’e-commerce e ai social media, in particolare per le piccole aziende.

Poi c’è la passione per la tecnologia ed il digitale come strumenti di innovazione non solo per le aziende ma anche per la PA, che mi vede impegnata come attivista digitale e studiosa dei temi dell’open data e della trasparenza nella Pubblica Aministrazione, anche attraverso l’attività del Centro Studi di Informatica Giuridica di Ivrea-Torino.
La rete possiamo dire che sia la chiave di volta dei miei pensieri e delle mie azioni: mi piace creare sinergie tra diversi soggetti di un territorio, privati e pubblici, profit e non profit, tra diverse competenze ed eccellenze, in un’ottica comunitaria; l’obiettivo è quello di migliorare l’ambiente circostante, secondo parametri che misurino l’efficacia di un servizio in termini di qualità della vita quotidiana; attività che svolgo anche come presidente dell’Associazione Responsabilities Onlus.
Per fare tutto ciò mi piace radicarmi in un ambiente, assorbirne l’essenza, comprenderne potenzialità e margini di miglioramento, in un’ottica molto “tonda” e femminile: avendo sul tavolo diversi dati, l’obiettivo è quello di costruire il puzzle trovando ad ogni tassello la collocazione più adeguata.
Il mio più grande pregio? Sicuramente aver dato alla luce Dafne! Per il resto preferisco che siano gli altri a notare i miei lati positivi…
Difetti? Tanti: disordinata, dissacrante, golosa, ostinatamente puntuale in Italia, incapace di smacchiare una tovaglia, insofferente verso tutto ciò che non risponde a canoni di eleganza, giustizia e verità.

Get in touch with Paola Chiesa

twitter pinterest linkedin instagram googleplus facebook