bla bla blogger 2 maggio 2016

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia per questa settimana la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

Legge la frase. La rilegge. Una, due, molte volte. Se non fosse sicura della buona fede di chi scrive, Carla penserebbe a un’esagerazione o sospetterebbe di essere presa in giro. Guarda l’orologio. Pensa che non ha una risposta. Sente ancora il calore del messaggio. Forse di questo si tratta. Calore.
Nel frattempo le Briciole Golose sfornano, cuociono, impastano, lievitano, montano, frullano, tritano, decorano e glassano qualsiasi cosa la mente umana possa aver voglia di mettere nello stomaco (purché entri in un forno). Per esempio la torta Mimosa.
Lascia fare a me, monterò questi tuorli d’uovo in men che non si dica. Sentirai che crema”
E’ possibile tenere fede, con determinazione, alla realizzazione di un progetto che diventa motivo di costruzione della propria vita. Non importa se agli altri questo non pare possibile o lontano dal proprio ambiente “genetico” in cui si è vissuti fino ad ora. La cosa fondamentale è crederci e porre in essere azioni al fine di raggiungere l’obiettivo.  Dunque in termini umani questo significa “lavorare” affinché i propri desideri diventino reali.
Del resto, la forza di chi innova sta spesso nella domanda “perché no?” e nel guardare ciò che fanno gli altri e farlo in modo differente, pescando risorse e competenze al di fuori del recinto nel quale pascolano tutti.
Che a volte potrebbe tradursi anche nel coraggio di dire NO a un cliente.
Come si fa una ricerca su Twitter? Attraverso due utilissimi strumenti, i quali permettono di spulciare tra i tweet in modo rapido ed estremamente mirato: la ricerca avanzata e gli operatori di ricerca.
Scrivener è invece un tool di scrittura che può essere utilizzato da chiunque scriva. Libri, novelle, sceneggiature, tesi, ricerche possono trovare spazio al suo interno. La sua versatilità lo rende interessante anche per l’attività di blogger.
Ma mentre parlo, Maya russa rumorosamente. Deve essersi addormentata sulla sua sdraietta…

Ovvero:

Scrittura, Blogging
Calore. di Paola Giannelli

Cinquanta sfumature di giallo. di Gianluca Meis

Diverso è meglio. di Andrea Girardi

Social Media
Twitter: la ricerca avanzata e gli operatori di ricerca. di Simone Bennati

Marketing
3 passi per dire no e offrire un ottimo servizio. di Paolo Fabrizio

Psicologia, Pedagogia
Come giungere al karma da pedagogista incapace attraverso Zootropolis! di Monica D’Alessandro Pozzi

Il cane del mio psicologo. di Laura Salvai

Cucina
I sogni son desideri chiusi in fondo ad una Torta Mimosa delle Briciole Golose. di Alessandra Bruni

Tools, Tutorials
Scrivener: pro e contro. di Alessia Savi

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Margherita Penza, Anna Wood, Noemi Bengala, Andrea Girardi, Sylvia Baldessari, Valeria Bianchi Mian, Annarita Faggioni.

**************************************************************

Un particolare ringraziamento va ancora ai blogger che nel mese di Aprile sono stati più attivi nel gruppo facebook Adotta 1 Blogger, attraverso adozioni, condivisioni, segnalazioni, commenti e suggerimenti.

Eccoli, i magnifici 7: Sonia Bertinat, Francesco Ambrosino, Rita Fortunato, Valeria Bianchi Mian, Nick Murdaca, Andrea Toxiri, Gloria Vanni.

aprileb

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 4 aprile 2016

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia per questa settimana la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

Chi sono dentro si evince da quel che scrivo. Chi sono al di fuori, non ha alcuna rilevanza. Ho due gambe e due braccia, per fortuna. E lettiere da pulire, e bollette da pagare. Una noia.
Passa il tempo, si diventa adolescenti e poi adulti, gli abbracci si fanno radi e goffi, e in vecchiaia diventano un’elemosina che non si riesce a concedere.
Nei racconti di mia nonna non c’erano le ideologie né gli eroi, e se c’erano erano figure di cartapesta sullo sfondo, il mascellone, quello coi baffetti, il re padre di quello nato dopo e che avrebbe poi sposato una Doria dei biscotti, ma soprattutto c’erano i suoi quindici anni e i calzettoni, il teatro e le amiche, l’incoscienza e la stupidera.
Sì perché non basta produrre un ottimo contenuto, sia esso un articolo per il blog, un video, un podcast, una newsletter, una infografica e così via, perché quello che conta è la tua capacità di “far girare la voce”, di veicolare il tuo messaggio a quante più persone è possibile, cercando di intercettare quelle giuste, quindi potenzialmente interessate a quello che hai da dire.
E’ un po’ come l’arte dell’intreccio di materiali diversi, come l’asfodelo, il giunco, il grano e la palma nana, tutte fibre ridotte in sottili lamelle e lasciate ad essiccare al sole. Così in Sardegna si realizzano tutt’oggi corbule e canestri, destinati a un commercio di tipo prettamente turistico.
“Zang”, “Tumb tumb”, “ScaAbrrRrraaNNG”: spesso le uniche cose che ricordiamo del futurismo sono queste parole che sembrano uscite da un folle fumetto. Mentre invece i futuristi, con il loro fervore e la loro irruenza sono riusciti a portare l’arte al di fuori delle mura dell’accademia, tra la gente.
Predisporsi al confronto può anche assumere il significato di rispondere alle domande dei lettori e fornire loro contenuti utili, che è la base da cui partire per attuare una strategia di content marketing. Quando progetti il post del tuo blog, quindi, individua esattamente qual è la domanda a cui vuoi dare risposta.
Inoltre, quando gestiamo un blog un grosso problema è trovare le risorse da utilizzare (possibilmente gratis) per i nostri articoli.
Infine, come si fa pubblicità su Facebook? Quale tipo di strategia di ottimizzazione conviene adottare, per massimizzare i risultati?

Ovvero:

Scrittura, Blogging
Intervista a Vera Q. di Annarita Faggioni

A parti inverse. di Sara Tassara

La nonna e la guerra. di Beatrice Dorigo

Marketing
Un buon contenuto non basta. Bisogna saperlo diffondere. di Francesco Ambrosino

Il metodo per scrivere un buon post [5 step] di Luana Galanti

Strategie di ottimizzazione per la pubblicità su Facebook. di Fabio Piccigallo

Arte
Riassunti d’arte: il futurismo raccontato in 10 punti. di Marco Lovisco

Turismo
Sardegna: un percorso nelle tradizioni. di Diana Bancale

Tools, Tutorials
Risorse Gratuite. di Andrea Toxiri

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Valeria Bianchi Mian, Erika Zerbini, Chiara Bertora, Francesco Brioweb Russo, Simone Bennati, Lisa Bortolotti, Caterina Stringhetta, Bruna Athena.

**************************************************************

Un particolare ringraziamento va ancora ai blogger che nel mese di Marzo sono stati più attivi nel gruppo facebook Adotta 1 Blogger, attraverso adozioni, condivisioni, segnalazioni, commenti e suggerimenti.

Eccoli, i magnifici 7: Silvia Camnasio, Simone Bennati, Francesco Guglielmino, Margherita Penza, Anna Pompilio, Valeria Bianchi Mian, Francesco Ambrosino.

marzoba cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 7 marzo 2016

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia per questa settimana la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

L’unica cosa che nel rinnovato inverno solitario poteva dare conforto ad Anna era il rientrare a casa e sentire quell’inconfondibile profumo: pasta, patate e provola che la mamma le preparava al forno.
Pare che una donna intelligente sia necessariamente un po’ cessa. E una bella sia necessariamente un po’ scema.
Le storie in realtà hanno tante variabili, ingredienti che ne determinano le evoluzioni, le percezioni, gli sviluppi, le opportunità di entrare nell’immaginario o meno. Ci sono però dei confini, oltre i quali anche le storie più semplici diventano altro. Diventano forzature.
E poi abbiamo paura di tutto…ma dobbiamo anche ricordare che con dei piccoli atti di coraggio fatti ogni giorno, possiamo stravolgerle e respingerle tutte. Questo è anche ciò che diceva di fare Calvino.
Pensiamo a 10 cose belle da fare a Koh Lipe, in Thailandia! E’ un’isola piccola e bellissima. Una perla, fragile come la rosa del Piccolo Principe. Perciò, da proteggere.
Potrebbe poi esserci utile 123apps, un tool online che consente di effettuare video e audio editing, senza dover installare nulla sul pc.
Se tu, professionista/blogger/influencer/equantaltro, passi la tua giornata a condividere la qualunque sul tuo profilo le cose sono 2: o non stai lavorando oppure il tuo ego è così smisurato che senti l’incontenibile impulso di farci sapere esattamente e in qualsiasi momento del giorno dove sei e cosa stai facendo/leggendo/studiando/analizzando/discutendo.
Però, nonostante tutte le tue condivisioni, non mi hai segnalato nulla su Kiddle.co, il nuovo motore di ricerca per bambini, che permette di ricercare sul web notizie, immagini e video…
Va beh, comunque quando il tuo nome comincia a girare, ti capiterà sicuramente la richiesta di un’intervista da un altro blogger, una richiesta di un guest post (gratuito). Non entusiasmarti subito. Respira e valuta ogni singola proposta che ti viene fatta.

Ovvero:

Scrittura, Blogging
Storytelling: non forzare le storie. di Barbara Gozzi

Piccoli atti di coraggio. di Ferruccio Gianola

Una messa in piega non fa la Signora del Dado Star. di Veronica Dolce

Social media
7 cose che ancora fai sui social ma non dovresti più fare! di Manuela Cervetti

Piccola guida alla felicità digitale. di Cora Francesca Sollo

Turismo
10 cose belle da fare a Koh Lipe, Thailandia. di Gloria Vanni

Cucina
L’anno in cui Anna conobbe Paolo e poi tutto finì con pasta, patate e provola al forno. di Alessandra Bruni

Tools, Tutorials
[WEB TOOL]: Video e Audio editing con 123apps. di Andrea Toxiri

Guida all’uso di Kiddle.co, un motore di ricerca kids-safe, ma non troppo. di Arianna Orazi

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Silvia Camnasio, Nick Murdaca, Gloria Vanni, Arianna Orazi, Andrea Girardi, Rita Fortunato, Francesco Guglielmino, Luca Borghi, Andrea Girardi.

**************************************************************

Un particolare ringraziamento va ancora ai blogger che nel mese di Febbraio sono stati più attivi nel gruppo facebook Adotta 1 Blogger, attraverso adozioni, condivisioni, segnalazioni, commenti e suggerimenti.

Eccoli, i magnifici 7: Silvia Camnasio, Nick Murdaca, Simone Bennati, Sonia Bertinat, Luca Borghi, Rita Fortunato, Daniela Conte.

febbraioba cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 1 febbraio 2016

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia per questa settimana la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

Potrebbe interessarti una panoramica sulle migliori applicazioni fotografiche per Android, dallo scatto alla modifica fino a giungere all’archiviazione e condivisione. Insomma un vero e proprio flusso di lavoro fotografico.
Oppure  saper utilizzare Google+ per il lavoro, partendo da un esempio di utilizzo concreto per spingere il proprio blog.
Quindi ora, anzichè produrle in serie alte, perfette, longilinee e dai visi perfettamente simmetrici e armonici, hanno pensato bene di produrre anche bambole più bassine e tarchiatelle. Ma anche le bambole più tarchiate hanno comunque visi simmetrici e armonici, le caviglie sottilissime, le braccia tornite e i nasini all’insù. Sono poi così realistiche le nuove Barbie?
Ah, l’ambizione! C’è chi sa viverla bene e chi no. C’è chi si lascia ispirare e chi, invece, appena ha un desiderio un po’ più elevato degli altri, lo ricaccia giù giù giù nel fondo del suo cassetto.
Interessante l’intervista al diciassettenne sull’utilizzo della Rete, tra social e app!
Se quello che nel Web manca è la gestualità, la prossimità, la fisicità, è allora anche vero che è importante imparare a comunicare servendosi di uno strumento che ha caratteristiche e peculiarità tutte sue.
Il blog è anche una questione di orgoglio, ma nessuno perde la faccia se per orgoglio si concede un periodo col lusso del mutismo selettivo. Continuo a chiedermi se effettivamente, tutti questi che pubblicano a raffica articoli copia e incolla di “divulgazione sulla comunicazione on line” effettivamente poi lavorino davvero nel settore.
Persino a scuola, alla fine del primo quadrimestre (o del trimestre… già, perché in tante scuole ora abbiamo i trimestri e i pentamestri) ci si prende un attimo di pausa!
Pausa, ecco, è proprio quello che ci vuole per leggere piacevolmente i #CurriculumDelLettore di Gennaio.

Ovvero:

Social media
A lezione da un 17enne: il Web tra mobile, social e chat app. di Paolo Ratto

Scrittura, Blogging
I 10 mantra della Comunicazione nel Web [+Infografica] di Ludovica De Luca

La coerenza dell’incostanza nel blogging. di Sonia Calamiello

#CurriculumDelLettore, un gennaio professionale. di Rita Fortunato

Pedagogia, Psicologia
Come era un tempo il febbraio; a scuola. di Monica D’Alessandro Pozzi

Ecco le Barbie realistiche, sarà, ma io le vedo ugualmente snob. di Delia Enigmamma

Che differenza c’è fra l’ambizione e un salto nell’iperspazio? di Paola Fantini

Tutorials, Tools
Le migliori 10 applicazioni fotografiche per Android. di Francesco Effeslash

[Social Network e Lavoro]: Utilizziamo Google Plus. di Andrea Toxiri

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Luca Borghi, Raffaele De Sandro Salvati, Simone Bennati, Francesco Ambrosino, Sylvia Baldessari.

**************************************************************

Un particolare ringraziamento va ancora ai blogger che nel mese di Gennaio sono stati più attivi nel gruppo facebook Adotta 1 Blogger, attraverso adozioni, condivisioni, segnalazioni, commenti e suggerimenti.

Eccoli, i magnifici 7: Silvia Camnasio, Massimo Della Penna, Nick Murdaca, Daniela Conte, Rita Fortunato, Valeria Bianchi Mian, Francesco Ambrosino.

gennaioba cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 1 dicembre 2015

Rassegna stampa della community #adotta1blogger – speciale 7 membri più attivi nel mese di Novembre.

Questo numero della rassegna stampa contiene i post dei 7 membri che nel mese di Novembre sono stati più attivi nel gruppo facebook Adotta 1 blogger, attraverso adozioni, condivisioni, segnalazioni, commenti e suggerimenti. Si tratta di Valeria Bianchi Mian (Torino), Sonia Bertinat (Torino), Nick Murdaca (Milano), Rita Fortunato (Udine),  Anna Pompilio (Roma), Ferruccio Gianola (Lecco), Andrea Toxiri (Roma). In questo appuntamento mensile, i nostri blogger ci mettono la faccia. Come sempre, l’augurio è quello di vedere alternarsi e di presentarvi nelle pagine di questa rassegna stampa, volti sempre nuovi e diversi dei nostri blogger. A riprova del fatto che #adotta1blogger è una community variegata, condivisiva, orizzontale ed in costante crescita! Numero attuale dei membri della community: 877

novembrebBuona lettura!

Il #CurriculumDelLettore di novembre è come una copertina e una tazza di the caldo perché, in ogni partecipante c’è sempre un titolo che ti scalda il cuore e ti insegna a guardare la realtà con un punto di vista sempre nuovo e privo di pregiudizi.
Possibile invece che, sia che si tratti del sindaco di una grande città, del responsabile marketing di una grande azienda o di un nuovo fornitore che subentra in un appalto, l’idea di partenza è: adesso vi faccio vedere io? Il nuovo non si costruisce sul nuovo.
Se ti succede di tamburellare impazientemente con le dita sul tavolo o vedere persone sedute che, anche se in silenzio, dondolano di continuo una gamba, è perché, in quel momento, la mente è sopraffatta da un flusso incontrollato di pensieri e l’energia creata si manifesta attraverso il corpo.
Se li vogliamo controllare, dobbiamo rallentarli e possiamo riuscirci controllando i nostri movimenti.
Senza esagerare. Floreana, la protagonista del libro “L’albergo delle donne tristi” di Marcela Serrano, ha un passato di delusioni che l’hanno portata addirittura a decidere che la castità sarà la sua via ideale. Quante volte, come Floreana, abbiamo lasciato congelare un’emozione, un sentimento per la sola paura di viverlo? O ci si è isolati dal mondo delle emozioni per non soffrire?
The scandalous Lady W, invece, è un film sulla storia di una donna “scandalosa” come solo la libertà può essere. Lady W. sceglie, osa, sfida!
La lettura ad alta voce rende più sicuri e assertivi quando si parla con qualcuno, ma anche meno timidi e più padroni del proprio linguaggio. Paradossalmente il fatto di dare importanza alla mia voce, rende importante anche quella degli altri, tanto che ora li ascolto molto di più. Le parole che escono dalla nostra bocca, se dette in modo corretto e giusto, sono musica.
E se volessi creare delle GIF, come potrei fare?

Ovvero:

#CurriculumDelLettore, un novembre creativo. di Rita Fortunato

Il nuovo che avanza. di Anna Pompilio

Femmina scandalosa dotata di penna – considerazioni sulla storia di Lady Worsley e altre faccende libertine e libertarie. di Valeria Bianchi Mian

Il ghiaccio interiore ne “L’albergo delle donne tristi” di Marcela Serrano. di Sonia Bertinat

Rallentare il corpo per rilassare la mente. di Nick Murdaca

Leggere ad alta voce. di Ferruccio Gianola

GIF Maker: Creare delle GIF con due click. di Andrea Toxiri

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Stefano Bersanetti, Emma Frignani.

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 2 novembre 2015

Rassegna stampa della community #adotta1blogger – speciale 7 membri più attivi nel mese di Ottobre.

Questo numero della rassegna stampa contiene i post dei 7 membri che nel mese di Ottobre sono stati più attivi nel gruppo facebook Adotta 1 blogger, attraverso adozioni, condivisioni, segnalazioni, commenti e suggerimenti. Si tratta di Valeria Bianchi Mian (Torino), Sonia Bertinat (Torino), Ferruccio Gianola (Lecco), Anna Pompilio (Roma), Nick Murdaca (Milano), Luca Borghi (Como), Rita Fortunato (Udine). In questo appuntamento mensile, i nostri blogger ci mettono la faccia. Come sempre, l’augurio è quello di vedere alternarsi e di presentarvi nelle pagine di questa rassegna stampa, volti sempre nuovi e diversi dei nostri blogger. A riprova del fatto che #adotta1blogger è una community variegata, condivisiva, orizzontale ed in costante crescita! Numero attuale dei membri della community: 812.

ottobrebBuona lettura!

Anche il  #CurriculumDelLettore di Ottobre, come quello di Settembre, è tutto al femminile. Emerge la lettura come sensibilità e riflessione.
Concentratevi nella lettura di un buon libro e nel leggere una bella storia e vi sentirete sempre al centro dell’attenzione. Non vi mancherà più nulla. Di colpo vi troverete decine e decine di amici e di amori addosso.
La percezione di una città come Torino a volte dondola tra i ricordi di una visita, le informazioni raccolte negli anni e le persone incontrate nella vita “reale” e “virtuale”.
Come quel cane che attende la sua padrona in auto, un pandino da macero, e se ne sta dritto come un fidanzato d’altri tempi
Il funzionamento della mente dipende da quello che essa consuma. Ma esattamente qual è il suo carburante, e da dove lo prende?
Sono molti i canali che influenzano le nostre scelte. Da una parte, spot e campagne pubblicitarie trasmessi in modo tradizionale, attraverso manifesti, radio e televisione. Dall’altra, i social network e i portali di e-commerce.
Ma non si può non partire da una corretta informazione nelle scuole come via per il rispetto dell’altro, incluso il superamento degli stereotipi di genere.

Ovvero:

#CurriculumDelLettore, un ottobre introspettivo e avventuroso. di Rita Fortunato

Leggere per imparare a stare da soli. di Ferruccio Gianola

Gran Torino. di Anna Pompilio

Scritture autunnali – appuntamenti poetici novembrini – #Torino di Valeria Bianchi Mian

Il cervello e la sua energia: il cibo. di Nick Murdaca

Quali fattori influenzano i nostri acquisti? di Luca Borghi

Stereotipi di genere, educazione e inclusività. di Sonia Bertinat

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Andrea Girardi, Nick Murdaca.

a cura di Paola Chiesa

 


bla bla blogger 1 ottobre 2015

Rassegna stampa della community #adotta1blogger – speciale 7 membri più attivi nel mese di Settembre.

Questo numero della rassegna stampa contiene i post dei 7 membri che nel mese di Settembre sono stati più attivi nel gruppo facebook Adotta 1 blogger, attraverso adozioni, condivisioni, segnalazioni, commenti e suggerimenti. Si tratta di Sonia Bertinat (Torino), Nick Murdaca (Milano), Anna Pompilio (Roma), Rita Fortunato (Udine), Andrea Toxiri (Roma), Gloria Vanni (Milano), Ferruccio Gianola (Lecco). In questo appuntamento mensile, i nostri blogger ci mettono la faccia. Come sempre, l’augurio è quello di vedere alternarsi e di presentarvi nelle pagine di questa rassegna stampa, volti sempre nuovi e diversi dei nostri blogger. A riprova del fatto che #adotta1blogger è una community variegata, condivisiva, orizzontale ed in costante crescita! Numero attuale dei membri della community: 730.

settembrebBuona lettura!

Neville Paciock, personaggio della saga di Harry Potter, è l’alter ego del protagonista. Sbadato, poco sveglio, pavido. Eppure, quando comincia a credere in sé, liberandosi delle proiezioni esterne, riesce a dare il colpo finale al gran cattivo uccidendo il serpente. E con quel gesto libera se stesso completamente.
E allora, perché complichi il tuo modo di pensare?
Trascorri una domenica mattina alle prese con la potatura estiva di un rigoglioso Rincospermum e una Cortaderia aggrovigliati l’uno all’altra come le stirpi di Cent’anni di solitudine… poi vediamo.
Ma guarda, la rubrica settembrina del #CurriculumDelLettore è tutta al femminile! In tutto ci sono 8 piccole principesse o dolcissime volpi che si sono dilettate a parlare dei loro libri più significativi.
Evidentemente non stanno H24 sui social media, piuttosto sanno usarli come strumenti di lavoro.
Sono affascinata dai miei, e altrui, piedi. C’è chi osserva le mani, a me l’occhio cade su piedi e scarpe. Le guardo e mi chiedo: cosa si prova a camminare con quelle scarpe? Quanta strada hanno fatto quei piedi? E sono piedi felici o piedi sofferenti?
Ma mi chiedo anche cosa potrebbe succedere se domani mattina ci dovesse sparire di dosso quella patina ipocrita e un pochino falsa che ci consente di mettere un like perché lo fanno tutti o soltanto perché in quel determinato momento tutto nella nostra vita funziona a meraviglia e non ci costa nulla farlo. E come sarebbero i nostri status e che immagini posteremmo sui social se quel velo di candore che abbiamo tutti davanti agli occhi per buona creanza o perché è politicamente corretto, scomparisse di colpo?

Ovvero:

Il caso Paciock: la nostra autorealizzazione. di Sonia Bertinat

Perché complichi il tuo modo di pensare? di Nick Murdaca

Il verde altrove… Gesù giardiniere. di Anna Pompilio

I #CurriculumDelLettore che hanno addomesticato settembre. di Rita Fortunato

Quattro cose da non fare se vuoi essere produttivo sui Social Media. di Andrea Toxiri

Cammina un miglio nelle mie scarpe. di Gloria Vanni

L’insostenibile leggerezza dei social network. di Ferruccio Gianola

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Francesco Ambrosino, Andrea Girardi, Nick Murdaca, Emanuele Secco.

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 1 settembre 2015

Rassegna stampa della community #adotta1blogger – speciale 7 membri più attivi nel mese di Agosto.

Questo numero della rassegna stampa contiene i post dei 7 membri che nel mese di Agosto sono stati più attivi nel gruppo facebook Adotta 1 blogger, attraverso adozioni, condivisioni, segnalazioni, commenti e suggerimenti. Si tratta di Sonia Bertinat (Torino), Francesco Ambrosino (Avellino), Rita Fortunato (Udine), Andrea Toxiri (Roma), Roberto Gerosa (Lecco), Anna Pompilio (Roma),  Nick Murdaca (Milano). In questo appuntamento mensile, i nostri blogger ci mettono la faccia. Come sempre, l’augurio è quello di vedere alternarsi e di presentarvi nelle pagine di questa rassegna stampa, volti sempre nuovi e diversi dei nostri blogger. A riprova del fatto che #adotta1blogger è una community variegata, condivisiva, orizzontale ed in costante crescita! Numero attuale dei membri della community: 630.

agostobBuona lettura!

Nella vita possiamo permetterci di portarci dietro bagagli enormi, solo perché non riusciamo a discriminare cosa sarebbe utile ad un certo punto lasciare andare? La nostra eredità famigliare, a livello genetico sta comoda nel nostro DNA. Ma a livello simbolico è un peso che travalica le generazioni e in qualche modo fa di noi quello che siamo (nel bene o nel male). Però quel peso non lo portiamo ‘perché potrebbe servire’ ma perché, spesso, non ci accorgiamo nemmeno di averlo addosso.
E’ come un blogger che non si distingue dalla massa. Prendi quella notizia e prova a fornire ai tuoi lettori un punto di vista che sia tuo, fai un approfondimento, oppure ricostruisci gli eventi che hanno portato a quella novità, ma non soffermarti solo sul fatto. Non stai facendo cronaca, serve un approccio e un’analisi originale.
Quello che non conosciamo ci mette sempre paura, si sa. A volte i blogger, questi sconosciuti, pare che mettano paura ad aziende e giornalisti, figuriamoci!
Forse perché in Agosto le aziende chiudono e chi lavora si gode le meritate ferie, mentre i blogger impegnati a scrivere il #CurriculumDelLettore non risentono per nulla del generale rilassamento estivo? Chissà…
In ogni caso, meglio non porre troppe domande al blogger in Agosto, perché in quel periodo è particolarmente sensibile ed introspettivo (tra l’altro, raramente va in vacanza) e potrebbe persino programmare un’uscita di scena, da vedere poi se scherzosa, silenziosa, lamentosa, presuntuosa o dignitosa.
Ma che sia Roma o Milano il luogo in cui vivi e da cui osservi la linea all’orizzonte…se ti capita di trascorrere anche più di una notte insonne, cerca sempre di trasformarla in un’esperienza straordinaria!

Ovvero:

Cosa mettere nella valigia della nostra vita? di Sonia Bertinat

Vuoi fare il blogger? Smettila di imitare gli altri. di Francesco Ambrosino

Rubrica mensile #CurriculumDelLettore. di Rita Fortunato (in questo numero di agosto sono presenti i contributi di Federica Colantoni, Alessia Pizzi, Maria Cristina Pizzato, Nick Murdaca, Sonia Bertinat, Mimma Rapicano, Annarita Faggioni)

Chi ha paura del blogger? di Andrea Toxiri

L’ultimo articolo del blog. di Roberto Gerosa

Roma: giardino o cimitero abbandonato? di Anna Pompilio

Come ho trasformato una notte insonne (o quasi) in un’esperienza straordinaria. di Nick Murdaca

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Giovanni Bertagna, Monica D’Alessandro Pozzi, Roberto Gerosa, Alessandro Mariani, Anna Pompilio, Camillo Sirianni, Andrea Toxiri.

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 1 agosto 2015

Rassegna stampa della community #adotta1blogger – speciale 7 membri più attivi nel mese di Luglio.

Questo numero della rassegna stampa contiene i post dei 7 membri che nel mese di Luglio sono stati più attivi nel gruppo facebook Adotta 1 blogger, attraverso adozioni, condivisioni, segnalazioni, commenti e suggerimenti. Si tratta di Mirna Pioli (Parma), Sonia Bertinat (Torino), Anna Pompilio (Roma), Rita Fortunato (Udine), Francesco Ambrosino (Avellino),  Valeria Bianchi (Torino), Valentina Coppola (Palermo). In questo appuntamento mensile, i nostri blogger ci mettono la faccia. Come sempre, l’augurio è quello di vedere alternarsi e di presentarvi nelle pagine di questa rassegna stampa, volti sempre nuovi e diversi dei nostri blogger. A riprova del fatto che #adotta1blogger è una community variegata, condivisiva, orizzontale ed in costante crescita! Numero attuale dei membri della community: 535.

lugliobBuona lettura e… buone vacanze!

Il consumatore non va quasi mai nei negozi per pura necessità, soprattutto in certi tipi di negozi. Ci va per provare emozioni, delle quali ha bisogno. Come Holly Golightly, il personaggio interpretato da Audrey Hepburn in Colazione da Tiffany. Mettersi nei panni del cliente e capire il valore che rappresenta per lui quell’acquisto è Customer Service, cioé far sentire il cliente speciale, a prescindere.
La possiamo definire empatia, da “En-pátheia”, il “sentire dentro”, ovvero la capacità di intuire gli stati d’animo altrui facendoli propri evitando il fenomeno del contagio emotivo: non bisogna lasciarsi travolgere dalle emozioni altrui ma, piuttosto, essere in grado di riconoscerle e agire di conseguenza. Anche i contenuti di qualsiasi sito web, per risultare vincenti anche nei termini del posizionamento su Google, non devono risolvere un problema… devono soddisfare il più efficacemente possibile un bisogno.
Non basta certo l’improvvisazione per far capire al cliente che non sei il solito consulente che vive di preventivi, ma una persona intraprendente che prima ancora di aver avuto l’incarico – che comunque non è garantito – si è già messo all’opera per trovare il modo migliore per gestirlo. Se gestire il cliente non è semplice, farlo a distanza lo è ancora meno, con tutto quello che comporta: presentarsi, proporre la propria offerta, gestire la comunicazione, gestire i contenuti, gestire i pagamenti, chiudere un rapporto di collaborazione.
Sul web come mondo altro o come mondo aggiunto, a seconda dei casi, nascono e muoiono anche i rapporti amorosi. L’amore in rete esiste, e nasce a tutte le età. Ma ci sono differenze tra ragazzi e adulti nel modo di viverlo? Per i ragazzi può essere un tentativo di arginare eventuali timidezze o insicurezze nell’approccio reale con un soggetto amato. Gli adulti rischiano di più, perché possono perdere la misura. Le relazioni in rete hanno molti aspetti della vita reale, suscitano emozioni e fantasie. Ma l’uso di uno schermo che da un lato mantiene la distanza e dall’altro ci fa sentire più a nostro agio e più pronti ad aprirci all’altro, può essere rischiosa. Soprattutto quando il virtuale diventa non solo una fuga dalle proprie difficoltà, ma una fuga dalla propria realtà.
Siamo sospesi tra un movimento di ascensione verso l’alto e un movimento di discesa sulla terra, percorsi che si snodano tra inconscio e coscienza. Come Mary Poppins che vien dal cielo. Vien dal cielo cantando e si posa sulla terra giusto il tempo di compiere la propria “missione”, giusto in tempo per seguire il proprio “progetto nomade” e poi via, sulle ali del vento, verso dove, fino a quando… Entrambe le direzioni sono coinvolte nel movimento di Mary Poppins – nell’arrivo e nella partenza – come metafora della vita che è transizione dall’infanzia all’età adulta e oltre…
Come le riflessioni di quella farfalla, che vuole solo contribuire a colorare ciò che sta intorno a sè e godersi tutto ciò che c’è di buono nella vita. E’ perfettamente consapevole che la sua esistenza si spegnerà con la fine della primavera ma, nel frattempo, si godrà pienamente il suo momento. Tanti si fermano ad ammirare i colori e la bellezza delle sue ali, ad alcuni ha perfino permesso di raccoglierla per guardarla ancora più da vicino. E poi se ne è volata via, leggiadra.
C’è una Kasa (imperfetta nel nome) che è un luogo di condivisione e ispirazione. Ospita case e giardini che hanno una storia da raccontare. Racconta i luoghi e la loro imperfezione, partendo dalle nostre case e allargando lo sguardo alle storie oltre la siepe. E condivide: idee, pensieri, progetti, esperienze. Ma che cosa curiosa: la Kasa dice di essere entrata in una famiglia “speciale”… ma è pur vero anche il contrario, ovvero che quella famiglia con lei ha trovato Casa!

Ovvero:

Il customer service a Colazione (da Tiffany). di Mirna Pioli

Empatia e design dei contenuti web. di Valentina Coppola

Come gestire un cliente online. di Francesco Ambrosino

Amore e relazioni sul web: potenzialità, rischi e differenze. di Sonia Bertinat

Mary Poppins vien dal cielo – archetipi, tipi e miti femminili. di Valeria Bianchi

Uno scritto al mese: Riflessioni di una farfalla. di Rita Fortunato

Buon compleanno Kasa Imperfetta! di Anna Pompilio

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Francesco Ambrosino, Sylvia Baldessari, Giulia Bezzi, Valentina Coppola, Matteo Pogliani.

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 1 luglio 2015

Rassegna stampa della community #adotta1blogger – speciale 7 membri più attivi nel mese di Giugno.

Questo numero della rassegna stampa contiene i post dei 7 membri che nel mese di Giugno sono stati più attivi nel gruppo facebook Adotta 1 blogger, attraverso adozioni, condivisioni, segnalazioni, commenti e suggerimenti. Si tratta di Mirna Pioli (Parma), Francesco Ambrosino (Avellino), Sonia Bertinat (Torino), Valeria Bianchi (Torino), Rita Fortunato (Udine), Nick Murdaca (Milano), Valentina Coppola (Palermo). In questo appuntamento mensile, i nostri blogger ci mettono la faccia. Come sempre, l’augurio è quello di vedere alternarsi e di presentarvi nelle pagine di questa rassegna stampa, volti sempre nuovi e diversi dei nostri blogger. A riprova del fatto che #adotta1blogger è una community variegata, condivisiva, orizzontale ed in costante crescita! Numero attuale dei membri della community: 432.

giugnob

Buona lettura!

Educare significa trovare le risorse interne di ognuno, aiutarlo a svilupparle, armonizzarle, e condurlo dove queste risorse lo possono condurre. Sollecitando, senza imporre. Ben diverso dall’istruire che è un “mettere dentro”, un riempire. Non che sia negativo, ma se fatto non in sinergia con l’educare rischia di diventare uno sterile indottrinamento. Sembra che attraverso la rete, sia  gli adulti che i ragazzi possano esprimere se stessi in un modo migliore che nella realtà. Un passaggio per poter incontrare l’altro spazzando le paure che l’incontro può creare. Oltretutto la disinibizione mentale che lo schermo permette, fa si che spesso si conosca una persona meglio in rete che nella realtà, e forse in tempi più ridotti. Questo a patto di portarvi e incontrarvi le persone “reali” e non le proiezioni fantasmatiche dei loro alter ego. In questo caso l’incontro è fasullo. Non meno piacevole, ma ingannevole. Per se stessi e per gli altri.
Questo continuo altalenare tra online e offline fa a volte apparire la vita come una pallina da golf e il suo movimento. Rimbalzi da una parte all’altra delle scelte fatte e subite. Scelte di cui, forse, non sei sempre consapevole ma che condizionano il corso della tua vita. Una presa di coscienza, seppur tardiva, ci può allora anche aiutare anche a comprendere, per esempio, che le donne che odiano le donne bloccano se stesse, si feriscono allo specchio, si distruggono. Le “altre” sono i riflessi del proprio Io, gli aspetti inascoltati. Donne che criticano altre donne perché le ritengono troppo sguaiate, troppo libere, troppo poco libere, troppo rigide, troppo superficiali o magari stupide, troppo attaccate all’estetica, troppo trascurate, troppo femmine, troppo poco femmine, troppo religiose, troppo progressiste, troppo fasciste, troppo… non comprendono che quella particolare donna che ci regala emozioni nel bene e nel male, ci aiuta a riconoscere un pezzettino di noi stesse, e in fondo ci fa prendere cura del principio femminile.
Se vogliamo parlare di cose da fare e da non fare, possiamo serenamente rifarci al filo conduttore della gentilezza che deve sempre accompagnarci, anche nel mondo del lavoro: ricordiamoci il nome di chi ci sta davanti e pronunciamolo spesso; arriviamo puntuali agli appuntamenti; ascoltiamo sinceramente ed attentamente il nostro interlocutore; durante una colazione di lavoro non controlliamo compulsivamente mail-sms-chiamate; curiamo il look… niente calzini corti o camicie a manica corta per gli uomini, niente eccessi per le donne (“se una donna è malvestita si nota l’abito, se è impeccabile si nota la donna.”, diceva Coco Chanel).
Perché esiste quel modo di dire comune: “Conta fino a dieci prima parlare!”. E’ semplice da capire ma, ammettiamolo, difficile da mettere in pratica! Dietro questo consiglio c’è in realtà una spiegazione scientifica legata al funzionamento del nostro cervello… prendersi il tempo necessario per non identificarsi con l’argomento, stoppare sul nascere la reazione emotiva che, per velocità, batterebbe sul tempo una risposta ponderata, e la ostacolerebbe. Rallentare il flusso delle parole, dando un ritmo a quello che diciamo: alternando le pause alle parole ci poniamo in un ascolto attivo e consapevole che aiuta a entrare maggiormente in sintonia con la persona con cui stiamo parlando.
Se sei un blogger, le persone per te sono molto importanti, se no per chi scrivi? Come fai, una volta pubblicato il tuo post sul blog, a diffondere i tuoi contenuti sfruttando i social?
Come sai un post non può vivere e prosperare autonomamente, a meno che tu non abbia puntato tutto sulla SEO. E’ indispensabile costruire una buona presenza sui social, condividere ed interagire con i lettori: insomma non chiuderti in te stesso, perché senza i lettori il tuo blog è destinato a fallire.
E poi ricordati sempre, che sia il neo blogger o aspirante tale, che quello già affermato, diventeranno veramente dei grandi se e quando capiranno che tutti abbiamo bisogno di tutti. Dalle nostre parti, cioé nella community #adotta1blogger, lanciamo per esempio un “adott-segnale” e in maniera partecipativa e condivisiva, con umiltà, facciamo tesoro dei consigli altrui, arricchendoci reciprocamente e, quindi, prendendoci ulteriormente cura dei nostri lettori.

Ovvero:

Educazione digitale: intervista a Sonia Bertinat. di Sylvia Baldessari

Ping Pong? di Rita Fortunato

Donne che amano/odiano le donne. di Valeria Bianchi

La gentilezza e le buone maniere nel mondo del lavoro: i 10 punti fondamentali. di Mirna Pioli

Parlare con consapevolezza: una questione di ritmo. di Nick Murdaca

Cosa succede dopo aver pubblicato un post. di Francesco Ambrosino

I consigli dei blogger di #Adotta1Blogger per i nuovi o aspiranti blogger. di Valentina Coppola

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Bruna Athena, Rita Fortunato, Roberto Gerosa, Alessandro Nasdrovian Mariani.

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 8 giugno 2015

Rassegna stampa della community #adotta1blogger – speciale 7 membri più attivi nel mese di Maggio.

Questo numero della rassegna stampa contiene i post dei 7 membri che nel mese di Maggio sono stati più attivi nel gruppo facebook Adotta 1 blogger, attraverso adozioni, condivisioni, segnalazioni, commenti e suggerimenti. Si tratta di Francesco Ambrosino, Rita Fortunato, Nick Murdaca, Sonia Bertinat, Valentina Coppola, Gloria Vanni e Andrea Toxiri. Geograficamente provengono da Udine, Milano, Torino, Roma, Avellino, Palermo. Inauguriamo così un appuntamento mensile, con il quale speriamo di vedere alternarsi e di presentarvi in queste pagine della rassegna stampa, volti sempre nuovi e diversi dei nostri blogger. A riprova del fatto che #adotta1blogger è una community variegata, condivisiva, orizzontale ed in costante crescita! maggiob

L’email è uno sforzo, è un dato di fatto. L’utente medio di Facebook vorrebbe non dover mai uscire dalla piattaforma per reperire informazioni, iniziando e concludendo la sua esperienza senza fare troppi sforzi. Ecco che allora diventa fondamentale la capacità, attraverso una gestione virtuosa della pagina Facebook dell’azienda, di stimolare il cliente o potenziale tale a richiedere informazioni sui servizi o i prodotti offerti, nei commenti ai post ma soprattutto attraverso i messaggi privati, uno strumento preziosissimo oggi, molto più della email.
Come dici, sei un blogger? Ah, un tempo eri una persona poi sei diventato solo un’ombra come tante e non ti ricordi chi sei, da dove vieni e dove vai. Hai imparato che non si può campare di solo blog, però potresti arrotondare… conosci qualche metodo per farlo? Adsense è sicuramente il più famoso (è di Google) ma non è più conveniente come una volta, esistono ormai diverse alternative valide come per esempio Juiceadv, Amazon o Adstract.
Comunque un approccio utile per non colpevolizzarsi, calmarsi e smettere di farsi domande il più delle volte inutili, è vivere il presente con tutte le sue sfumature, libero dai pregiudizi e da pensieri assillanti.
Se fossi una casa, sarei sicuramente un cottage di legno in un bosco. Una costruzione rustica ma accogliente, affacciata su un lago di alta montagna e circondata da alberi. Le mie finestre mostrerebbero un panorama sempre in divenire e le mie notti non sarebbero mai completamente buie o silenziose: la luce della luna troverebbe sempre il modo di infiltrarsi all’interno. Insomma un posto per chi non ha paura di confrontarsi con sé stesso. E che ti consenta anche di staccare la spina, se necessario, esercitando la tua libertà di scelta, con sincerità.
Anche nella vita più sobria e regolare, da qualche parte c’è sempre un momento di crisi, di rottura. Si potrebbe anche dire <<un tempo per rompere gli schemi>>. Forse gli esseri umani hanno bisogno di questa specie di sospensione, chissà.

Ovvero:

Come gestire la comunicazione aziendale su Facebook. di Francesco Ambrosino

La stretta di mano. di Rita Fortunato

Apro un blog e faccio i soldi. di Andrea Toxiri

Causa e problema: due anelli della stessa catena. di Nick Murdaca

Io sono un cottage di legno in un bosco. di Valentina Coppola

Il segreto per fare pausa? Stacca la spina! di Gloria Vanni

Rompere gli schemi. di Sonia Bertinat

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Silvia Biasio, Valentina Coppola, Elisabetta Pagano.

Buona lettura!

a cura di Paola Chiesa