Iniziative di solidarietà per i terremotati in Centro Italia

La condivisione al servizio della solidarietà: elenco delle iniziative per raccogliere fondi, beni, offrire supporto per le persone terremotate.

Ogni catastrofe – già dall’origine etimologica della parola – reca in sé un “capovolgimento” delle cose, degli eventi e degli orizzonti.
Più di ogni altra cosa – oltre a portare inevitabilmente il lutto dietro e dentro di sé – butta all’aria luoghi sicuri e consuetudini, scardinando in maniera repentina ogni punto di riferimento per ogni essere vivente che la subisce.

La rete, oggi – così come gli ultimi tragici eventi hanno dimostrato – può essere uno degli strumenti in grado, in maniera rapida ed efficiente, di ristabilire e creare nuove coordinate di salvezza, nuovi punti di riferimento e connessioni, così da costruire una vera e propria rete attraverso cui mettere in salvo persone, animali, beni e pratiche di civiltà.

La comunità di #adotta1blogger, per sua stessa natura sensibile alla condivisione di informazioni finalizzate alla diffusione della conoscenza, alla crescita culturale, a creare innovazione sociale, ha pensato di aggregare in un post le varie iniziative di solidarietà che proliferano sul web, organizzandole per aree di interesse. Tale post sarà aggiornato regolarmente in base alle segnalazioni che troveremo e che riceveremo via via, grazie alla generosa attività dei membri della nostra community. Si tratta di un piccolo gesto per facilitare i difficili percorsi della solidarietà, grazie alla condivisione.

A tal proposito, un sentito ringraziamento va alla blogger Natalia Robusti, particolarmente sensibile sul tema, che scandaglia il web alla ricerca di iniziative umanitarie per le popolazioni terremotate del Centro Italia.

 

 La catena della solidarietà ha finora raggiunto 30 INIZIATIVE segnalate dai BLOGGER della COMMUNITY #ADOTTA1BLOGGER!

 Ultimo aggiornamento: 20/01/17 ore 22.30

 

PER CHI VUOLE OFFRIRE OSPITALITA’:

Alloggi messi a disposizione dai privati

Le strutture alberghiere disponibili per i terremotati

Sistemazioni urgenti – Airbnb

PAGINA AGGIORNATA OGNI GIORNO CON ISTRUZIONI E RICHIESTE PER CHI VUOLE CONTRIBUIRE:

Aggregatore iniziative e mappe

Tagboard: tutto ciò che viene condiviso sui maggiori social con hashtag #terremotocentroitalia

PER CHI VUOLE OFFIRE UN AIUTO AI BAMBINI:

Terremoto, team d’emergenza al fianco dei più piccoli

PER CHI VUOLE OFFRIRE BENI:

Centri Raccolta Beni per terremoto Centro Italia

Circoli del Partito Democratico aperti anche nel week end per raccogliere materiale utile alla popolazione

ASSISTENZA SOCIO-SANITARIA:

AGD Italia (Associazione Giovani con Diabete) risponde a richieste di assistenza socio-sanitaria relative al diabete in età pediatrica

PER CHI VUOLE AIUTARE GLI ANIMALI IN DIFFICOLTA’ A CAUSA DEL SISMA:

Massimiliano Maxtattoo Marchi: “Questo mio appello è rivolto ai pastori e ai contadini delle zone colpite dal terremoto che hanno animali da pascolo in mezzo alla neve, ho un terreno a Velletri (Rm) di 16mila mq. a pascolo e uliveto con una casa; la offro per stallo per i vostri animali e per voi, non ho stalle per i vostri animali per proteggerli dal freddo e dalla pioggia ma almeno non c’è la neve”. per info 3478153378.

Adotta un cane dal canile

RACCOLTA FONDI:

Protezione Civile – SMS solidale

Croce Rossa Italiana

La federazione delle chiese evangeliche in Italia lancia una sottoscrizione

CAI (Club Alpino Italiano) – apertura conto corrente

Parmigiano Reggiano: per ogni kg di Parmigiano Reggiano acquistato verrà devoluto 1 euro alle città danneggiate dal sisma

Prodotti tipici da acquistare per sostenere l’economia delle zone colpite dal sisma

“LAGA INSIEME ONLUS”, associazione costituita da amatriciani ed accumolesi per valorizzare e promuovere il territorio

Raccolta fondi autogestita da cittadini di Arquata

Dove acquistare i prodotti di Norcia per aiutare i terremotati

#UnAiutoSubito: raccolta fondi organizzata da TIM, Il Corriere della Sera, TgLa7 e Starteed

Brigate di Solidarietà Attiva: chiamata volontari

Coordinate bancarie Comune di ACCUMOLI: Iban IT83 E030 6914 6011 0000 0046 108 Causale “CONTRIBUTO SISMA AGOSTO 2016”

Coordinate bancarie Comune di AMATRICE: Banca di Credito Cooperativo di Roma Iban IT 13 W 08327 73470 000000005050

Coordinate bancarie Comune di ARQUATA: Intesa San Paolo, Filiale di Arquata del Tronto, Iban IT33W 03069 693701 00000000 246. Causale : Solidarietà Terremoto Arquata del Tronto

PER GLI ARTISTI/ARTIGIANI CHE VOGLIANO DONARE UN’OPERA PER EVENTI CREATI APPOSITAMENTE:

Illustrazioni e quadri: ARTquake, artisti uniti per i terremotati del Centro Italia

Asta di solidarietà: Creare per ricostruire

Testi scritti per un’antologia: Buck e il terremoto

Per i ristoratori: Un futuro per Amatrice

Terremoto, food blogger lancia l’iniziativa: 2 euro per ogni piatto di amatriciana

GUIDE PRATICHE:

Come aprire la rete Wi-Fi del vostro modem

Come creare un hotspot Wi-Fi Libero con Android

Mappa delle connessioni Wi-Fi disponibili

Grazie ai Blogger che hanno segnalato le iniziative: Sylvia Baldessari, Simone Bennati, Sonia Bertinat, Primavera Contu, Claudio Gagliardini, Flavius Florin Harabor, Sarah Liotto, Valentina Perucca, Anna Pompilio, Monica D’Alessandro Pozzi, Daniela Pellegrini, Natalia Robusti, Francesco Brioweb Russo, Mariangela Traficante, Gloria Vanni.

a cura di Paola Chiesa

 

 

 


bla bla blogger 25 luglio 2016

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia per questa settimana la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

Ci vuole molta forza di carattere per trovare la costanza di rimanere seduti, giorno dopo giorno, stagione dopo stagione, alla stessa sedia, nel disperato tentativo di rendere intelligibili le figure confuse che si accavallano senza tregua nel proprio animo.
Complicato quasi quanto apprendere le procedure di traslazione del passaggio dalla pittura al giardino, adottando un modello di fruizione accademico nei tempi e nei contenuti, diverso dalla cultura digitale come prodotto di massa.
Magari 13 TED talk motivazionali raccolti in un unico post possono essere di aiuto in questo momento.
Ma anche un percorso storico, gastronomico e spirituale a Paestum, località del Cilento dopo Battipaglia ed Eboli: sì, dove s’è fermato Cristo.
Ho pensato a come possa invecchiare una storia. Come una persona, può diventare noiosa e borbottona, nessuno ha più voglia di ascoltarla perché ripete sempre le stesse cose?
Del resto, è anche vero che, come le storie, nessuna di noi è fisicamente uguale all’altra. C’è chi è più magra, più grassa, chi ha le gambe snelle e lunghe e la panciotta, chi è piatta come una tavola, chi ha chiappe importanti, chi tette rigogliose, siamo alte, basse, bianco latte, con caviglie da Heidi, nasi, bocche, capelli tutti diversi. Probabilmente non siamo nate per essere identiche. Siamo pezzi unici.
Poi c’è Barbie, l’icona, con i suoi abiti, gli accessori, le macchine, le case, le barche, i cavalli, tutte opere d’arte in miniatura che raccontano 56 anni di storia del nostro secolo.
Ma è grazie all’invenzione della fotografia che possiamo catturare i momenti della storia e conservarli per gli anni a venire. Ed è bene sapere come funziona una macchina fotografica reflex e una digitale.
Per veder crescere i fan della propria pagina Facebook, invece, desiderio di ogni amministratore, è bene intendersi di social media.

Ovvero:

Scrittura, Blogging
La gilda delle Mani Nere (o degli scrittori). di Rosanna Spinazzola

Impariamo dai tafani. di Beatrice Dorigo

The Icon. di Noemi Bengala

Storie che invecchiano. di Massimo Benedetti

Turismo
Paestum, Cilento:storia, sapori e spiritualità. di Bruna Athena

Arte
L’Accademia, la cultura digitale e il giardino dipinto. di Anna Pompilio

Fotografia
Cos’è la fotografia e quali sono le differenze tra la fotografia digitale e quella analogica. di Francesco Menghini

Social media
Come vedere chi ha messo “Mi piace” alla pagina Facebook. di Simone Bennati

I migliori Ted Talk di sempre. di Raffaele Gaito

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Alessia Savi, Chiara Bertora, Alessandra Bruni, Gloria Vanni, Noemi Bengala, Andrea Toxiri, Anna Pompilio.

A cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 18 luglio 2016

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia per questa settimana la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

Là c’è il mare e il posto non è male, ma… non sopporti più nulla: l’assenza di aria ti sta soffocando, il sole a picco che ti segue, quel terribile vociare di bambini che saltano a destra e sinistra, lo slalom tra la gente che gioca a volley, i castelli di sabbia che si sgretolano asciutti.
Con l’arrivo dell’estate, per moltissimi blog accadono solitamente due cose… scopriamole!
Ma… a Elli non interessava quello spazio angusto: lei sognava la Luna, così bella, rotonda, candida, distante.
Si conferma il dato di quel macro-segmento importante nel marketing turistico ma sottovalutato in fase strategica: le donne. Sono loro al centro del processo decisionale. Gli uomini, vuoi per pigrizia, vuoi per maggiore capacità di adattamento, spesso delegano a mogli e fidanzate l’organizzazione di viaggi e vacanze.
Vorrei poterti dire che ho voltato pagina, che ho detto basta, che ho chiuso per sempre con te. E con i dolci. Con la cioccolata, con la panna, con lo zucchero, con le torte, con i gelati. Ma non te lo dico, perché ti mentirei. Su tutto.
Ecco, ognuno ama partendo da un vissuto personalissimo e unico; passa per percorsi che manco ci s’immagina; ha finalità le più disparate; è per sempre o per un momento effimero oppure a intermittenza, con una oppure più persone. Ama ed è amato; o ama ma seppur respinto continua ad amare; ama e odia allo stesso tempo.
Il tempo. Una delle cose che amo di Lisbona é la percezione del tempo, di quello passato, che peró é ancora presente. Non é un ossimoro, ma é quello che ho avvertito, azzardando una mia reinterpretazione della saudade portoghese.
Questione di tempo, e Facebook rivoluzionerà le pagine aziendali che assomiglieranno sempre più ad un sito internet, per la gioia di tutti quegli imprenditori che fanno della cultura del risparmio un loro cavallo di battaglia. Ma costoro ignorano un dato oggettivo: i social possono cambiare le regole da un momento all’altro, mentre un sito internet di proprietà sarà realizzato in base alle proprie esigenze personali.
Spostiamo il focus sull’utilità di ciò che facciamo. Per esempio, il Klout Score è veramente un parametro così utile, ai fini della misurazione della propria popolarità sui social?

Ovvero:

Scrittura, Blogging
Elli dorme sola. di Emma Frignani

Il web e la ricerca della leggerezza. di Andrea Girardi

Beghine bacchettoni baciapile. di Luca Bedino

Marketing
Donne e marketing turistico. di Silvia Comerio

Come ti frego il Klout con un tweet. di Andrea Toxiri

Facebook rivoluzionerà il web design? di Angelo Cerrone

Come gestirai il tuo blog durante l’estate? di Francesco Gavello

Turismo
Lousitania Express, treno di notte da Lisbona. di Mafalda D’Alessandro

Cucina
Vorrei ma non posso e quindi posto: gelati su stecco allo yogurt e frutti di bosco. di Alessandra Bruni

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Margherita Penza, Nick Murdaca, Sonia Bertinat, Mafalda D’Alessandro, Luca Borghi, Gloria Vanni, Noemi Bengala.

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 11 luglio 2016

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia per questa settimana la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

Vuoi aprire un blog? Allora dovresti sapere che ogni giorno nascono e muoiono milioni di blog in tutto il mondo, ma solo pochi hanno vita lunga. Molti di più chiudono miseramente dopo circa sei mesi, forse un anno.
In ogni caso è utile misurare la qualità del proprio sito web. Per esempio con un test, rispondendo a delle domande che possono aiutare a valutare la presenza online.
D’altra parte, l’utente che naviga sul web è spesso vittima di bombardamenti mediatici, mentre altri ci guadagnano, quanto meno in visibilità. Un esempio? Il caso Aranzulla-Wikipedia.
Diciamo che è sempre bene effettuare qualche backup; se, come sembra, Google Chrome è al momento il browser più utilizzato dagli utenti italiani, nonché da quelli di tutto il mondo, può essere utile utilizzare Google Chrome Backup, il tool attraverso il quale è possibile effettuare il backup su disco del proprio profilo di Chrome.
Poi ci sono fiabe che ci insegnano diversi modi per “salvarci”: Pinocchio muore come legno e rinasce come essere umano. Lì comincia la sua vita, guarda quel pezzo di legno e dice: “Che buffo”. Esattamente come diremmo noi se guardassimo il nostro io pieno di pregiudizi, di false illusioni, di credenze popolari.
Si tratta di modi non convenzionali di vedere le cose, come quel veterinario secondo il quale cani e gatti vanno vaccinati fino ai 18 mesi, perché poi basta controllare se hanno adeguati anticorpi. Chissà…
Poi ci sono i libri, rassicuranti come coperte, magari sfogliati gustando  una buona sangria, tapas e paella de marisco  a Barcellona.
BeFunky! Non è un’esortazione, ma un tool particolarmente adatto a chi non sa usare benissimo i programmi di foto-ritocco più avanzati. Magari a qualcuno potrebbe servire.

Ovvero:

Scrittura, Blogging
Letteratura: di cosa stiamo parlando? di Rita Fortunato

Muori o rinasci? Scegli tu! di Noemi Bengala

Come aprire un blog e guadagnare online nel 2016. di Alessandro Nicoletti

Wikipedia e il caso Aranzulla: ma chi se ne frega. di Andrea Toxiri

Benessere
Il veterinario? Lo voglio non convenzionale! di Gloria Vanni

Turismo
Barcellona: Odi et amo. di Elisa Salvadeo

Tools, Tutorials
Come fare il backup di un profilo di Chrome. di Simone Bennati

BeFunky, un buon editor di foto online. di Valentina Coppola Sinagoga

Come si misura la qualità di un sito web? di Diego Ricci

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Noemi Bengala, Bruna Athena, Sonia Bertinat, Gloria Vanni, Silvia Camnasio, Maff Dal.

A cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 4 luglio 2016

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia per questa settimana la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

Disegno sempre appena posso, appena ho un attimo, prima di dormire. I disegni sono uno sputo, uno schiaffo, un sogno, una carezza, una pausa, un modo profondo per esprimermi.
Ho pensato a quel bambino, alla sua innocenza, e che tra non molto arriverà qualche calcio al culo dalla vita, e sulla sua lingua non ci sarà più solo il sapone, ma anche polvere e catrame.
E ci sono momenti di vorrei. Si fanno sentire forti. Mi piace appenderli su tante grucce, guardarli, riordinarli ma non troppo, buttarne alcuni, trovare lo spazio per quelli nuovi. Irrazionali, frivoli, importanti.
Ma per creare bisogna passare attraverso la distruzione. E l’orlo del caos è la zona in cui si ha distruzione e creazione.
Al porto, nell’attesa del traghetto, scattano i ricordi.
Un’isola si sa è circondata dal mare. Ma Ischia è speciale.
Cambiando argomento, si parla sempre più di content marketing, dei vari casi studio di successo, ma quando e dove nasce questa disciplina?
Mentre invece WordPress.com sta diventando sempre più personalizzabile e sta lasciando più libertà ai suoi utenti. Per esempio il Pannello di Controllo SEO permette di migliorare le prestazioni del proprio blog, senza dover essere necessariamente esperti di SEO.
Infine, i servizi di Report continuano a far discutere sui social, specie da quando le imprese hanno adottato un atteggiamento proattivo, intervenendo durante o dopo la trasmissione con azioni di debunking o tentativi di crisis management. È il turno di Amadori.

Ovvero:

Scrittura, Blogging
Fossero solo questi. di Margherita Penza

Sangue e fiesta. di Orso Romeo

E andare via. di Laura Mattera Iacono

Il Giardino delle Esperidi ed i margini del Caos (The edge of Caos) II. di Ciro Ferraro

Marketing
Storia del Content Marketing. di Valentina Baldon

Amadori-Report: analisi delle conversazioni su Facebook. di Pierluigi Vitale

Arte
Una maestra dal cuore d’artista: intervista a Nina a. di Anna Mattedi

Turismo
L’ isola che c’ è: Ischia. di Sarah Liotto

Tools, Tutorials
[HELP WORDPRESS]: Configurare il Pannello di Controllo SEO su WordPress.com di Andrea Toxiri

Le adozioni e segnalazioni sono sate effettuate da: Carmen Innocenti, Chiara Bertora, Sarah Liotto, Valeria Bianchi Mian, Rita Fortunato, Benedetto Motisi, Laura Mattera Iacono.
a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 27 giugno 2016

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia per questa settimana la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

Ricorda che il tuo blog non è il mondo, ne è solo una parte. Apri la porta di casa tua, del tuo ufficio, esci e vivi la tua vita appieno.
In fondo l’80% degli utenti leggerà il tuo titolo, ma solo il 20% leggerà il resto. Il punto è che bisogna colpire l’attenzione degli utenti, per poi meritarsela con un contenuto di valore.
A volte è una questione di ospitalità. Calda. Morbida. Fragrante nel dialogo, nel solleticare la curiosità.
A volte bisogna amare le parole, oltre a saperle usare, e sguazzarci come Zio Paperone nel suo deposito di dollari.
Per esempio, la parola Safari in lingua swahili vuol dire viaggio, ma non tutti sanno che il suo significato completo è viaggio lungo attorno ad un punto. Una vera e propria metafora della vita.
E penso al vecchio con il cappello, alla sua storia, al suo libro. E mi dico che forse la sua storia è composta da tutti i brani di libri che ogni pomeriggio sfoglia. Ogni giorno un libro. Ogni giorno un pezzetto di libro. Ogni giorno tante storie. Tante storie che forse formano la sua. Ogni passo, anche il più piccolo, forma una storia.
Non è una sola cosa, ma tantissime che interagiscono tra loro: biologia, diritto, rispetto. Che cos’è? L’educazione sessuale.
Mentre invece Edo è una nuova applicazione che ti spiega cosa stai mangiando: per una scelta alimentare corretta e consapevole.
Infine abbiamo la Snapchat mania. Teenagers e influecers. Addetti ai lavori e semplici curiosi. Il fantasmino che fa la linguaccia sta conquistando tutti. I soliti noti si interrogano su quali siano le potenzialità del social più cool del momento e quali mirabolanti strategie comunicative possano portare i brand a monetizzare nel minor tempo possibile.

Ovvero:

Scrittura, Blogging
Il vecchio con il cappello. di Sarah Liotto

I dieci comandamenti del blogger. di Francesco Brioweb Russo

85. Ospitalità. di Emanuele Secco

Marketing
Ciao mamma, faccio il copywriter. di Chiara Chinellato

Titoli che hanno i Titoli per intitolare! di Roberto Gerosa

Benessere
Le interviste di Ohhh – Marco Stizioli e l’educazione sessuale. di Marco Stizioli

Turismo
La metafora del viaggio. di Noemi Bengala

Tools, Tutorials
Snapchat e i divora-tempo. di Carlos Bellini

Sai cosa stai mangiando? Scoprilo con Edo! di Luca Borghi

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Leonardo Vannucci, Angelo Cerrone, Alessandra Arpi, Sonia Calamiello, Bruna Athena, Ilenia Dalmasso, Sonia Bertinat.

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 20 giugno 2016

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia per questa settimana la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

Crediamo nelle gomme da cancellare perché siamo qui per sbagliare.
Quando lavoriamo per conto nostro, senza condividere nulla, con la convinzione di non aver bisogno di un rapporto con i nostri colleghi e/o i nostri clienti, noi siamo  esattamente come Hancock è in realtà : dei supereroi, rozzi, difficili da sopportare e con il rischio latente di sbilanciare il risultato dalla parte dei danni, nonostante le buone intenzioni.
Il prossimo 14 settembre, unico concerto italiano, Charles Aznavour, il “gigante buono” di 92 anni, sarà all’Arena di Verona per festeggiare i 70 anni di carriera. Un tour internazionale dal titolo “Tra di noi”. Ci sarà pure un motivo…
Simbolo di saggezza, di pazienza e persino di castità. Lento, buffo, ma anche potente e, quando gli gira, pericoloso e aggressivo. Si tratta dell’elefante, l’animale terrestre più grande del mondo.
Come accade in quei sogni in cui ti affanni ad arrivare da qualche parte ma non ci riesci, corri, corri, corri e alla fine sei sempre allo stesso punto, di solito quello di partenza.
Magari davanti al computer, per 8/9 ore di fila…
Che cos’è il SEO Copywriting? E’una forma di scrittura per il web che si basa sull’inserimento delle giuste parole chiave all’interno del testo; si pone come obiettivo quello di portare un contenuto quanto più in alto è possibile nelle SERP di Google; serve a veicolare traffico profilato e di qualità.
ResponsiveTest è invece un tool online che, forte della sua leggerezza e della sua estrema possibilità di personalizzazione, permette di verificare il comportamento del proprio sito responsive a qualsiasi risoluzione, ovvero, virtualmente parlando, su qualsiasi dispositivo.
Ma ecco che puntuale come un attacco di dissenteria dopo un’impepata di cozze avariate giunge, come ogni estate, l’inquietante interrogativo che ange i cuori di tutti quelli che, impermeabili alle seduzioni del fesscccion, guardano alle nuove tendenze con lo stesso trasporto della sottoscritta di fronte ad un’equazione frattale. Riusciremo a salvarci dal “tronchetto”?

Ovvero:

Scrittura, Blogging
Il Manifesto dei Magenta (e altre sorprese) di Monia Papa

Lo stivale estivo. di Annalisa Scassandra

Charles Aznavour oggi compie 92 anni: Joyeux anniversaire! di Santa Spanò

Marketing
Hancock ai tempi dei Social Media. di Raffaele Landolfi

Come si scrive un testo SEO Oriented. di Francesco Ambrosino

Arte
Bizzarro e surreale: l’elefante nell’arte. di Emanuela Pulvirenti

Cucina
L’impossibile viaggio verso il centro che termina con una torta rustica di carciofi e patate. di Alessandra Bruni

Benessere
Postura sbagliata davanti al Computer: cosa fare e cosa non fare. di Andrea Toxiri

Tools, Tutorials
ResponsiveTest: il tool per testare il proprio sito responsive. di Simone Bennati

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Alessandro Pacilli, Adriana Di Meglio, Rita Fortunato, Alessandro Borgogno, Nausea Apatica, Anna Pompilio.

a cura di Paola Chiesa


“Alla ricerca della Felicita” nel Canavese

Cercando la Felicita, 11 giugno – 22 ottobre 2016

“…apparve il Canavese: Ivrea turrita, i colli di Montalto,
la Serra dritta, gli alberi, le chiese;
e il mio sogno di pace si protese
da quel rifugio luminoso e alto.” (tratto da La Signorina Felicita, Guido Gozzano)

Con il Canto per la pace, l’11 giugno 2016 è partita da Torre Canavese “Alla ricerca della Felicita”, un’iniziativa promossa in sinergia da 17 comuni del Canavese, a cura dell’associazione di promozione sociale Eleyka e sotto la direzione artistica di Davide Motto, per scoprire i luoghi della poesia gozzaniana immergendosi nella cultura locale che custodisce ancora oggi i segreti della Felicita.
Mantenere, abbellire e migliorare definiscono un concetto di conservazione inteso come consapevolezza del valore che ha un determinato territorio. Il Canavese quindi come terra di Felicita e di felicità, nell’anno in cui ricorre il centenario della morte di Guido Gozzano.
I Comuni di Torre Canavese, Vialfrè, Vico Canavese, Borgiallo, Maglione, Bairo, San Martino Canavese, Locana, Mazzè, Levone, Piverone, Castellamonte, Strambino, Front Canavese, Caluso, San Giorgio Canavese, Agliè ospiteranno fino al 22 ottobre 2016 una serie di manifestazioni per valorizzare le proprie eccellenze e caratteristiche storiche e naturali attraverso il teatro, la danza, la musica, la pittura e la scultura. Si tratta di un interessante esempio di sinergia tra Comuni finalizzata alla promozione del territorio, idonea a fortificarne l’identità ed il senso di appartenenza. Nella consapevolezza che il tutto è maggiore della somma delle singole parti.
In fondo potremmo anche ravvisarvi un esempio dell’andare oltre le “cento piccole patrie” per costruire una comunità, come teorizzava già Olivetti operando nel dolce amaro verde Canavese.
Ma veniamo all’arte. L’arte è proprio di casa a Torre Canavese: nel 1993 l’antiquario Marco Datrino espose nella mostra  “Tesori del Kremlino”, tesori mai usciti prima dalla Russia. Grazie al successo di quella mostra e altre successive, da lì all’iniziativa, condivisa dalla Amministrazione, di abbellire il paese con pannelli dipinti lungo le vie del borgo, il passo fu davvero breve.  Ora Torre appare al turista come una sorta di museo en plein air e una buona prassi di collaborazione tra pubblico e privato.
E proprio a Torre abbiamo incontrato Beniamino: un canavesano doc che ha ricevuto una lettera dall’America nella quale c’è scritto che riceverà in eredità una grossa somma di denaro, a patto che sposi una ragazza di nome Felicita, che vive in America. stradaDunque Beniamino è in procinto di partire per conoscere la sua Felicita/Felicità? In effetti aveva una valigia…
Poi l’abbiamo perso di vista. Forse nelle viuzze di Torre avrà incontrato, come noi, pittori intenti a ritrarre il paesaggio, oppure avrà ascoltato i “turututela“,  i cantastorie che parlavano dei “braja luv” (così pare venissero chiamati gli abitanti di questo paese, quando urlavano o “ululavano”alle ragazze, nascosti dietro ai cespugli); o magari si sarà commosso ascoltando la storia del partigiano Renzo Scognamiglio, caduto durante la Resistenza mentre combatteva per la libertà. balloQualcuno pare abbia visto Beniamino al ballo in costume nel giardino del castello, altri invece l’hanno visto indugiare nella “Viassa felliniana”, percorso dove è stato ricostruito l’universo cinematografico del regista Federico Fellini, in un cammino che ripercorre, attraverso le immagini, i suoi film cult.
Masticando le “giuraje“, piccoli confetti di nocciole, tra note di violino e ballate di fisarmonica, luoghi di espiazione e desideri, chissà se Beniamino partirà dal Canavese alla ricerca della felicità o nel Canavese rimarrà?

Lo potremo scoprire nelle prossime tappe “Alla ricerca della Felicita”.

In ogni caso, per vivere sicuri è meglio fare i ponti, non i muri!

Paola Chiesa


bla bla blogger 13 giugno 2016

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia per questa settimana la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

C’era un tempo di animali fantastici, lune dense nel sole d’estate. La terra era immersa in un’armonia sicura e nuova da giustificare il nome datole: Gaia.
Sono nata e cresciuta in campagna e non sono interessata a temi ambientali per ragioni lavorative, di studio, di appartenenza a un partito: io sono proprio abituata a un certo stile di vita, che è quello della campagna semplice .
A guardarsi intorno, a curiosare, ad osservare come ci gira la vita intorno, non si perde mai.
Così, ogni volta che passavo davanti alla reception, il grillo parlante apriva bocca: cosa ci fa una geologa, per di più esperta di sistemi GIS (Geographic Information System), in segreteria?
E pensi a tutte le situazioni in cui hai dovuto mentire, nasconderti, a tutte le volte in cui sei arrossita. A tutti gli anni in cui, una volta al mese, automaticamente, hai ricordato a te stessa che a essere donna in fondo in fondo c’è un po’ da vergognarsi.
Sarà una forma di protezione?
A proposito, se usi WhatsApp saprai sicuramente che recentemente è stata introdotta la crittografia per farti chattare in tutta “sicurezza”. Ma sei sicuro che le tue chat sono protette?
Tockify è invece un calendario eventi embeddabile che consente di inserire le date, un’immagine, la mappa, dei contenuti testuali e dei tag di riferimento che possano riuscire a semplificare la ricerca degli eventi sullo stesso argomento da parte degli utenti.
Anche se l’algoritmo di ricerca di Google ha messo un limite al fattore inserimento parole chiave, le keyword continuano ad essere importanti. Tralasciare le parole chiave in contesti molto competitivi e pensare di poter rimanere tra i risultati di Google è un grande errore.
In questi casi si nota l’importanza della sintesi. Ad esempio l’abbreviazione degli indirizzi web è una tecnica che torna particolarmente utile quando bisogna rispettare un limite massimo di caratteri ed è quindi necessario ottimizzare lo spazio a propria disposizione.

Ovvero:

Scrittura, Blogging
Di difficoltà e di parole di Anima. di Monica D’Alessandro Pozzi

Il primo compleanno e un incontro speciale. di Delia Enigmamma

Un amore mancato? Colpa delle scale mobili! di Gero Guagliardo

Anna Pompilio: l’esperto GIS per #LiAbbiamoAiutatiCosì. di Silvia Camnasio

Femminismo Super Plus. di Roberta Marasco

Marketing
5 errori di inbound marketing che possono mettere a rischio il tuo brand. di Susanna Moglia

Tools, Tutorials
WhatsApp e Crittografia: sei sicuro che la stai usando? di Andrea Toxiri

Tockify, il calendario eventi embeddabile. di Valentina Coppola Sinagoga

Cos’è e come funziona il Google URL Shortener. di Simone Bennati

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Andrea Girardi, Noemi Bengala, Francesco Guglielmino, Gloria Vanni, Sara Tassara, Maria Cristina Pizzato, Valentina Coppola Sinagoga.

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 6 giugno 2016

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia per questa settimana la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

Spesso, l’atteggiamento di chi si appassiona a una nuova attività è di grande entusiasmo. E questo è senza dubbio un bene, ma può, d’altra parte, portare a enormi aspettative. E a conseguenti, enormi delusioni.
Io credo in te. So quanto stai lottando, soprattutto contro la tua razionalità per inseguire un sogno.
A te è mai successo di sentire a pelle? Hai mai preso una decisione sulla base di una sensazione viscerale?
Magari per visitare Roma, una di quelle città che sa sorprenderti ogni volta che la visiti. Ogni vicolo, ogni angolo e ogni pietra potrebbero custodire una storia bellissima pronta per essere raccontata, se solo ti fermassi ad ascoltarla.
Potresti addirittura creare un percorso iconografico per esplorare quel tema dalle origini al contemporaneo.
Preparare un caffè. Consigliare la cravatta giusta. Lasciare i biglietti della metro sul tavolo. Mandare un messaggio senza chiedere nulla, per dire soltanto. Dedicare un tempo non previsto. Sacrificare un tempo programmato. Sono tutti gesti di premura. Sono la forma dei nostri giorni che, alla lunga, si mischia con la sostanza.
Alla lunga si scopre anche che la frequenza di rimbalzo (o bounce rate) in Google Analytics è uno di quei parametri tanto semplici da comprendere a prima vista quanto complessi da interpretare nel lungo periodo. E rappresenta uno dei metodi migliori per iniziare a valutare la qualità del traffico sul tuo sito.
Se ti capita di dover redigere un testo rispettando determinati parametri, ad esempio un limite massimo di caratteri, parole o frasi, sappi che uno strumento utile per il conteggio degli elementi di un testo è Character Count Online, che colpisce tanto per la sua facilità d’uso, quanto per le molteplici funzionalità offerte.
Ma c’è un’altra cosa che colpisce. Uno spettro si aggira per le sale di meeting, workshop, festival, event, convention o, come i più maligni le chiamano, “sagre” del digital italiano. Lo spirito del dubbio si insinua in ogni presente e ti fa pensare: ma ho fatto bene a venire qui, oggi?

Ovvero:

Blogging
Credo in te. di Andrea Girardi

Supereroi tutti e subito. di Emma Frignani

Rispolvera quei gesti. di Margherita Penza

Dietro ogni grande ragionamento, c’è una grande intuizione. di Nick Murdaca

Turismo
Roma- Visitare la città sciegliendo una guida turistica abilitata. di Sara Daniele

Arte
Scegli un tema, cerca le immagini, raccontalo. di Emanuela Pulvirenti

Marketing
Frequenza di Rimbalzo e Qualità del Traffico in Google Analytics (ovvero: cos’è e perché ti serve comprenderla a fondo) di Francesco Gavello

A chi (o a cosa) servono gli eventi digital? di Benedetto Motisi

Tools, Tutorials
Character Count Online: il contatore online di caratteri e parole. di Simone Bennati

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Nick Murdaca, Silvia Camnasio, Paola Giannelli, Francesco Ambrosino, Marta Bignone, Gloria Vanni, Alessandro Pacilli.

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 30 maggio 2016

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia per questa settimana la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

Il negozio è accogliente, le commesse cordiali, i prezzi effettivamente scontati. Ma comunque inarrivabili. Poi, l’innamoramento. Mi trovo per le mani un paio di décolleté a punta, con una piccola frangetta sulla sommità. Hanno un tacchetto basso che si restringe al centro e si allarga leggermente alla base.
Potrebbero servire per il poetry slam, gara poetica che unisce il singolo e la comunità, un laboratorio poetico aperto e orizzontale.
Se poi si vuole condividere quell’esperienza, WordPress.com ha rilasciato l’opzione di condivisione per Whatsapp, Telegram e Skype.
AdWords Keyword Planner è invece lo strumento gratuito per identificare e analizzare le parole chiave relative alla tua attività e creare campagne di advertising su Google. È nato dalla fusione di due tool che già esistevano: lo strumento per le parole chiave e quello per la stima del traffico, a cui si sono aggiunte molte nuove funzionalità.
Poi ci sono casi in cui è meglio non commentare, non mettere Like e non seguire la persona che pubblica certe tipologie di post
Per fare Content Marketing non puoi partire a razzo e metterti a produrre contenuti. Devi analizzare e pianificare, rispondendo a sei domande. Quali?
L’estate si avvicina: pare che il motivo per cui viaggiare ci fa stare bene e ci porta alla felicità sia, soprattutto, il fatto stesso di essere in vacanza.
E allora andiamo ad Amsterdam! E’ una città con tante sfumature. Arte e storia si accompagnano al libertinismo di cittadini e turisti.
Ma come in tutte le cose, ci sono persone che sanno vedere e altre che non sanno nemmeno guardare.

Ovvero:

Scrittura, Blogging
#PausaRacconto: in viaggio con un paio di scarpe Prada (1) di Rita Fortunato

La necessità della poesia. di Max Ponte

Marketing
Come sviluppare una strategia di Content Marketing [+Slide] di Francesco Ambrosino

Social media
LinkedIn non è un Social per vecchi. di Andrea Toxiri

Turismo
3 giorni ad Amsterdam: cosa vedere in città. di Bruna Athena

Vacanze e felicità: amiche inseparabili. di Assunta Corbo

Fotografia
76. Vedere. di Emanuele Secco

Tools, Tutorials
WordPress.com rilascia i tasti di condivisione per Whatsapp e Telegram. di Angelo Cerrone

Google AdWords Keyword Planner: tutti i trucchi per sfruttarlo al meglio. di Francesca Oliva

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Antonio Dimitrio, Gianvito Tracquilio, Rita Fortunato, Silvia Comerio, Andrea Toxiri, Annarita Faggioni.

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 23 maggio 2016

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia per questa settimana la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

Lo vogliamo bello per poterlo esibire allo sguardo degli altri. Lo vogliamo in salute perché non intralci i programmi della nostra mente. Abbiamo riposto tutta la nostra fiducia nelle capacità della mente e del pensiero astratto, mentre abbiamo trascurato di sviluppare le capacità istintive del corpo.
La capacità di disegnare è tecnicamente la stessa che ci permette di scrivere a penna. Se sappiamo coordinare la mano quanto basta per scrivere in corsivo allora abbiamo sicuramente la possibilità di imparare a disegnare.
Scrivere solo per preservare il mio posto nello sciame digitale non m’interessa. In questo nuovo mondo tutti giocano con le parole, tutti credono di dominarlo o hanno la presunzione di sapere da quale parte bisogna stare per mettere radici.
La danza per esempio è un ottimo strumento per promuovere la creatività e creare nuovi movimenti e nuove sensazioni interconnesse. Pertanto, è un mezzo per esternare le emozioni e i sentimenti, non altrimenti esprimibili attraverso il linguaggio verbale.
Ma se proprio hai bisogno di “esserci” online, non puoi ovviamente buttarti nella rete senza punti di riferimento e a caso. Non puoi allontanarti troppo da ciò che sei veramente perché altrimenti i tuoi follower si sentiranno traditi e spiazzati da comportamenti che nel reale non ritrovano.
Tic Tac, Tic Tac… hai presente questo suono? Il tempo che passa. Ora rispondi ad una domanda: quante delle tue attività, quanto del tuo preziosissimo tempo e quanto delle tue risorse dedichi alle aspettative che altri hanno nei tuoi confronti?
I bambini sono la specie da cui discendiamo tutti noi adulti. Quella stirpe psuedoaliena da cui, nostro malgrado, ci siamo evoluti. In questo processo di adattamento alle leggi che crediamo regolino il mondo, abbiamo perso necessariamente qualche carattere della nostra specie primigenia. Peccato.
Smart Working è Flessibilità. Ed essere flessibili è molto “donna”. Chi non lo deve essere imparando a gestire in contemporanea gli impegni dell’ufficio, le richieste incombenti e sempre urgenti dei figli, le ultime novità del marito? Essere flessibili implica dovere avere una mente aperta e pronta a ogni evenienza anche quando si era programmato di fare in un modo e invece si deve fare in un altro perché l’imprevisto, si sa, è sempre dietro l’angolo.
Cosa rende indimenticabile un viaggio? Le emozioni. Basta uno sguardo o un’azione abituale a provocarci istantaneamente una moltitudine di emozioni, che desideriamo catturare in uno scatto fotografico.

Ovvero:

Scrittura, Blogging
Silenzi ovvero di anfore e confini. di Mimma Rapicano

Tic Tac, Tic Tac. di Andrea Girardi

La specie da cui discendiamo. di Chiara Bertora

Marketing
Online e offline non possono essere in conflitto. di Monia Taglienti

Arte
Scarabocchiare ad arte: il doodling! di Emanuela Pulvirenti

Psicologia, Pedagogia
Praticare danza: aspetti formativi e critici. di Nicole Valery Tornato

Benessere
Ascoltare il corpo per gestire meglio lo stress. di Marina Innorta

Economia sostenibile
Smart Working è donna? di Daniela Pellegrini

Turismo
#PeopleInAShot – L’emozione del viaggio in un click. di Elisa

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Gloria Vanni, Noemi Bengala, Paola Giannelli, Francesco Ambrosino, Anna Pompilio, Valeria Bianchi Mian, Silvia Camnasio, Francesco Brioweb Russo.

a cura di Paola Chiesa


Rassegna stampa #adotta1bloggerday

“Adotta1Blogger perché…”

Il 10 maggio 2016 la community di #adotta1blogger ha fatto un esercizio di “buona rete” online. Così possiamo definire l’onda di post che da mattina a sera si sono susseguiti piacevolmente sui social sotto l’hashtag #adotta1bloggerday. I blogger partecipanti all’iniziativa hanno condiviso il significato che l’esperienza in tale community ha avuto sul loro modo di vivere la rete, online e offline. Una sorta di bilancio personale con tanto di pregi, limiti, spunti per il futuro.
Curioso come ad un certo punto #adotta1blogger sia diventato trending topic su twitter, accanto a #Gomorra! Abituati a lavorare su noi stessi, lo cogliamo come spunto per riflettere sull’importanza della dualità e degli opposti come necessario stimolo per andare oltre, allargando i nostri orizzonti, abbracciando la diversità e perciò arricchendoci.

In questa ricca giornata abbiamo avuto la conferma che la condivisione è un magnifico strumento che ci consente di crescere, costruire progetti e rapportarci con gli altri. Inoltre la costanza nel tempo fa sì che la condivisione ci aiuti anche a migliorare la società, partendo da noi stessi. Si chiama innovazione sociale.

Perciò, rivolgo un caloroso GRAZIE ai 35 blogger che hanno partecipato, donando tempo e contenuti preziosi alla Rete, da Francesco Brioweb Russo, che ha lanciato inizialmente l’idea dell’ #adotta1bloggerday, a Gloria Vanni, che tra l’altro grazie al suo messaggio “sei agitata per l’#adotta1bloggerday di domani?” mi ha fatto agitare, a Marcella Acierno (Marlene), Susanna Albini, Avvocatolo, Valentina Baldon, Luca Bedino, Sonia Bertinat, Lisa Bortolotti, Alessandro Borgogno, Silvia Camnasio, Angelo Cerrone, Silvia Comerio, Delia Enigmamma, Rita Fortunato, Emma Frignani, Virginia Fiume, Francesca Florence Gallo, Roberto Gerosa, Ferruccio Gianola, Andrea Girardi, Sarah Liotto, Rita Lopez, Sabrina Lorenzoni, Eleonora Magon, Gisella Novello, Daniela Pellegrini, Mary Perez, Valentina Perucca, Anna Pompilio, Laura Ribotta, Natalia Robusti, Santa Spanò, Elena Tamburrino, Sara Tassara.

Grazie in generale a tutti coloro che ci hanno letto e condiviso, aiutandoci ulteriormente a fare buona rete.
Abbiamo a questo punto raccolto il prezioso materiale, creando una rassegna stampa dedicata.

Buona lettura con i post “Adotta1Blogger perché…”:

“Attraverso il gruppo ho conosciuto blog che sarebbero rimasti nascosti nei meandri della rete. Ho conosciuto blogger che riescono a guardare lontano, a scrivere bene e ad andare oltre alle chiacchiere da cortile.” di  Marcella Acierno (Marlene)


“Mi ritrovo immersa in questa nuova realtà che è paragonabile a quando, da piccola, mi ritrovavo spaesata in un grande negozio di giocattoli o caramelle con l’imbarazzo della scelta di quale prendere. Ogni post, ogni articolo che leggo mi fa catapultare in una nuova dimensione.” di  Susanna Albini


“Mi ha dato l’opportunità di leggere tanti diversi blog, capire cosa mi interessa davvero e apprezzare il senso della selezione. Saper selezionare è importante. E’ una cosa che nel lavoro mi ha aiutata molto.” di Bruna Athena


“Perché nella vita ogni tanto ci sta anche dare a chi non ti ha dato niente, e ricevere tutto da quelli cui non hai dato poi tanto.” di  Avvocatolo


“Il mio #Adotta1blogger day, lo passo a dire grazie.” di Valentina Baldon


“In barba al buon Hobbes, qui si è api e non lupi: ciascuno segnala articoli degni d’interesse; adotta nuovi blog ritenuti meritevoli; condivide lavori altrui in spirito collaborativo. Questo è miele di prima qualità: sostegno vicendevole; offerta disinteressata di competenze; scambio di opinioni e di punti di vista, critiche comprese; crescita professionale.” di   Luca Bedino


“L’adozione è il primo passo. Ma quando adotto, adotto una persona, non solo un blog, e quella persona la adotto perché qualcosa di suo ha risuonato in me.” di  Sonia Bertinat


“Mai una semplice regola è stata più visionaria ed auto avverante: condividi gli articoli di altri blogger. Trasforma un dovere in una potenzialità ed è una semplice regola che è riuscita laddove tanti studiosi e ricercatori ancora non hanno trovato risposte. “condividete gli articoli degli altri”. Semplice. Immediato e dannatamente circuitale.” di  Lisa Bortolotti 

logo“Ci è parso che gli elefanti ci somiglino abbastanza. Anche noi di #adotta1blogger siamo animali sociali, “viviamo” in un grande branco guidato da una grande donna, ci prendiamo cura dei componenti del gruppo, ci adottiamo a vicenda, abbiamo istinto di protezione, memoria, pensiero. E poi gli elefanti si sa vivono molto, molto a lungo.” di Alessandro Borgogno e Anna Pompilio

“E’ un gruppo utile. Per tutti adottati e adottandi. E’ un modo di concepire il web, diverso dal solito. Una scuola che ti dà gli strumenti per metterti in discussione, a confronto.” di Silvia Camnasio


“E’ anche un luogo di apprendimento per chi ha sete di conoscenze. Infatti ho perfezionato le mie competenze anche attraverso la lettura degli articoli postati o adottati dai partecipanti e leggendo allo stesso tempo i consigli e i suggerimenti di chi ha partecipato alle discussioni costruttive.” di  Angelo Cerrone


“E’ come un grande open space virtuale dove la collaborazione e i punti di vista sono un valore condiviso.” di Silvia Comerio


“Nessuno ti chiede niente, non sei obbligato a cliccare, o ad apprezzare, sei tu stesso che decidi quando mettere del tuo, se commentare, se rimanere in silenzio. Lo schermo è lì, sempre vivo e colorato, che ti offre spunti di ogni genere. Prenderai solo ciò che riconoscerai come tuo, e utile per la tua attività. E offrirai ciò che troverai opportuno condividere.” di Delia Enigmamma


” #Adotta1blogger è la voglia di stare insieme e di confrontarsi per creare e condividere conoscenza. A prescindere dal tema trattato e non lo si fa auto promuovendosi ma facendo girare, richiamando l’attenzione sul lavoro e sui contenuti altrui.” di  Rita Fortunato


“Adotta1Blogger ha dato una definizione ostensiva e operativa del concetto di comunità, tanto inflazionato quanto —troppo spesso, ahinoi— deprivato di una qualsiasi sostanza e realtà, soprattutto nel contesto liquido e impalpabile della rete. Mi permette di capire il significato concreto di appartenenza e di condivisione.” di Emma Frignani emma

“Ha un metodo che è in linea con quella che per me resterà sempre l’essenza del web: un URL, un post, non sono nulla se non arricchiscono la conoscenza di qualcun altro. Se qualcuno non costruisce un ponte tra diversi contenuti, quella storia non è di nessuno. È solo con i link che i post diventano di tutti.” di Virginia Fiume

“Un esempio concreto di un posto in cui è possibile imparare tante cose anche non essendo propriamente un luogo di formazione ed io adoro scoprire cose nuove in posti non convenzionali!” di Francesca Florence Gallo

“L’adozione all’interno di #adotta1blogger non è benzina per il proprio ego ma riconoscimento del proprio valore. E’ un piccolo squarcio di meritocrazia in un paese devastato da raccomandazioni e nepotismo.” di Roberto Gerosa


“Questa volta non siamo di fronte a uno di quei gruppi di comodo così frequenti su facebook ma ci troviamo in un ambiente propositivo a trecento sessanta gradi.” di Ferruccio Gianola


“E’ uno di quei luoghi dove ad ogni passo impari una cosa nuova che ti servirà quando tornerai a casa, come attraversando un suk impari mille modi di attrarre l’attenzione, di proporre, di esibire e di fare. Perché poi è proprio il “saper fare” di ognuno che è unico e trasmette novità al tuo “saper fare”. di Andrea Girardi


“Sono una persona creativa, emotiva e molto sensibile, che spesso ha bisogno di rigenerarsi. Così vengo qui, in questo Gruppo per vedere cosa c’è di nuovo, cosa posso ancora imparare.” di Sarah Liotto


“Ogni luogo dove è possibile prendere e dare disinteressatamente, dove il meraviglioso baratto umano delle emozioni e delle conoscenze prende forma, dove la predisposizione all’ascolto e la possibilità di farsi ascoltare sono cosa concreta, diventa il luogo più democratico per eccellenza.” di Rita Lopez


“Ho scoperto che in questo gruppo di #adotta1blogger ci sono un sacco di allodole. Come le allodole, i blogger si alzano all’alba e sono subito attivi nel leggere e condividere.” di Sabrina Lorenzoni


“Sostengo a spada tratta la collaborazione e l’interazione tra donne; qui ne ho trovate una grande quantità, e alcune di loro sembrano essere arrivate sulla mia strada non per puro caso ma per aiutarmi in questo periodo della mia vita particolare e delicato.” di Eleonora Magon


“Come in ogni comunità che si rispetti anche  #Adotta1blogger è popolata da persone attivissime, da altre meno attive, da altre ancora che leggono, assaporano e riflettono standosene un po’ in disparte.” di Gisella Novello


“Se vogliamo usare una metafora è come stare in una piazza la domenica mattina,  incontrarsi, sorridersi e stringersi la mano. Al “come va?” ognuno racconta la sua e, chi ha voglia ascolta e replica, chi non si sente in sintonia lo può esprimere, chi non è interessato, passa oltre e va a salutare qualcun altro.” di   Daniela Pellegrini


“In punta di piedi sono entrata a far parte di questo gruppo e mi piace il clima, giacché il mio focus in ogni caso è il divertimento in fase creativa, cercando sempre io ispirazione e stimoli, adoro dove vi sia positività e spirito idealista.” di Mary Perez


“Si respira vera umanità, autentica perchè appena sfornata, fragrante come il pane fatto in casa.” di Valentina Perucca


“Un’altra grande ambizione del mio blog era essere rete. Oggi lo è. E allo stesso tempo fa parte di tante altre reti, che lo aiutano a sostenersi. Ecco dunque cosa vuol dire per me appartenere ad una community come #adotta1blogger.” di Laura Ribotta


“Difficilmente ho trovato, dal vivo, e per lo più in real time, una varietà di “voci” con toni diversi, certo, ma di una qualità e intensità tali da restarne ammaliata.” di Natalia Robusti


” “adotta1blogger” è un concentrato di spiriti che costituiscono sicuramente un baluardo ad un inverno dello spirito che purtroppo è già qui da molto tempo. E’ un prezioso granaio, i cui grani che custodisce sono le preziose idee dei suoi membri.” di  Francesco Brioweb Russo


” #adotta1blogger è una finestra .Si può stare alla finestra per respirare il sole, la pioggia, il paesaggio, per salutare chi va via o chi arriva.” di Santa Spanò


“Significa conoscere altro da sé e incoraggiarlo a esistere.  Significa non vivere entro gretti confini,
ma aprire la mente e gli orizzonti.” di Elena Tamburrino


“E’ una rete. E a me le reti sono sempre piaciute, perché per prima cosa mi ispirano salvezza, un luogo sicuro, che ti accoglie dopo voli spericolati, che ti permette di prendere dei rischi e di cadere senza farti male.” di Sara Tassara


“E’ una tribù dove corri il rischio di essere te stesso! A volte sono meglio, a volte sono peggio, poco importa. Mi sento parte di questa comunità dove rispetti poche, semplici regole, continui a imparare, assapori il gusto di partecipazione e condivisione, massime espressioni del fare rete.” di Gloria Vanni


Insomma non ho proprio nulla da aggiungere. GRAZIE ancora a tutti per questa meravigliosa partecipazione!

Paola Chiesa

 


bla bla blogger 9 maggio 2016

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia per questa settimana la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

Lo spazio/tempo non è solo una necessità tecnica (dare al lettore le coordinate in cui si svolge la vicenda) ma è soprattutto una questione di sguardo. Quello che veramente fa chi scrive, scegliendo dove e quando la storia debba compiersi, è dire: per me il mondo è qui.
Amore non è solo coppia, famiglia, figli. È l’amore per la propria vitalità,  energia, coraggio. A quel punto entra in gioco il sapere “dire no“, primo passo per disfarsi dei sensi di colpa e vivere più leggeri.
E’ questa la chiave di ricerca che ho utilizzato inizialmente: cerco un lavoro serio da fare a casa.
Ma se servisse, Ubersuggest è uno strumento per la ricerca di parole chiave correlate ad un determinato argomento.
Prima di preoccuparci di dove Google posizionerà il nostro sito all’interno della SERP, dovremmo preoccuparci di come lo visualizzerà, nonché di cosa possiamo fare noi affinché lo snippet che lo riguarda risulti il più efficace ed accattivante possibile.
Una volta una intervistatrice mi disse, alla fine del colloquio: “ma quindi, Java ti piace proprio? Lo usi pure per passatempo?” Come se stessimo parlando di Candy Crush. Magari in futuro, grazie alla pratica del coding fin da piccoli, sarà comprensibile a un maggior numero di persone il tipo di lavoro che sta dietro a un software.
Nel frattempo, approfondiamo alcuni interessanti strumenti e piattaforme. Telegram è una sorta di WhatsApp, ma con alcune interessanti funzioni in più (o leggermente migliori di quelle del suo concorrente). Una di queste è la possibilità di creare dei canali, che possono essere pubblici o privati, utili a diffondere messaggi, link e contenuti agli iscritti al canale stesso.
Smartmockups, invece, è uno strumento online per creare mockup senza Photoshop.
Infine, un minibook pensato per tutti i blogger che sono in cerca di ispirazione. Perché il momento di vuoto, il panico da pagina bianca capita a tutti.

Ovvero:

Scrittura, Blogging
Scrivere lo spazio-tempo del mondo. di Francesca de Lena

5 azioni per liberarsi dal senso di colpa. di Gloria Vanni

Cercavo un lavoro serio da fare a casa. di Laura Ribotta

Psicologia, Pedagogia
Coding, bambini e mestieri (finora) incomprensibili. di Delia Enigmamma

Tools, Tutorials
Come aprire un canale su Telegram e pubblicarci contenuti automaticamente. di Davide Pozzi

SmartMockUps: crea i tuoi mockup in pochi click. di Valentina Baldon

Ecco come verrà visualizzato il tuo sito nella SERP di Google. di Simone Bennati

Ubersuggest lo strumento che non può mancare nel kit del “blogger professionale”. di Andrea Toxiri

In regalo per te il minibook IspiraBlogger: idee per blogger in cerca di ispirazione. di Silvia Ceriegi

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Anna Pompilio, Santa Spanò, Francesco Guglielmino, Simone Bennati, Francesco Ambrosino, Rita Fortunato.

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 2 maggio 2016

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia per questa settimana la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

Legge la frase. La rilegge. Una, due, molte volte. Se non fosse sicura della buona fede di chi scrive, Carla penserebbe a un’esagerazione o sospetterebbe di essere presa in giro. Guarda l’orologio. Pensa che non ha una risposta. Sente ancora il calore del messaggio. Forse di questo si tratta. Calore.
Nel frattempo le Briciole Golose sfornano, cuociono, impastano, lievitano, montano, frullano, tritano, decorano e glassano qualsiasi cosa la mente umana possa aver voglia di mettere nello stomaco (purché entri in un forno). Per esempio la torta Mimosa.
Lascia fare a me, monterò questi tuorli d’uovo in men che non si dica. Sentirai che crema”
E’ possibile tenere fede, con determinazione, alla realizzazione di un progetto che diventa motivo di costruzione della propria vita. Non importa se agli altri questo non pare possibile o lontano dal proprio ambiente “genetico” in cui si è vissuti fino ad ora. La cosa fondamentale è crederci e porre in essere azioni al fine di raggiungere l’obiettivo.  Dunque in termini umani questo significa “lavorare” affinché i propri desideri diventino reali.
Del resto, la forza di chi innova sta spesso nella domanda “perché no?” e nel guardare ciò che fanno gli altri e farlo in modo differente, pescando risorse e competenze al di fuori del recinto nel quale pascolano tutti.
Che a volte potrebbe tradursi anche nel coraggio di dire NO a un cliente.
Come si fa una ricerca su Twitter? Attraverso due utilissimi strumenti, i quali permettono di spulciare tra i tweet in modo rapido ed estremamente mirato: la ricerca avanzata e gli operatori di ricerca.
Scrivener è invece un tool di scrittura che può essere utilizzato da chiunque scriva. Libri, novelle, sceneggiature, tesi, ricerche possono trovare spazio al suo interno. La sua versatilità lo rende interessante anche per l’attività di blogger.
Ma mentre parlo, Maya russa rumorosamente. Deve essersi addormentata sulla sua sdraietta…

Ovvero:

Scrittura, Blogging
Calore. di Paola Giannelli

Cinquanta sfumature di giallo. di Gianluca Meis

Diverso è meglio. di Andrea Girardi

Social Media
Twitter: la ricerca avanzata e gli operatori di ricerca. di Simone Bennati

Marketing
3 passi per dire no e offrire un ottimo servizio. di Paolo Fabrizio

Psicologia, Pedagogia
Come giungere al karma da pedagogista incapace attraverso Zootropolis! di Monica D’Alessandro Pozzi

Il cane del mio psicologo. di Laura Salvai

Cucina
I sogni son desideri chiusi in fondo ad una Torta Mimosa delle Briciole Golose. di Alessandra Bruni

Tools, Tutorials
Scrivener: pro e contro. di Alessia Savi

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Margherita Penza, Anna Wood, Noemi Bengala, Andrea Girardi, Sylvia Baldessari, Valeria Bianchi Mian, Annarita Faggioni.

**************************************************************

Un particolare ringraziamento va ancora ai blogger che nel mese di Aprile sono stati più attivi nel gruppo facebook Adotta 1 Blogger, attraverso adozioni, condivisioni, segnalazioni, commenti e suggerimenti.

Eccoli, i magnifici 7: Sonia Bertinat, Francesco Ambrosino, Rita Fortunato, Valeria Bianchi Mian, Nick Murdaca, Andrea Toxiri, Gloria Vanni.

aprileb

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 26 aprile 2016

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia per questa settimana la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

La mente di mia madre è una farfalla, che quando non è sul pianeta terra viaggia verso altri pianeti e mentre mio padre e i miei fratelli cercano disperatamente di acchiapparla con un retino per portarla sul nostro pianeta, forse incapaci di accettare fino alla fine la sua malattia, io divento un orso con le ali, e viaggio insieme a lei, assecondando le sue stramberie.
Le fiabe sono racconti universali che parlano la lingua dell’umanità. Per questo sono fruibili da tutti al di là del luogo, del contesto in cui vivono e dall’età.
Si cambia. Passa il tempo e si cambiano lo sguardo, la percezione del mondo, la scelta dei dettagli da conservare e da buttare via. Cambiano le cose che si decide di raccontare. Cambiano le nostre teste, le reazioni di pancia, le nostre parole.
Ma alla prima teglia sfornata loro tre mi spuntano davanti, quei due con il padre sono lì sulla porta della cucina, richiamati dal profumo, a rubare i biscotti come hanno sempre fatto, a contendersi quelli bruciacchiati perché più croccanti. Già potrebbe bastare a curare l’anima.
Se viaggiare significa voler capire e scoprire nuove culture, nuove tradizioni e nuovi angoli di questo bellissimo mondo che ci circonda, farlo in modo responsabile è un nostro dovere perché è qui che si rivela il rispetto verso chi e cosa ci circonda. Lo sfruttamento animale a sfondo turistico è una pratica diffusissima (purtroppo) in ogni angolo della Terra e tante volte la disinformazione ci porta a compiere azioni che sarebbe più opportuno evitare.
Parlando di gufetti, a proposito, è interessante segnalare luci ed ombre di TripAdvisor, la piattaforma che si occupa di viaggi e riporta le recensioni degli utenti su Hotel, Ristoranti e Attrazioni Turistiche.
Vuoi farti trovare sui motori di ricerca? La SEO locale può portare numerosi vantaggi a tutte quelle attività che vogliono posizionarsi in maniera vincente con parole chiave geolocalizzate, ma a volte vengono commessi degli errori, vediamo quali.
Il video è poi la nuova star del content marketing. Tutti vanno pazzi per lui. Entro il 2017 costituirà il 70% del traffico internet, ciò significa che probabilmente presto anche un articolo come questo diventerà un filmato. E farai PLAY anzichè SCROLL per fruirlo.
Resta pur sempre il fatto che una manciata di persone cambierà la tua vita per sempre. Trovale. Non hai bisogno di un sacco di amici e persone intorno. Hai bisogno di persone meravigliose che fanno per te quello che tu fai per loro.

Ovvero:

Scrittura, Blogging
L’orso Romeo e la svalvolata Cappuccetto Rosso. di Orso Romeo

Le undici cose. di Valentina Perucca

Moderatamente fuori tempo. di Margherita Penza

Psicologia, Pedagogia
Mi racconti una fiaba? Una possibilità anche per gli adulti. di Sonia Bertinat

Turismo
Animali e turismo: la brutta verità dietro alcuni tour turistici. di Martina Santamaria

Cucina
Cibo e Ricordi. di Eleonora Uccellini

Marketing
TripAdvisor | Imprenditore perché sei così ostile con il gufetto. di Monia Taglienti

Come utilizzare i video nella content strategy (e cosa non fare). di Silvio Porcellana

SEO Locale: 9 errori da evitare. di Manuel Ricci

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Chiara Bertora, Noemi Bengala, Sonia Bertinat, Silvia Camnasio, Valentina Miozzo, Santa Spanò, Francesco Ambrosino, Gloria Vanni, Ilario Gobbi.

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 18 aprile 2016

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia per questa settimana la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

L’Aquila”. Una città così particolare già dal nome, che si permette tutt’ora di tenere l’articolo come fosse più di una città, un concetto, un sentimento.
Un po’ più giù, a Polignano, c’è invece Dorino, il grande mattatore che con la sua barca ti accompagna fin dentro le grotte marine, enumerandole una a una e raccontando per ognuna di esse una storia: ” non c’è paese più bello di Polignano” dice e, mentre lo sguardo vaga fra roccia, cielo e mare risalendo pian piano la scogliera fino a incontrare le case, compatte come una fortezza, non è difficile credergli.
Quando sei un espatriato, al contrario, non hai radici lunghe e salde nel luogo che ti ospita, e lo sradicarsi per spingersi più in là, inseguendo un orizzonte sconosciuto, è più semplice.
Particolare, ma in fondo neanche tanto, la solitudine dello “scomodo” Pasolini: attorno ha pochissime presenze, nessun politico, pochi editori, che secondo i casi lo blandiscono e respingono. La lucida rudezza e l’assenza di diplomazia lo isolano fra gli stessi intellettuali.
Fare storytelling non è perciò buttare sui social una foto con due o tre hashtag generici come #felicità #noi e #lanostrastoria. Il Gruppo Ospedaliero San Donato non l’ha sicuramente fatto.
A prescindere, per le aziende è importante garantire una comunicazione continua, rispondere immediatamente agli utenti,  che cercano di capire come le aziende si evolvono, se ci sono nuovi progetti, iniziative o eventi attraverso i social e il web.
Se poi vogliamo allargarci alle aziende estremamente complesse, nelle quali tutti i componenti hanno rilevanza come singoli, possiamo tranquillamente parlare  delle famiglie!
A questo punto non possiamo fare a meno delle liste, fondamentali per organizzare il lavoro, e ancor di più per coloro che lavorano in proprio e che devono ottimizzare le giornate badando bene a non disperdere energie/idee/tempo prezioso.
In quest’ottica anche MailChimp, la piattaforma con la scimmietta come mascotte, è uno strumento molto utile perché consente di creare belle newsletter, leggibili anche sui dispositivi mobile e di integrarsi con altre piattaforme.

Ovvero:

Scrittura, Blogging
L’Aquila era bella. di Alessandro Borgogno

Pasolini, la solitudine fra i senza pietà. di Enrico Campofreda

Marketing
Storytelling: quando cade la lacrimuccia (Case Study) di Alessandra Arpi

10 liste che un freelance dovrebbe sempre creare. di Manuela Cervetti

Pantone e OVS insieme senza comunicare. di Barbara De Monaco

Turismo
Dal Medio Oriente alla Russia. di Carmen Innocenti

Polignano a Mare e la sua gente. di Elena De Becaro

Economia, Sostenibilità
La famiglia è un’azienda complessa che non deve avere debito. di Lisa Bortolotti

Tools, Tutorials
Fare marketing con MailChimp. di Maura Cannaviello

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Silvia Camnasio, Natalia Robusti, Andrea Girardi, Angelo Cerrone, Noemi Bengala, Arale Pink, Francesco Brioweb Russo, Francesco Ambrosino.

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 11 aprile 2016

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia per questa settimana la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

Parlare di teoria è spesso necessario per sviscerare al meglio un argomento, una via obbligata per arricchire il proprio know how e migliorare. Ma sono necessari anche esempi pratici, per chiarire concretamente quanto detto a livello teorico. Vediamo il case study dell’ecommerce Lovethesign con protagonista Luca Argentero.
Tra teoria e pratica, AMP è una tecnologia Open Source che ha come obiettivo proporre pagine web ottimizzate per il mobile, con lo scopo di velocizzare il processo di apertura eliminando tutto quello che non serve ed è superfluo per la lettura, quindi elimina Javascript e minimalizza i CSS.
Invece SumoMe è una suite di strumenti per far crescere il traffico del tuo sito web di qualsiasi piattaforma, attraverso tre app procipali: List builder, Heat maps, Sharing bar.
Ma le porte della primavera sono state varcate già da un pezzo così come sono sbocciate, meravigliose e variegate come i fiori, le lettrici di marzo mostratesi attraverso i loro #CurriculumDelLettore. Chi ci sarà quindi nel primaverile terzetto di marzo?
Sei un viaggiatore se in paesi lontani fotografi cose che hai anche a casa tua, ma che quando sei in Italia non ti accorgi neanche della loro esistenza.
Prendi Venezia, che è a tutti gli effetti un marchio, ma non tutti sanno che è altrettanto corretto percepire lo Spritz come un marchio con una propria identità, legato però al “marchio genitore”.
Un po’ come alla Casa della Plastica dove ci sono molti giocattoli: Barbie, valigette con dentro le cose che servono per ricamare, bambolotti di diversi specie…
Ma chi riesce a trasformare i luoghi in meglio? Alcuni Travel Blogger lo fanno. Sono principi azzurri che pattugliano continuamente il mondo in cerca di Cenerentole da riabilitare e matrigne da sconfiggere.
In fondo, la veridicità delle nostre dichiarazioni è la base su cui si edifica il nostro contratto sociale, e anzi di più la nostra anteriore organizzazione relazionale. Senza quella veridicità non c’è possibilità di accordo, di patto, di organizzazione e di spartizione di compiti.

Ovvero:

Scrittura, Blogging
Passeggiata intorno alla finzione. di Costanza Jesurum

Alla Casa della Plastica. di Susanna Albini

CurriculumDelLettore: il primaverile terzetto di marzo. di Rita Fortunato

Marketing
Luca Argentero e LOVEThESIGN: scelta di un ambassador. di Matteo Pogliani

Il marketing e lo spritz, l’aperitivo con la A maiuscola di Venezia, quale lezione trarre? Ecco la risposta…  di Francesco Brioweb Russo

Turismo
Un travel blogger può cambiare il destino di un paese. di Sarita Fratini

Sei un viaggiatore se… di Marika Laurelli

Tools, Tutorials
AMP, SEO e WordPress. di Domenico Puzone

SumoMe, il set di strumenti per far crescere il traffico del tuo sito. di Bernardo Mannelli

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Primavera Contu, Sarah Liotto, Daniela Pellegrini, Silvia Camnasio, Gloria Vanni, Matteo Pogliani.

a cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 4 aprile 2016

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia per questa settimana la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

Chi sono dentro si evince da quel che scrivo. Chi sono al di fuori, non ha alcuna rilevanza. Ho due gambe e due braccia, per fortuna. E lettiere da pulire, e bollette da pagare. Una noia.
Passa il tempo, si diventa adolescenti e poi adulti, gli abbracci si fanno radi e goffi, e in vecchiaia diventano un’elemosina che non si riesce a concedere.
Nei racconti di mia nonna non c’erano le ideologie né gli eroi, e se c’erano erano figure di cartapesta sullo sfondo, il mascellone, quello coi baffetti, il re padre di quello nato dopo e che avrebbe poi sposato una Doria dei biscotti, ma soprattutto c’erano i suoi quindici anni e i calzettoni, il teatro e le amiche, l’incoscienza e la stupidera.
Sì perché non basta produrre un ottimo contenuto, sia esso un articolo per il blog, un video, un podcast, una newsletter, una infografica e così via, perché quello che conta è la tua capacità di “far girare la voce”, di veicolare il tuo messaggio a quante più persone è possibile, cercando di intercettare quelle giuste, quindi potenzialmente interessate a quello che hai da dire.
E’ un po’ come l’arte dell’intreccio di materiali diversi, come l’asfodelo, il giunco, il grano e la palma nana, tutte fibre ridotte in sottili lamelle e lasciate ad essiccare al sole. Così in Sardegna si realizzano tutt’oggi corbule e canestri, destinati a un commercio di tipo prettamente turistico.
“Zang”, “Tumb tumb”, “ScaAbrrRrraaNNG”: spesso le uniche cose che ricordiamo del futurismo sono queste parole che sembrano uscite da un folle fumetto. Mentre invece i futuristi, con il loro fervore e la loro irruenza sono riusciti a portare l’arte al di fuori delle mura dell’accademia, tra la gente.
Predisporsi al confronto può anche assumere il significato di rispondere alle domande dei lettori e fornire loro contenuti utili, che è la base da cui partire per attuare una strategia di content marketing. Quando progetti il post del tuo blog, quindi, individua esattamente qual è la domanda a cui vuoi dare risposta.
Inoltre, quando gestiamo un blog un grosso problema è trovare le risorse da utilizzare (possibilmente gratis) per i nostri articoli.
Infine, come si fa pubblicità su Facebook? Quale tipo di strategia di ottimizzazione conviene adottare, per massimizzare i risultati?

Ovvero:

Scrittura, Blogging
Intervista a Vera Q. di Annarita Faggioni

A parti inverse. di Sara Tassara

La nonna e la guerra. di Beatrice Dorigo

Marketing
Un buon contenuto non basta. Bisogna saperlo diffondere. di Francesco Ambrosino

Il metodo per scrivere un buon post [5 step] di Luana Galanti

Strategie di ottimizzazione per la pubblicità su Facebook. di Fabio Piccigallo

Arte
Riassunti d’arte: il futurismo raccontato in 10 punti. di Marco Lovisco

Turismo
Sardegna: un percorso nelle tradizioni. di Diana Bancale

Tools, Tutorials
Risorse Gratuite. di Andrea Toxiri

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Valeria Bianchi Mian, Erika Zerbini, Chiara Bertora, Francesco Brioweb Russo, Simone Bennati, Lisa Bortolotti, Caterina Stringhetta, Bruna Athena.

**************************************************************

Un particolare ringraziamento va ancora ai blogger che nel mese di Marzo sono stati più attivi nel gruppo facebook Adotta 1 Blogger, attraverso adozioni, condivisioni, segnalazioni, commenti e suggerimenti.

Eccoli, i magnifici 7: Silvia Camnasio, Simone Bennati, Francesco Guglielmino, Margherita Penza, Anna Pompilio, Valeria Bianchi Mian, Francesco Ambrosino.

marzoba cura di Paola Chiesa


bla bla blogger 29 marzo 2016

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia per questa settimana la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

Cosa vedere a Venezia in 2 giorni? Venezia è una ma ci sono vari modi di viverla. Alla Venezia dei veneziani, sempre meno, si sovrappongono quella dei turisti organizzati e quella dei viaggiatori curiosi come me.
A proposito di viaggi, quante volte ho visto pargoli trasportati sullo scooter o in moto, in modo assolutamente incosciente e rischioso! Trasportati davanti al guidatore, oppure semplicemente parcheggiati sulla sella con i piedini penzoloni, senza nessun sostegno, se non le braccia avvinghiate alla schiena di chi guida.
E si arriva a sera… Cantare una ninna nanna al proprio bambino è una pratica molto antica che si tramanda fino ai giorni nostri. E’ un momento molto intimo nella relazione mamma bambino, lo si accompagna verso il sonno quindi verso un momento di separazione.
Da Peace&Love a Patate&Carote. Nel senso di plumcake patate e carote.
David,  invece, per mostrarsi bello com’è fino ai tempi nostri ne ha passate davvero di tutti i colori: prima ancora di essere mostrato in tutto il suo splendore dinnanzi a Palazzo Vecchio, venne preso a sassate da parte dei simpatizzanti della famiglia de’ Medici.
Ma torniamo ai giorni nostri.
Il loro intento è stato sviluppare un tool di assistenza nella gestione dei social media che offrisse un’esperienza italiana ai suoi utenti: un prodotto pensato dagli italiani per gli italiani, grazie al quale dare la possibilità a blogger, responsabili d’azienda per la gestione dei social, e freelance specializzati, di usufruire di una piattaforma e di un team di supporto e assistenza italiani. Parliamo di Postpickr, naturalmente!
LikeAlyzer è invece un tool che analizza e monitora le pagine Facebook al fine di valutarne il potenziale e l’efficacia. Oltre a dare il voto alla pagina appena analizzata, ne mette in luce i punti forti e quelli deboli, consigliando l’utente su dove e come andare ad intervenire.
Con Notegraphy poi si può rendere una frase, uno slogan, un pensiero graficamente accattivante, e condividerlo facilmente su tutti i canali social. Come funziona? E per cosa lo si può utilizzare?
Infine, seguaci fake, club segreti e compravendita di post. Sei pronto a conoscere il sommerso di Instagram?

Ovvero:

Scrittura, Blogging
Siamo esseri musicali. Il grembo materno come orchestra.  di Arianna Techel

Il tuo bambino in moto in sicurezza si può in 5 punti. di Silvia Camnasio

Social media
Instagram: Il mondo sommerso e oscuro che dovresti conoscere. di Giuliano Ambrosio

Arte
Tante disavventure per un’opera unica: il David. di Michelangelo Buonarroti

Turismo
Cosa vedere a Venezia in 2 giorni. di Gloria Vanni

Cucina
Se vi scoprite “Perfetti sconosciuti”, consolatevi con un plumcake patate e carote… di Alessandra Bruni

Tools, Tutorials
Notegraphy: cos’è e come può esserti utile. di Mauro Ronci

PostPickr: il Merlino che trasformò i clienti in brand advocates. di Angela Del Giudice

LikeAlyzer: il tool che dà il voto alla tua pagina Facebook. di Simone Bennati

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Arianna Orazi, Andrea Toxiri, Sonia Bertinat, Rita Fortunato, Andrea Girardi, Francesco Guglielmino, Marina Ravaioli, Francesco Ambrosino.

a cura di Paola Chiesa