bla bla blogger 8 settembre 2015

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

La community di  #adotta1blogger consiglia oggi la lettura dei seguenti post ed articoli “adottati”, ovvero  che sono stati divulgati attraverso i canali social della community con spirito di condivisione, per veicolare e diffondere informazione, formazione e cultura.

Buona lettura!

Io non visito le città. Le mangio. Perciò quello che ho fatto è stato affidarmi ai miei contatti sui social network, chiedendo di volta in volta che mi venisse consigliato dove sarei potuto andare a mangiare.
Girovagando per i blog, mi ritrovo a leggere parole che proprio non vorrei intercettare, neppure nel più recondito dei miei pensieri: le espressioni proibite! Si, perché c’è differenza tra “forse” e “probabilmente”…
C’è una minaccia che corre oggi sul cavo: la mafia 2.0. Il prototipo del mafioso negli anni duemila non ha più la coppola e il sigaro in bocca. Si rivolge sì ancora in dialetto siciliano ai suoi picciotti riguardo a traffici di droga e nemici da eliminare, ma lo fa… su Facebook.
Nel web puoi incontrare anche i troll. Solitamente arrivano quando meno te lo aspetti e attaccano diretti, senza mezze misure, partendo con qualche offesa gratuita. Il troll è un parassita che vive distruggendo la reputazione onine di altre persone. Non scendere al suo stesso livello.
Che differenza c’è tra frullati, smoothies, centrifugati e succhi?
Il consumatore vive l’euforia del nuovo e quando la novità diventa quotidianità si stanca e smette di acquistare.
Il nuovo? Malala e il suo sempre attuale messaggio di speranza.

Ovvero:

Il social-viaggio: dormire e mangiare dove dicono gli altri. di Simone Bennati

Blogging e Webwriting: le parole proibite. di Ludovica De Luca

Mafia 2.0 – La minaccia corre sul cavo. di Silvia Merida

Adoro i Troll. di Andrea Toxiri

Succhi, centrifugati, frullati e smoothies: ricette per tutti i gusti, ricche di salute! di Annamaria
Acquaviva

La stanchezza del consumatore è ciclica e per vincere bisogna essere memorabili! di Luca Zambrelli

Malala e il suo messaggio di speranza: #booksnotbullets. di Stefania Massari

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Giovanni Amato, Simone Bennati, Federica Colantoni, Alessia Pizzi, Anna Rita, Andrea Toxiri.

a cura di Paola Chiesa


0 Comments

Vuoi lasciare un Commento?

Il tuo indirizo e-mail non verrà pubblicato. i campi contrassegnati con * sono richiesti.

Leave a Reply