Paola Chiesa

La mia storia, fino a qua. pa6003
3 aprile 1969. Figlia di madre artista e padre militare, incarno in un equilibrio sempre da conquistare e mai facile da mantenere fantasia e rigore, entusiasmo e pragmatismo, passione e lucidità; anche astrologicamente non mi smentisco…ariete ascendente sagittario.
Nata a Piacenza, cittadina di confine (c’è chi pensa sia in Lombardia, ma no è in Emilia-Romagna!), dopo gli studi di Giurisprudenza a Modena e a Mainz  adotto Torino per amore di Spyros, il greco che riuscirà a farmi innamorare anche della capitale sabauda.
La mia naturale vocazione all’intraprendere, decisamente emiliana, mi ha portato nel tempo ad immaginare, sviluppare idee e realizzare servizi informatici legati allo sviluppo di siti web, all’e-commerce e alla comunicazione legata ai social media, in particolare per le piccole aziende.

D’altra parte, la passione per la tecnologia ed il digitale come strumenti di innovazione per le aziende e per la pubblica amministrazione, mi ha visto impegnata come attivista digitale e studiosa dei temi dell’open data e della trasparenza nella PA, anche attraverso l’attività nel Centro Studi di Informatica Giuridica di Ivrea-Torino.
La rete, però, resta la chiave di volta dei miei pensieri e delle mie azioni: mi piace creare sinergie tra diversi soggetti di un territorio, privati e pubblici, profit e non profit, tra diverse competenze ed eccellenze, in un’ottica comunitaria; ho sempre l’obiettivo di migliorare l’ambiente circostante, secondo parametri che misurino l’efficacia di un servizio in termini di qualità della vita quotidiana; attività che svolgo anche come presidente dell’Associazione Responsabilities Onlus.
Per fare tutto ciò mi piace radicarmi in un ambiente, assorbirne l’essenza, comprenderne potenzialità e margini di miglioramento, in un’ottica molto “tonda” e femminile: avendo sul tavolo diversi dati, l’obiettivo è quello di costruire il puzzle trovando ad ogni tassello la collocazione più adeguata.
Il mio più grande pregio? Penso la coerenza (ammesso che si tratti di un pregio).
Difetti? Tanti: disordinata, dissacrante, golosa, ostinatamente puntuale, incapace di smacchiare le tovaglie, insofferente verso tutto ciò che non risponde a canoni di eleganza, giustizia e verità.

Dal 2016 sono amministratrice pubblica in un piccolo Comune: innovazione, ambiente, scuola, giovani e manifestazioni sono il mio pane quotidiano. Oltre ai cantieri. In un simile contesto, la comunicazione, intesa come la creazione di una “comunione” di valori con i cittadini, è la sfida civica che mi piace portare avanti. Con entusiasmo e determinazione, ma anche con una pazienza non indifferente!

Get in touch with Paola Chiesa

twitter pinterest linkedin instagram googleplus facebook