bla bla blogger 20 aprile 2015

Rassegna stampa della community #adotta1blogger

Chissà se tutti quanti siamo organizzati nel gestire le nostre attività lavorative… sicuramente un socialmediacoso non può fare a meno di un chiaro piano editoriale. Poi certo, ci serve qualcosa che dia slancio alla nostra attività online, come ad esempio una Landing Page di successo, che ci metta in contatto con un’audience profilata sempre più elevata, per avviare un business o far crescere uno già esistente. L’attivismo e le abilità comunicative in dote ad ogni social media manager sono premianti (anche) in Twitter, nonostante l’opportunismo che caratterizza la continua oscillazione di quei follower che ti aggiungono solo per i propri interessi personali. Essere online, qualsiasi sia la motivazione (relazioni, lavoro, divertimento), spinge ciascuno lontano dal luogo e dal tempo nel quale si trova in quel momento, anche se a volte c’è da riflettere su cosa non ci perdiamo incollati agli smartphone. Ma le persone sono realmente in grado di riconoscere un contenuto di valore? Quanto il medium, cioé lo strumento, il sito web o il blog ben curato, è più importante del contenuto perché genera in noi un pregiudizio positivo, facendo leva sul tema della bellezza?
Ah la cura… ma di che cosa esattamente? Di fatto, il nostro discorso è illusorio, è quasi una forma vuota, una convenzione astratta. I significati che noi assegniamo alle cose tramite le parole o che reputiamo perfetti non corrispondono esattamente ad una rappresentazione mentale comune. La punteggiatura  è quella tecnica che – più d’ogni altra – dà senso alla relazione tra i significati.
Ed è un gran bell’obiettivo quando si riesce a invogliare altri alla lettura, portandoli in quel mondo fatto di gioia e dolore, lotta e riscatto, dove il confine tra realtà e finzione è molto sottile.

Ovvero:

Essential Tools: risorse utili per il tuo calendario editoriale di Francesco Ambrosino

7 Passi per realizzare una buona Landing Page di Saverio Bruno

La decrescita dei follower è determinata anche dall’opportunista di Twitter di Angelo Cerrone

Così pc e smartphone ci portano via lontano di Paolo Subioli

Cosa NON ci perdiamo incollati agli smartphone? di Daria Ballotta

Blogging ed Effetto Alone: quando il medium è più importante del messaggio di Valentina Coppola

Il discorso è illusione, una forma vuota di Francesco Mercadante

Tempo, linguaggio e #adotta1blogger di Rita Fortunato

Le adozioni e segnalazioni sono state effettuate da: Francesco Ambrosino, Monica D’Alessandro Pozzi, Fabio Piccigallo, Lorenzo Renzulli, Andrea Toxiri.

Buona lettura!

a cura di Paola Chiesa


0 Comments

Vuoi lasciare un Commento?

Il tuo indirizo e-mail non verrà pubblicato. i campi contrassegnati con * sono richiesti.

Leave a Reply