Social Network: come utilizzarli

Utilizzare bene i Social Network

Per fare social devi essere social, ma per essere social come si fa ? Forse bisogna condividere, ma che cosa? Non basta cliccare il tasto “condividi” sui social network. Serve condividere la propria idea con altri, affinché si crei la comunità. La condivisione ha senso se sei convinto di quell’idea, di quell’azione, se la animi, le dai strada, la correggi grazie al confronto con altri, altrimenti la comunità rischia di confondersi facilmente con un gregge…

Come diceva George Bernard Shaw, “se tu hai una mela, e io ho una mela, e ce la scambiamo, allora tu e io abbiamo sempre una mela ciascuno; ma se tu hai un’idea, e io ho un’idea, e ce le scambiamo, allora abbiamo entrambi due idee”.

In effetti sui social non è però raro imbattersi in persone che nella vita “offline”appaiono miti e gentili, mentre quando surfano online, facilmente si trasformano in violenti commentatori e perfidi critici delle iniziative altrui, si comportano con arroganza e presunzione verso persone che non conoscono e di cui ignorano la storia, impietosi e spesso scorretti.

E magari sono gli stessi che portano il cane a spasso, che aiutano la vicina a trasportare la spesa, gli stessi che tutti i giorni svolgono il loro lavoro umilmente, e magari a loro volta subiscono critiche ingiuste… gli stessi che mai userebbero lo stesso tono acido e sgradevole verso le persone che conoscono.

Ecco allora che il social network, tranquillizzandoci perché come un separè ci consente di svestirci senza essere visti, svolge in realtà una funzione maieutica, estraendo da noi i lati più belli e preziosi, ma anche gli aspetti più problematici; in quest’ultimo caso è doveroso evitare che l’avventore dei social esca del tutto dal separè!

Quindi per “fare ed essere” social non basta condividere il “che cosa”, è fondamentale anche “con chi”. E ancora non basta, perché ci serve anche il “dove”. Al di là delle diverse classificazioni accademiche dei social networks secondo criteri di relazione, interessi, collaborazione, l’autentico carattere social di un individuo può essere misurato verificando la corrispondenza equilibrata tra la sua dimensione online e la relativa trasposizione offline, secondo un filo conduttore che potremmo anche chiamare coerenza.

Paola Chiesa – Daniela Savino


2 Comments

  1. Sonia Pendola

    23/08/2016
    / Reply

    Articolo molto bello ed efficace!
    Grazie,

    Sonia


Vuoi lasciare un Commento?

Il tuo indirizo e-mail non verrà pubblicato. i campi contrassegnati con * sono richiesti.

Leave a Reply